Il papa in compagnia di Hitler: foto autentica o bufala?

hitleratzi

E’ una foto che fa discutere, quella che sta girando da un po’ di tempo sui social network, e che raffigura un giovanotto in divisa insieme a Adolf Hitler. Fa discutere perché il ragazzo in questione è identificato – taggato, potremmo dire – da un nome di una certa importanza: Joseph Ratzinger, immortalato, almeno stando alla didascalia, in un raduno di gerarchi nazisti all’età di 14 anni. Una vera e propria “bomba”, pronta a innescare commenti e polemiche. Ma sarà proprio lui? – si chiedono in molti. E alcuni  siti di informazione hanno ripreso la notizia, commentando:

Ovviamente nessuno è in grado di dire se sia davvero il Papa nella foto o meno.

In questo caso, in realtà, il fact-checking può – e forse dovrebbe – essere fatto. Joseph Ratzinger fece effettivamente parte della Gioventù hitleriana, prestando servizio in un reparto di artiglieria contraerea; ma va riconosciuto che all’epoca l’arruolamento nella Hitlerjugend era obbligatorio, e nessuno poteva sottrarsi.

A parte questo, la foto raffigura davvero l’attuale Papa? Come fa notare Fabio Caironi sul suo blog:

la somiglianza del ragazzo con Ratzinger è poco evidente. Il futuro Pontefice era molto più magro del giovane ritratto a pochi passi da Hitler.

Con un po’ di fortuna si può risalire anche alla foto originale, disponibile in diversi siti specializzati; la didascalia è sempre la stessa: Hitler che saluta la folla in un palazzetto dello sport, il 3 settembre 1932.

La bufala diventa evidente quando ci si accorge che Joseph Ratzinger è nato il 16 aprile 1927. All’epoca della fotografia, quindi, aveva solo cinque anni; e sarebbe ben difficile confondere il ragazzone della foto con un bambino di quell’età.

Già in passato era circolata una foto di Ratzinger da giovane, intento nell’apparente gesto di un saluto nazista. In quel caso, anche se il soggetto era quello giusto (la foto ritraeva effettivamente il futuro pontefice, durante la sua ordinazione a sacerdote), l’immagine era comunque ingannevole: come evidenziato dal sito mala informazione, l’impressione errata era dovuta a un malizioso ritaglio (tecnicamente, un “crop“) dell’immagine originale.

Hai gradito questo post? Aiutaci con una