No. L’asteroide 2012 DA14 non colpirà la Terra

asteroid_large

Alcuni giornali stanno diffondendo l’allarme per un asteroide che dovrebbe colpire la terra l’anno prossimo.

Allarme degli scienziati americani. Secondo gli studi, l’asteroide 2012 DA14, il più grande mai osservato finora, dovrebbe passare a 27mila chilometri dalla Terra il 15 febbraio 2013. Secondo l’osservatorio della Nasa, le probabilità che 2012 DA14 colpisca la Terra sono una su 4.550. Il che non garantisce che non arriverà.

L’asteroide 2012 DA14 è stato scoperto nel mese di febbraio da un astronomo dell’Observatorio Astronómico de La Sagra, ha un diametro di 45 metri e un’orbita simile a quella della Terra.

Phil Plait, su Bad Astronomy, ci spiega perché l’allarme non ha fondamento:

Questo è semplicemente falso. Faccio notare che [gli articoli] non forniscono alcuna fonte, quindi non è chiaro chi, se qualcuno lo ha fatto, ha rilasciato queste affermazioni, o dove ha preso questa informazione. In ogni caso, è sbagliata

Il giornale citato da Plait, come molti altri, non spiega dove avrebbe preso l’informazione, che in effetti è errata: secondo le previsioni degli astronomi, l’asteroide passerà a 27000km dalla Terra. Come sottolinea Plait, questa distanza è inferiore all’orbita di molti satelliti artificiali, e forse si tratta del passaggio più ravvicinato da quando gli astronomi monitorano i corpi celesti potenzialmente pericolosi. Tuttavia, secondo gli esperti, non colpirà la Terra, per lo meno non nel febbraio 2013: per i prossimi passaggi bisognerà rifare i calcoli tenendo conto dell’influenza del campo gravitazionale della Terra durante il passaggio ravvicinato, che modificherà l’orbita dell’asteroide. Un lettore di Bad Astronomy ha realizzato una bella animazione per illustrare come andranno le cose:

La possibilità che un asteroide o una cometa di dimensioni non trascurabili colpisca il nostro pianeta è tutt’altro che fantascientifica, e gli astronomi tengono d’occhio migliaia di corpi, calcolandone le traiettorie e valutando il rischio di impatto. Il programma Near Earth Objects della NASA pubblica una tabella con gli asteroidi potenzialmente pericolosi attualmente sotto osservazione;  2012 DA14 è il primo della lista come rischio relativo, ma è classificato al grado 0 della “scala Torino“, ossia

RISCHIO NULLO (bianco) – La probabilità di collisione è zero, o tanto bassa da essere praticamente zero. Si applica anche a quegli oggetti talmente piccoli come meteore o corpi che bruciano nell’atmosfera, con rare cadute al terreno in forma di meteorite che solo raramente possono causare danni di qualche tipo.

segnalibro