No. L’asteroide 2012 DA14 non colpirà la Terra

Alcuni giornali stanno diffondendo l’allarme per un asteroide che dovrebbe colpire la terra l’anno prossimo.

Allarme degli scienziati americani. Secondo gli studi, l’asteroide 2012 DA14, il più grande mai osservato finora, dovrebbe passare a 27mila chilometri dalla Terra il 15 febbraio 2013. Secondo l’osservatorio della Nasa, le probabilità che 2012 DA14 colpisca la Terra sono una su 4.550. Il che non garantisce che non arriverà.

L’asteroide 2012 DA14 è stato scoperto nel mese di febbraio da un astronomo dell’Observatorio Astronómico de La Sagra, ha un diametro di 45 metri e un’orbita simile a quella della Terra.

Phil Plait, su Bad Astronomy, ci spiega perché l’allarme non ha fondamento:

Questo è semplicemente falso. Faccio notare che [gli articoli] non forniscono alcuna fonte, quindi non è chiaro chi, se qualcuno lo ha fatto, ha rilasciato queste affermazioni, o dove ha preso questa informazione. In ogni caso, è sbagliata

Il giornale citato da Plait, come molti altri, non spiega dove avrebbe preso l’informazione, che in effetti è errata: secondo le previsioni degli astronomi, l’asteroide passerà a 27000km dalla Terra. Come sottolinea Plait, questa distanza è inferiore all’orbita di molti satelliti artificiali, e forse si tratta del passaggio più ravvicinato da quando gli astronomi monitorano i corpi celesti potenzialmente pericolosi. Tuttavia, secondo gli esperti, non colpirà la Terra, per lo meno non nel febbraio 2013: per i prossimi passaggi bisognerà rifare i calcoli tenendo conto dell’influenza del campo gravitazionale della Terra durante il passaggio ravvicinato, che modificherà l’orbita dell’asteroide. Un lettore di Bad Astronomy ha realizzato una bella animazione per illustrare come andranno le cose:

La possibilità che un asteroide o una cometa di dimensioni non trascurabili colpisca il nostro pianeta è tutt’altro che fantascientifica, e gli astronomi tengono d’occhio migliaia di corpi, calcolandone le traiettorie e valutando il rischio di impatto. Il programma Near Earth Objects della NASA pubblica una tabella con gli asteroidi potenzialmente pericolosi attualmente sotto osservazione;  2012 DA14 è il primo della lista come rischio relativo, ma è classificato al grado 0 della “scala Torino“, ossia

RISCHIO NULLO (bianco) – La probabilità di collisione è zero, o tanto bassa da essere praticamente zero. Si applica anche a quegli oggetti talmente piccoli come meteore o corpi che bruciano nell’atmosfera, con rare cadute al terreno in forma di meteorite che solo raramente possono causare danni di qualche tipo.

10 pensieri riguardo “No. L’asteroide 2012 DA14 non colpirà la Terra

  • 23 Marzo 2012 in 18:48
    Permalink

    Forse ci vorrebbe proprio un forte shock, non di certo per il nostro ben amato pianeta, ma sicuramente per gli animali “uomini” che sicuramente non meritano la madre terra tanto martoriata al solo scopo dell’avido profitto, e non sarebbe una punizione divina, ma un semplice riassesto degli equilibri tra gli animali umani i quali sono la generazione più feroce che la terra abbia mai adottato per i suoi scopi, e non di certo per i nostri come molti ingenuamente si illudono! Ma non è facile comprendere questo.  Di sicuro una cosa è certa: l’essere umano è l’esperimento più male riuscito del Santissimo Padre Assoluto, poiché da quando è stato generato non si è evoluto neanche di un millimetro, è rimasto lo stesso feroce animale, così è stato in passato, così è adesso, e così sarà in futuro, e forse il tempo a sua disposizione per una reale evoluzione è ormai scaduto!! Non è una questione di fede sull’apocalisse, ma la pura e semplice realtà, basta svegliarsi per vedere la vera pazzia intorno a noi……………………………..

  • 22 Marzo 2012 in 18:08
    Permalink

    @Paolo: mi sembra improbabile che un tale proiettile venga individuato da un solo Osservatorio Astronomico e ancor più improbabile che tutti tacciano. Comunque sarebbe carino che ogni tanto rispondesse un Astronomo.

  • 22 Marzo 2012 in 09:14
    Permalink

    Buongiorno a tutti, facciamo un pò di complottismo spicciolo.
    Mi sono sempre chiesto una cosa, se gli astronomi dovessero individuare effettivamente un asteroide in rotta di collisione praticamente certa e di dimensioni veramente importanti (cioè in grado di produrre una catastrofe) la notizia verrebbe divulgata?
    In tal modo non si rischierebbe la perdita di tutte le regole che ci rendono più o meno civili?  Voi che ne pensate?
    Saluti!!

  • 16 Marzo 2012 in 14:57
    Permalink

    Ignorante: a dosi omeopatiche fa peggio della castrazione chimica.

  • 16 Marzo 2012 in 13:47
    Permalink

    Apocalisse Mayala?nell’attesa si consiglia l’uso di Viagra 60CH.

  • 14 Marzo 2012 in 14:44
    Permalink

    Vabbè ma tanto il breccolone arriverebbe a Gennaio 2013.
    L’Apocalisse Mayala è prevista per Dicembre 2012. Saremo tutti già morti!
    Di cosa vi preoccupate? 🙂

  • 14 Marzo 2012 in 13:49
    Permalink

    Caro Luca, anche la mia è una profilassi…

  • 14 Marzo 2012 in 13:38
    Permalink

    Grande castigo? ultimi tempi?oscurita’ totale? Aldo, ma parli come ADAM KONDOM , ehm volevo dire KADMON.

  • 14 Marzo 2012 in 09:39
    Permalink

    Certo che Bob, Peppe, Draco, e cc. hanno detto tutto quanto avrei detto io e anche quello che avrebbero detto i miei critici… Comunque, se anche cadesse sulla Terra, non dimostrerebbe nulla di paranormale e, soprattutto, è troppo piccolo per essere quello del Grande Castigo preannunciatoci per gli ultimi tempi.
    Si avvererebbe qualche Profezia solo se cascasse davanti a New York, provocando una enorme ondata tale da annientarla… oppure se la sua caduta provocasse tre giorni di oscurità totale su quasi tutto il pianeta. Quanto ai 100 Megatoni, se non ricordo male una bombona da 60, la massima sganciata dall’ Uomo, fu fatta esplodere dai Russi all’ aria aperta quando ero adolescente… Della serie: se Dio è troppo buono, l’ Uomo provvede.

  • Pingback:No. L’asteroide 2012 DA14 non colpirà la Terra « Arti e bagagli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *