26 Febbraio 2024
News

Report sulle previsioni degli astrologi per il 2022

“Fare previsioni è difficile, soprattutto sul futuro”, recita una famosa massima. Una difficoltà che, anche nel 2022, non ha però scoraggiato astrologi e veggenti dal tentare di predire diversi eventi, con risultati che non sembrano esattamente confermare l’esistenza di poteri paranormali.

Il CICAP ha raccolto le previsioni verificabili relative all’anno appena passato e, proprio nel periodo in cui si affollano oroscopi e predizioni per il 2023, presenta la sua consueta verifica. Va notato che le previsioni verificabili rappresentano una minoranza nel gran numero di oroscopi in cui solitamente abbondano, invece, descrizioni generiche e vaghe. Questo è proprio uno dei meccanismi con cui “funzionano” gli oroscopi: proporre affermazioni sommarie se non addirittura contraddittorie in cui ognuno può, a posteriori, trovare del vero. Un fenomeno noto come Effetto Forer (dallo psicologo statunitense Bertram Forer) o Effetto Barnum, che il CICAP ha già approfondito in un articolo del dossier dedicato all’astrologia.

In passato sono state fatte numerose verifiche sperimentali sulla capacità degli astrologi di prevedere eventi o di descrivere le persone in base al cosiddetto tema astrale e hanno sempre dato esito negativo. Ricordiamo che gli astrologi interessati a mettere alla prova le proprie capacità possono, in ogni momento, contattare il CICAP per concordare una verifica adeguatamente controllata.

Le previsioni dell’astrological coach Marco Celada

Un anno fa aveva fatto discutere l’intervista all’astrological coach Marco Celada pubblicata dal Corriere della Sera. In quel frangente, oltre a sostenere di aver previsto la pandemia di COVID-19 portando come prova un’affermazione alquanto vaga – un’emergenza ambientale e sanitaria tra il 2015 e il 2022 – Celada ha fatto alcune affermazioni ben precise e verificabili.

Per quanto riguarda l’epidemia, ha indicato i mesi da febbraio a maggio come particolarmente duri con un miglioramento a partire da giugno. Lo stesso periodo è stato indicato da un altro astrologo, Rino Jupiter, in un’intervista pubblicata il 31 dicembre 2021 su Il Giornale. I primi mesi del 2022 hanno effettivamente visto un aumento di contagi, fortunatamente rientrato già verso febbraio-marzo con la sospensione, il 1º aprile, dello stato d’emergenza. Nel periodo estivo si è assistito a una nuova ondata, fortunatamente contenuta. I primi mesi dell’anno non sono quindi stati “particolarmente duri”, soprattutto in confronto a quanto accaduto nel 2020 e 2021, e il momento di “rinascita” si sta rivelando ricco di sacrifici a causa dell’invasione dell’Ucraina, delle conseguenti sanzioni europee alla Russia e della riduzione delle forniture di gas, eventi non previsti dagli astri.

Celada ha poi fatto diverse affermazioni sulla situazione politica: l’allora presidente del Consiglio Mario Draghi era dato “al 93 per cento come successore di Mattarella” anche se, a causa del suo prestigio internazionale, “rischia di restare inchiodato a Palazzo Chigi”. Celada ha quindi indicato come possibile inquilina del Quirinale Liliana Segre. Come sappiamo, nessuno dei due è stato eletto e Draghi, il 21 luglio, ha dato le dimissioni da capo del governo. Per quanto riguarda i leader di partito, Giuseppe Conte “non decolla” mentre Luigi Di Maio era descritto come “un vero governante”, “il più politico fra tutti quelli che ho analizzato”. Conte è saldamente alla guida del Movimento 5 Stelle ricoprendo un importante ruolo nell’opposizione, Luigi Di Maio non è stato invece rieletto. 

Celada non aveva neppure previsto che nel 2022 ci sarebbero state le elezioni politiche. Si era limitato a ipotizzare che Giorgia Meloni “nel 2023 potrebbe assumere la leadership dell’intero centrodestra”, con un condizionale che lasciava aperta ogni possibilità. Il fatto che nel mese di ottobre 2022 Meloni sia divenuta presidente del Consiglio era quindi evidentemente ignoto alle stelle, o perlomeno agli astrologi, un fatto curioso considerando la sua portata storica.

Nostradamus: l’originale, gli interpreti e l’epigono

Avevamo accennato a previsioni talmente vaghe e generiche da rendere impossibile una verifica, se non reinterpretando quanto affermato alla luce degli eventi effettivamente accaduti. Ne costituiscono un esempio le quartine di Nostradamus, in cui è possibile trovare di tutto. Per il 2022, tuttavia, possiamo contare su alcune interpretazioni puntuali che, riprese da diversi media in maniera anonima, hanno fornito previsioni relativamente precise. 

Un primo esempio riguarda i conflitti armati internazionali che – secondo una rilettura ad hoc delle parole del veggente – avrebbero dovuto far crescere il numero di rifugiati, con un marcato aumento (sette volte) dei flussi attraverso il Mediterraneo. I dati dell’UNHCR da anni indicano un aumento dei rifugiati, ma nessuna stima parla di un aumento di 7 volte nel 2022. Inoltre, secondo i dati Frontex, la rotta maggiormente percorsa non è stata quella mediterranea, in cui ci sono stati circa 90mila attraversamenti non autorizzati, bensì quella balcanica (quasi 140mila attraversamenti).

Nostradamus avrebbe inoltre predetto – almeno secondo gli interpreti – la caduta dell’Unione Europea, la morte del leader nordcoreano Kim Jong-un e un disastroso terremoto in Giappone.

Nessuna di queste previsioni si è realizzata, ma una nota a sé merita la previsione sul Giappone. Ogni anno nel paese del Sol Levante si registrano, infatti, in media 1500 terremoti, di cui circa un paio sono definiti “maggiori”. Il 16 marzo 2022 al largo delle coste giapponesi c’è stato uno degli eventi sismici più intensi dell’anno, che ha fortunatamente causato poche vittime. Questi dati aiutano a capire come prevedere un terremoto all’anno in Giappone sia un esercizio che ha poco a che fare con il potere delle stelle e molto di più con la ricorsività di certi fenomeni in un territorio altamente sismico.

Considerando che nel 2022 si sarebbero disputati i Campionati del Mondo, Nostradamus è stato citato anche per capire come sarebbero andati. Tra i vari indovini c’è Athos Salome, che viene chiamato da molti media “il Nostradamus vivente”. La sua previsione sul campionato mondiale di calcio ha indicato cinque possibili finaliste: Argentina, Brasile, Belgio, Francia e Inghilterra. Solo il Belgio, escluso nella prima fase, non è arrivato ai quarti di finale e il Mondiale si è concluso con la vittoria dell’Argentina. Il pronostico di Salome non si discosta molto dalle previsioni fatte, senza doti paranormali, da diverse testate sportive e dagli scommettitori. Per conoscere le squadre favorite non è necessario possedere doti paranormali: per fare un esempio tra i tanti, il Corriere dello Sport dava come candidate alla vittoria finale le stesse nazioni, con il Portogallo al posto del Belgio. Salomè aveva anche previsto delle difficoltà organizzative dovute alla pandemia di COVID-19. Durante l’evento sono stati segnalati diversi casi di MERS, ma ciò non ha in alcun modo ostacolato lo svolgimento della manifestazione.

L’astrologia finanziaria

Grazia Mirti è una presenza costante delle verifiche annuali del CICAP. L’astrologa finanziaria che, ricordiamo, ha studiato economia, si è lanciata in diverse previsioni per il 2022 in un’intervista sul Fatto Quotidiano. La prima è un importante evento positivo, soprattutto per l’economia italiana, che sarebbe dovuto accadere ad aprile. Secondo il rapporto della Banca d’Italia, nel secondo trimestre il PIL italiano ha effettivamente accelerato e c’è anche stato un lieve aumento degli occupati, ma si tratta di effetti contenuti e in un contesto internazionale incerto che mal si abbina all’“evento celeste epocale” annunciato da Mirti.

L’astrologa ha anche proposto un oroscopo al Bitcoin: “È un Capricorno solido, ha già dato vita a molte altre criptovalute che si stanno diffondendo anche a livelli statali”. Nel 2022 Bitcoin ha perso circa il 60% del proprio valore con gli importanti fallimenti dovuti al crack della criptovaluta Luna e al fallimento del servizio di compravendita di criptovalute FTX.

Sulla politica, Grazia Mirti non ha previsto né le elezioni anticipate di settembre né la vittoria di Giorgia Meloni genericamente indicata, come del resto da molti analisti politici senza competenze astrologiche, come nuova leader della destra. Per quanto riguarda la possibilità per Silvio Berlusconi di essere eletto Presidente della Repubblica abbiamo una frase sibillina che è difficile interpretare: “Voti ne prenderà, le illusioni superano la realtà”. Negli otto scrutini che si sono tenuti, Berlusconi ha ricevuto al massimo 8 voti. Mirti ha, infine, anche fatto una previsione sul Partito Democratico: “Un buon periodo per Enrico Letta”. Dopo la sconfitta alle elezioni di settembre, Letta ha annunciato che non si sarebbe ripresentato per la carica di segretario nazionale del PD. 

Nikki la super-iettatrice

Un caso interessante è costituito dalla canadese Nikki, “astrologa dei vip”. La sensitiva, che si autodefinisce “veggente delle stelle”, sforna ogni anno elenchi lunghissimi di predizioni su qualsiasi tipo di evento, per poi ricordare nelle interviste solo quelle avverate. Le sue profezie sono talmente numerose che tentare di controllarle sarebbe privo di significato – anche perché molte sono del tipo “muore un giornalista statunitense” o “operazione d’urgenza per un cantante pop” (qualcosa di un po’ meno generico, Nikki?). Alcune sconfinano invece nel paradossale, come “un’astronave atterra in zona desertica” (forse era così desertica che non se ne è accorto nessuno) o la psichedelica “conigli giganti attaccheranno una città” (what?). Una lunga lista di sue predizioni per il 2022, in italiano, può essere consultata qui

Nel mucchio ci sono quelle, innumerevoli, non avveratesi: un gigantesco terremoto a New York, le dimissioni di Justin Trudeau, l’attacco di droni alla Casa Bianca o la vittoria di un altro Oscar per Lady Gaga (che nel 2022 non ha ripetuto l’exploit del 2019). Mancano all’appello anche il terremoto di magnitudo 9,8 ad Auckland (Nuova Zelanda), Megan Markle convertita a Scientology o al buddismo (non proprio la stessa cosa, eh), lo tsunami a San Francisco e lo scontro tra due transatlantici – solo per citarne alcune.

Ma veniamo alle profezie riguardanti il nostro Paese, rilanciate con entusiasmo da Napoli Today e Yahoo Notizie. Nella città partenopea si aspettava l’eruzione del Vesuvio, magari in concomitanza con l’“enorme terremoto” che avrebbe dovuto devastare Napoli. Sono anni che Nikki presagisce l’imminente eruzione del vulcano, e finora per fortuna non ha ancora fatto centro; forse prima o poi ci azzeccherà, ma non è stato questo l’anno buono per lei.

Tra le sfortune varie previste per l’Italia, inoltre, Nikki aveva elencato: l’esplosione di una bomba a Firenze, un’alluvione a Como, inondazioni a Venezia, un incendio a Roma, un’esplosione nei pressi della Fontana di Trevi, e, infine, il crollo di una chiesa a Milano. Qualche incendio a Roma c’è anche stato (qualcuno ha parlato di autobus?), e un’alluvione nel Comasco si è effettivamente verificata: ma erano previsioni facili, bastava “copiare” da quanto accaduto nel 2021. Quanto a Venezia, sembra che il Mose stia funzionando abbastanza bene nel contenere le alluvioni, e nessuna chiesa è crollata a Milano (almeno integralmente, piccoli cedimenti si verificano invece ogni anno). Esplosioni a Firenze e nei pressi della Fontana di Trevi semplicemente non pervenute.

Vorremmo poter concludere annunciando che la previsione di Nikki sul Covid-19 (“a fine 2022 la pandemia sarà definitivamente alle spalle”) si è avverata. Le notizie dalla Cina, purtroppo, ci raccontano un’altra storia.

Un pensiero su “Report sulle previsioni degli astrologi per il 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *