Elezioni Europee: le domande di Dibattito Scienza

Come era già accaduto per le precedenti elezioni, un gruppo di giornalisti, blogger, ricercatori e cittadini (tra i quali anche il CICAP) ha chiesto alle liste candidate alle Europee di dichiarare la loro posizione concreta su alcuni temi centrali della scienza e della ricerca (OGM, politica energetica, sperimentazione animale e vaccinazioni).

Purtroppo hanno risposto all’appello solo tre partiti: Partito Democratico, Green Italia Verdi Europei e Fare per Fermare il Declino (che fa parte della lista Scelta Europea). La lista Green Italia Verdi Europei, non avendo una posizione condivisa sulle vaccinazioni, ha preferito non rispondere alla quinta domanda.

Le risposte possono essere lette sul sito di Dibattito Scienza o sul sito della rivista Le Scienze.

Qui di seguito le domande poste:

1. Attualmente l’autorizzazione all’immissione in commercio di varietà agricole geneticamente modificate (OGM) viene rilasciata direttamente a livello europeo. Ritiene soddisfacente questa situazione, e la procedura relativa? In caso contrario, che cosa cambierebbe?

Partito Democratico

Green Italia – Verdi Europei
Fare per Fermare il Declino

2. Secondo l’ACEA (Associazione dei Costruttori Europei di Automobili), le misure europee sulle emissioni di CO2 penalizzeranno la competitività dell’industria automobilistica di tutto il continente. Considerato che il trasporto su gomma contribuisce comunque a circa 1/5 delle emissioni ed è l’unico in aumento, lei come affronterà la questione?

Partito Democratico

Green Italia – Verdi Europei
Fare per Fermare il Declino

3. Il prossimo Parlamento voterà il pacchetto su rinnovabili ed emissioni di gas serra proposto dalla Commissione Europea per il 2030. Quali misure ritiene adeguate e di quali proporrà invece una modifica?

Partito Democratico
Green Italia – Verdi Europei
Fare per Fermare il Declino

4. L’Italia ha recentemente recepito la Direttiva Europea 2010/63 che regola l’uso di animali a fini sperimentali, introducendo alcune restrizioni supplementari non previste dalla Direttiva originale. Ritiene che sia l’Italia a dover fare un passo indietro, o l’Europa a introdurre restrizioni analoghe?

Partito Democratico
Green Italia – Verdi Europei
Fare per Fermare il Declino

5. L’ECDC (European Center for Disease Prevention and Control) gestisce programmi specifici per il controllo delle malattie prevenibili coi vaccini. Ritiene adeguati gli attuali programmi? In caso contrario, quali cambiamenti riterrebbe opportuni?

Partito Democratico
Fare per Fermare il Declino

5 pensieri riguardo “Elezioni Europee: le domande di Dibattito Scienza

  • 25 Maggio 2014 in 01:03
    Permalink

    Vorrei specificare che il M5S non ha risposto perche’ non ha avuto il tempo di discutere e condividere le risposte alle vostre domande. 
    Siamo cittadini e chiunque abbia tempo e voglia puo’ attivarsi e contribuire alla stesura di programmi, leggi e proposte.
    Vi garantisco che nei gruppi ci sono molte persone competenti e che ne servono molte altre. 
    Buon voto a tutti!

    Risposta
  • 25 Maggio 2014 in 12:32
    Permalink

    @mke777
    il problema della ipotetica e improbabile democrazia diretta è proprio questo: il tempo per discutere e condividere le scelte.
    I tempi dettati dalla politica non lo consentono quasi mai. Se scelgo un mio  appresentante delegato voglio che questo sappia rispondere bene e velocemente alle esigenze che gli si prospettano davanti

    Risposta
  • 25 Maggio 2014 in 12:36
    Permalink

    scusate se ri-posto il commento ma se scrivo dallo smartphone mi viene pubblicato non visibile completamente, e non ho capito il motivo
    @mke77
    il problema della ipotetica e improbabile democrazia diretta è proprio questo: il tempo per discutere e condividere le scelte.
    I tempi dettati dalla politica non lo consentono quasi mai. Se scelgo un mio  rappresentante delegato voglio che questo sappia rispondere bene e velocemente alle esigenze che gli si prospettano davanti

    Risposta
  • 26 Maggio 2014 in 14:18
    Permalink

    Quelli di “Fare” hanno comunque le idee chiare: che piaccia o non piaccia la loro politica, economica ed in questo caso, scientifica, si sbilanciano su argomenti spesso indigesti all’elettorato italiano e parlano con la testa invece che con la pancia.
    Peccato che non riescano a sfondare, ma forse è proprio perché parlano alla testa e non alla pancia.

    Risposta
  • 28 Maggio 2014 in 00:44
    Permalink

    X mke777:
     
    E me le deve venire a dire uno sconosciuto dietro nick name?
    Dove soni i risponsabili della comunicazione?
    Dov’è il programma?
    Cosa ci va a fare il M5S in Europa se non sà qual’è la sua posizione su argomenti così importanti?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *