I segnalibri 25: suore fantasma, maghi e complotti

– Paolo Attivissimo riassume la vicenda della suora fantasma “avvistata” sul campanile della chiesa di Santa Maria della Mercede a Palermo: la soluzione del mistero sta ancora una volta nella pareidolia, che spinge il nostro cervello a vedere volti e figure anche laddove non ci sono.

– A Modena è finito in manette il “sensitivo” Massimo Nervosi, in arte Eleazar. Piuttosto istruttiva l’intervista a una delle vittime, che evidenzia il modus operandi di molti sedicenti maghi: prima le rassicurazioni, poi le minacce, le richieste di soldi e il consiglio di non rivolgersi ai medici, ma di fidarsi solo del guaritore.

– Infine, un divertente mockumentary (in inglese) che cerca di dimostrare una tesi sconvolgente: la distruzione della Morte Nera in Star Wars è forse frutto di un “inside job” dell’Impero? Il documentario ha evidentemente un intento satirico, ma le argomentazioni sono le stesse di molte teorie cospirative. Buona visione.

 

5 pensieri riguardo “I segnalibri 25: suore fantasma, maghi e complotti

  • 31 Marzo 2013 in 14:31
    Permalink

    Ahah!! Fantastico il mockumentary.  😀

  • 30 Marzo 2013 in 19:54
    Permalink

    Aldo,
     
    quale script? Mandami i dettagli magari via mail.
     
    Non mi sento criticato, per cui sei riuscito nel tuo intento 🙂
     
    Ciao da Paolo

  • 30 Marzo 2013 in 14:15
    Permalink

    Aldo posso farti ridere un po’? ” trio medusa e le canzoni travisate” PAREIDOLIA PURA!!!!!

  • 30 Marzo 2013 in 13:29
    Permalink

    Per Paolo Attivissimo: sul Tuo sito, come su quello di Medbunker, c’è uno script che rallenta la navigazione.

  • 30 Marzo 2013 in 13:28
    Permalink

    Ora mi trovo in conflitto di interessi: vediamo se mi riesce di esprimere le mie opinioni senza criticare Paolo Attivissimo, cui ho promesso eterna gratitudine per l’ analisi sulla Misoginia di Papa Francesco.1) analizzando dei filmati o delle foto di eventi classificabili come apparizioni di Fantasmi, non si vedono le stesse cose che si vedono dal vivo. Quindi tanto vale rinunciarci. Salvo foto e filmati chiarissimi (non è questo il caso) dove il dubbio si restringe a due sole ipotesi: o è un trucco o è vero.2) Secondo il Manuale del Perfetto Credulone (Autore: Aldo Grano) una Apparizione di questo tipo va creduta se si verificano queste tre condizioni: a) una durata e una ripetizione nel tempo tale da poterla studiare b) almeno un Miracolo durante l’ Apparizione c) un messaggio chiaro da parte della Teofania avvistata, tramite un Veggente, sul significato. Ora, in questo caso, si è verificata solo la prima condizione. Al momento, perché risulta che il fenomeno continua.   Elementi a favore della veridicità dell’ Apparizione: è strano che un fenomeno di Pareidolia si ripeta da mesi e allo stesso orario (ore21-21,30). Bisognerebbe verificare se è vero, in loco, con una ricognizione di più giorni.   Elementi a favore della Pareidolia: oltre alla mancanza delle condizioni b) e c) del Manuale, l’ immobilità assoluta dell’ Immagine. Studiando Santa Rita, che è una delle più grandi della nostra Storia, non mi sembra una sua abitudine. Invito gli appassionati, anche Scettici, a recarsi per qualche giorno a Cascia e Roccaporena. E’ una gita bellissima. Io amo quei posti quando non ci sono quasi turisti, tra la seconda metà di Gennaio e la fine di Febbraio. E’ comunque sempre una gita bellissima, meglio che a Lourdes o a Fatima, da un punto di vista strettamente turistico. E costa meno e si mangia meglio. Se volete vedere Teofanie sul Campanile che giudico autentiche, fatevi un giro in Internet sulle Apparizioni della Madonna al Cairo. Le prime filmate sono del 1968, nel sobborgo di Zeitoun.Conclusioni di un credulone: se son rose (Rita è la Santa delle Rose) fioriranno. Al momento non mi sbilancio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *