16 Maggio 2024
recensioni

Inside Job: tutte le teorie del complotto in una serie animata Netflix

di Ennio Legrottaglie

Serata libera, fuori imperversa la pioggia, in tv ci sono solo repliche di film insignificanti, scorrere i reel sul telefono ha provocato l’insorgere di una fastidiosa tendinite al pollice.

La soluzione per svoltare è affidarsi a una piattaforma di streaming ma… cosa guardare per evitare di scorrere decine di schermate senza approdare a nulla? Questa volta possiamo darvi un consiglio che vi permetterà di trascorrere qualche ora facendosi delle sane risate, e imparando qualcosa su quello che è un po’ il “core business” di Queryonline ossia: Misteri&Complotti.

Parliamo di una serie in onda su Netflix dal titolo Inside Job e che potremo riassumere in “tutto quel che avreste voluto sapere sui complotti e non avete mai osato chiedere”.

Già il titolo è evocativo: per chi non lo sapesse, nei paesi anglofoni con “inside job” si intende un crimine (ad esempio una rapina) effettuata con l’aiuto di una “talpa” all’interno dell’organizzazione. Nel mondo del cospirazionismo, questa espressione è diventata sinonimo di omicidi o complotti messi in atto da persone interne al governo. Un esempio? L’attentato alle Torri Gemelle di New York dell’11 settembre 2011 non sarebbe una operazione pianificata e attuata dal gruppo terroristico di Al Qaida, ma sarebbe frutto di un complotto ordito “dall’interno” degli Stati Uniti (un “inside job” appunto), in modo da condizionare l’opinione pubblica mondiale.

Se vi aspettate atmosfere alla X-files o Fringe siete fuori strada: a partire dal fatto che è una serie animata, le differenze sono notevoli, soprattutto per il taglio narrativo.

La trama è incentrata sulle vicissitudini dei membri della Cognito Inc. (vi dice nulla?), che altro non è se non una delle sei organizzazioni governative segrete che controllano e governano il mondo. Quali sono le altre cinque?

Già dal loro elenco si può apprendere qualcosa. In ordine sparso abbiamo gli Illuminati di Baviera, una società iniziatica segreta a sfondo politico, nata in Germania nel 1776, in parte come alternativa alle varie obbedienze massoniche, che dopo alterne vicende scomparve nella seconda metà degli anni Ottanta del Settecento. Secondo molti complottisti, invece, è sopravvissuta e trama nell’ombra, tenendo le fila di numerose vicende grazie ai suoi seguaci infiltrati ovunque. Uno dei loro simboli sarebbe addirittura riportato sui dollari statunitensi: questa chicca ci viene svelata fin dalla sigla iniziale, un po’ un compendio delle varie teorie alternative.

Ci sono poi i Rettiliani, tra l’altro tra i principali finanziatori della Cognito Inc., che da qualche anno godono di una certa fama pure da noi: si tratterebbe di creature aliene che si camuffano assumendo sembianze umane e inserendosi nei gangli del potere mondiale. Nella serie, il loro scopo è quello di far sì che nulla si faccia contro il global warming: a loro, animali a sangue freddo, un aumento della temperatura globale sulla Terra tornerebbe decisamente comodo… Ad ogni modo, tanto per non fare nomi, sarebbero Rettiliani molti politici (Bush, la regina Elisabetta, Obama) ma anche artisti come Madonna e Lady Gaga. E anche giornalisti nostrani. Siccome ai complottisti non la si fa, loro sono in grado di notare i piccoli indizi che possono smascherare la loro vera natura attraverso la semplice analisi delle foto con programmi di fotoritocco. Evidentemente Visitors ha allevato schiere di complottisti negli anni ‘80!

Abbiamo poi i sempre verdi Atlantidei, discendenti del continente scomparso di Atlantide che però sono riusciti a inserirsi nella nostra società. Non manca un’organizzazione decisamente “antica” e potente: la Chiesa Cattolica (non se ne vogliano le altre religioni, magari verrà anche il loro turno!) e per finire i Juggalos, praticamente sconosciuti nel panorama italiano. I Juggalos sono i seguaci di una sottocultura urbana che ha avuto il “la” a partire dall’opera di un duo rap-hip hop di Detroit, i quali attraverso la pubblicazione di sei album hanno tracciato un percorso iniziatico per indicare la strada per raggiungere la consapevolezza.

I componenti della Cognito Inc. sono quanto di più variegato si possa immaginare, e ognuno di loro ha una o più caratteristiche utili a perseguire le finalità proprie della “ditta”.

A coordinare la squadra, dopo una agognata promozione, c’è la CEO Reagan Ridley, ragazza dall’intelligenza incredibile, abilissima inventrice e riparatrice di qualsiasi macchinario e computer. Caratteristica ereditata dal padre Rand Ridley, ex CEO e fondatore della Cognito, attualmente caduto in disgrazia e dedito all’alcool e ad attuare vendette personali. Reagan non è propriamente abile nei rapporti umani, anzi, è decisamente irritabile, cinica paranoica e competitiva, e questo si riflette anche nella sua vita privata, alquanto “solitaria”. Però pensa che sia necessario agire per migliorare l’umanità, e in questo si scontra spesso con la sua squadra.

Altra figura centrale è Brett Hand, uno yes man che cerca di compiacere tutti, la cui principale caratteristica è quella di avere un volto che passa inosservato ai software di riconoscimento facciale. È però considerato molto attraente, e questo aiuterà nello svolgersi delle vicende. La sua avvenenza fa sì che riceva particolari attenzioni dalla collega Gigi Thompson, esperta in manipolazione dei media e messaggi subliminali. Oltre che di make up e gossip.

Per la parte prettamente militare c’è Glenn Dolphman, ex militare tutto d’un pezzo, fervente americano che tende a risolvere tutto con la violenza. La sua abnegazione lo ha portato a prendere parte a un programma segreto per la creazione di un super soldato, venendo trasformato in un ibrido uomo-delfino. Le cose, ovviamente, non sono andate come previsto, e la sua particolare conformazione darà vita a simpatici “siparietti” nel corso della serie.

Il Dottor Andre Lee è un biochimico specializzato nella creazione di droghe, delle quali è diventato dipendente. Ha anche una certa predilezione per pratiche sessuali non proprio ortodosse, caratteristica che condivide con Myc Cellium. Questo è un fungo dal carattere decisamente cinico e sarcastico, dotato di poteri psichici, in grado di leggere i pensieri degli umani, e di secernere bio-sorbitrato, una sostanza usata per cancellare i ricordi delle persone. Ovviamente è uno dei componenti chimici più usati per eliminare tracce scomode. La particolarità è che deve essere letteralmente “munto” da lui: ogni allusione sessuale è ovviamente intenzionale.

Quest’ultimo componente del gruppo, tra l’altro, introduce due delle teorie cospirazioniste meno note al pubblico italico, e cioè la teoria della Terra Cava e delle Scimmie ebbre. Secondo la prima l’interno della terra non è formato da mantello, nucleo liquido e nucleo solido, come abbiamo imparato a scuola: il nostro pianeta sarebbe un’enorme sfera cava all’interno della quale esistono continenti, mari, nazioni e ovviamente relativi abitanti, molti dei quali parecchio diversi da quelli della superficie, comprese creature mostruose.

Per quanto riguarda la seconda, un piccolo innocuo spoiler: durante una puntata avremo la possibilità di vedere come si entra in comunicazione con la terra cava, e potremo anche ammirare un Kraken all’opera. Myc Cellium, il nostro fungo senziente, sarebbe un abitante della Terra Cava salito in superficie. Lui non sarebbe certo il primo, anzi, i suoi predecessori sarebbero saliti fin da noi all’alba dei tempi, e le sostanze psicotrope da loro secrete, ingerite dall’Homo erectus, avrebbero favorito uno sviluppo delle capacità cognitive e della modificazione del nostro cervello, accelerando notevolmente la nostra evoluzione.

Come potete immaginare, di carne al fuoco ce n’è molta: nel corso della serie verranno presentante anche altre teorie del complotto, come le classiche “non siamo mai sbarcati sulla Luna” e “l’omicidio Kennedy è stato un inside job” (easter egg: in una puntata, su una parete dell’ufficio, si possono ammirare due fotografie che si riferiscono proprio a questi due episodi e mostrano come siano andate esattamente le cose). Ma sono presenti anche teorie decisamente sconosciute al pubblico italiano, come quella che vorrebbe il Bohemian Grove – un campeggio privato a Monte Rio, California – sede di oscuri rituali tra le élites del mondo. 

Il taglio è forse un po’ inusuale per il gusto nostrano, essendo una serie più pensata per il mercato anglosassone, ma è comunque molto gradevole. Il tono è decisamente irriverente, l’humor nero abbonda, così come il turpiloquio e riferimenti sessuali e doppi sensi: il dottor Lee e il fungo Myc sono quelli più avvezzi a cercare di infilarsi in situazioni piccanti e orge varie, ma anche agli altri componenti non mancheranno le occasioni.

Se non vi scandalizzate per parolacce, uso di droghe, esperimenti di massa, allusioni sessuali più o meno marcate, avete la possibilità di trascorrere qualche ora distraendovi un po’ dai problemi di tutti i giorni e riflettere sul fatto che, come diceva Fox Mulder, la verità è là fuori.

PS: la prima serie è composta da due parti, uscite nell’autunno 2021 e 2022. La società produttrice aveva messo in cantiere una seconda serie, ma l’8 gennaio 2023, con sommo dispiacere dei creatori e del pubblico, è stata cancellata. Pertanto alcuni interrogativi rimarranno aperti: che sia opera del deep state per non farci sapere troppo?

Foto di Michael Knoll da Pixabay