23 Maggio 2024
Il trillo del diavolo

Il Trillo del Diavolo: Creation Science 101 di Roy Zimmerman

Roy Zimmerman è un cantautore satirico californiano che, nel corso degli anni, ha pubblicato diversi album caratterizzati da ritmi folk e con testi spesso incentrati su tematiche di denuncia sociale. Nell’album Faulty intelligence del 2006 ha trattato, fra le altre, la questione dell’opposizione alla teoria dell’evoluzione delle specie con il brano “Creation Science 101”. Il creazionismo, ricordiamolo, è quella corrente filosofica dalle forti influenze religiose che cerca di dare una lettura del mondo che vada al di là delle consolidate teorie scientifiche riguardo l’origine dell’Universo, la comparsa della vita sulla Terra e la sua forma attuale. Interpretando in maniera più o meno letterale la Bibbia o testi di altre religioni, i creazionisti individuano l’unica spiegazione plausibile per la complessità della natura in un “ente” che avrebbe progettato il mondo così com’è.

Anche il creazionismo, ironia della sorte, ha subito una sorta di evoluzione per cercare di far fronte alle critiche, giungendo sino ai modelli del cosiddetto Intelligent Design, il disegno intelligente. Nella canzone che vi presentiamo oggi, Zimmerman propone una lettura “rigorosa” della Bibbia, evidenziando come vi siano discrepanze dovute soprattutto a quale delle traduzioni antiche è stata considerata e nello stimare la durata di alcuni dei regni di cui si fa menzione nel testo sacro. Prosegue quindi citando il Paradiso Terrestre, il Giardino delle delizie che era stato creato per Adamo ed Eva, e con malcelata ironia fa notare che la mela tentatrice sia stata messa proprio là dove Eva potesse prenderla e, appunto, dare il via a una serie di “sfortunati eventi”. La prova insindacabile a sostegno? Non serve, perché se si crede non serve altro.

Gli sfortunati eventi che originati dal morso alla mela proibita portano alla generazione di tutta la progenie umana: anche se non sono chiarissime a riguardo, alcune interpretazioni fanno propendere per rapporti incestuosi tra i due fratelli e non meglio definite donne che dovrebbero esser loro sorelle. E’ quindi proprio il caso di pregare per questo possibile peccato!

E per restare in tema di peccatori, l’ipotetico fervente creazionista ipotizza che nel suo uditorio possano esserci degli eretici che credono in Charles Darwin e si meritano di esser presi a calci nel sedere: non è mica possibile che noi siamo i bisnipoti delle scimmie! Questa, infatti era una delle critiche mosse al naturalista britannico, spesso ridicolizzato con caricature e sfottò vari. Secondo i creazionisti, infatti, il mondo è stato creato così com’è, e le prove dell’evoluzione delle creature viventi sono solo forzature ad opera di personaggi come Darwin che non vogliono accettare la presenza del divino. Tra le altre cose, i sostenitori di queste teorie (ad esempio Philip Henry Gosse) affermano che i fossili di dinosauri e altri animali scomparsi siano stati collocati lì dove sono dalla “intelligenza superiore” per dare “completezza al mondo”, mentre per altri sarebbero solo animali enormi che, pur essendo presenti sull’arca di Noè, si sono estinti dopo il diluvio.

Questa è solo una delle decine di obiezioni capziose e senza fondamento che sono state portate avanti nel corso degli anni: Zimmerman fa  riferimento a un “paper” contenente le 50 ragioni per cui rigettare l’evoluzione: si riferisce a un elenco piuttosto lungo ma che, alla prova dei fatti, può essere facilmente confutato. Ad esempio ancora oggi, molto spesso, i creazionisti per screditare la solidità della teoria evoluzionista citano l’episodio dell’uomo di Piltdown. All’inizio del secolo scorso venne annunciato il ritrovamento del famoso “anello di congiunzione tra l’uomo moderno e altri primati” (seguendo una deriva spesso in voga di considerare l’evoluzione come una serie di  “salti”  con grandi discontinuità, piuttosto che come una lenta e ondivaga serie di piccoli mutamenti). Nonostante alcune incongruenze che destarono notevoli dubbi tra gli scienziati dell’epoca, solo negli anni Cinquanta si riuscì a dimostrare che i reperti casualmente trovati nella cava fossero dei falsi creati ad arte. I creazionisti considerano questa una prova dell’inconsistenza della teoria che vede tra noi e le varie specie di scimmie antenati comuni, senza invece considerarla per quello che realmente è: un falso scientifico, forse frutto di una burla, che però dimostra la capacità della scienza di autocorreggersi e indagare.

Nel ritornello Zimmerman sottolinea più volte che, se si inizierà a scansare la scienza, allora sì che si inizierà a rieducarsi, e in chiusura del pezzo invita gli studenti a fare i compiti per la fine del semestre scolastico e prepararsi all’Armageddon. Solo rifiutando le menzogne dell’evoluzione riusciranno ad accedere alla vera conoscenza e a guadagnarsi il massimo dei voti: non possono dare credito a chi dice che saremmo frutto di casuali mutazioni genetiche. Una delle più fantasiose tesi creazioniste è che certe strutture cellulari, ad esempio, sono di “irriducibile complessità”, quindi per forza frutto del lavoro di un soggetto pensante infinitamente più intelligente di noi. Oltre a ciò, l’evoluzione violerebbe la seconda legge della Termodinamica, secondo la quale il grado di disordine di un sistema può solo aumentare, andando quindi in direzione opposta rispetto all’evoluzione di organismi complessi da catene di amminoacidi presenti nel famoso “brodo primordiale”. Chi afferma questo non considerano, però, che la legge vale per sistemi chiusi e isolati, che o non possono ricevere materia ed energia come accade quotidianamente sulla Terra da miliardi di anni, sottoposta al bombardamento di materiale vario come comete, piccoli e grandi meteoriti, e dell’energia proveniente dalla nostra stella.

Il tema dell’educazione delle nuove generazioni sta molto a cuore ai creazionisti, che in diverse zone degli Stati Uniti d’America sono riusciti a far inserire nei percorsi di insegnamento anche le loro teorie, presentandole come una spiegazione alternativa con la complicità di alcuni scienziati. E in Italia? Non siamo certo all’avanguardia come gli statunitensi, ma anche da noi nel corso dei decenni diverse critiche sono state mosse al darwinismo e alle sue implicazioni. In un articolo  del 2002 (ancora attuale) si traccia un buon riassunto di queste posizioni. Tra gli effetti pratici si possono citare l’esclusione dai programmi di insegnamento delle scuole medie delle teorie evoluzionistiche con il decreto legislativo del 19 febbraio 2004. In seguito a vivaci proteste della società civile e della comunità scientifica venne istituita una commissione presieduta da Rita Levi Montalcini che concluse il proprio lavoro richiedendo la reintroduzione del darwinismo nei programmi. Tentativi sono portati avanti anche dai Testimoni di Geova, uno tra i gruppi religiosi che più ha abbracciato le teorie creazioniste e dell’Intelligent Design, che ben si sposano con la propria interpretazione rigorosa e letterale della Bibbia.

Nonostante tutto, il creazionismo in Italia non ha ancora “sfondato”, ma è indubbio che senza la promozione di una solida cultura di base anche nelle materie scientifiche ci sia il rischio che teorie inconsistenti ammantate di scientificità possano fare breccia ed entrare a pieno titolo nel percorso di studio. E magari, come ironicamente si augura Roy Zimmerman, si potrà metaforicamente prendere a calci nel sedere chi ancora si ostina a cibarsi dei frutti proibiti dell’albero della conoscenza!

God made the world in seven days
Well, that’s one week to be specific
Now, that’s what I call scientific
Say Hallelujah, sing His praise
Four thousand forty-two B.C
On Monday, August twenty-seven
He made the earth and sky and Heaven
Then he punched out at five-oh-three
Dio creò il mondo in sette giorni
Beh, a essere precisi è una settimana
Questo è essere scientifici
Dite “Alleluja”, cantate le sue lodi.
Nel 4042 a.C.
Di lunedì, era il 27 agosto,
Egli creò la terra il cielo e il Paradiso
Poi timbrò il cartellino alle 17:03
Then he made Adam, and then Eve
A garden for them to inhabit
The apple right where Eve could grab it
And I’ve got proof, ‘cause I believe
Creation Science 101 
In the beginning it begun
And you are just beginning to educate yourself
when you shun
Evolution
Quindi creò Adamo, e poi Eva
Un giardino dove potessero abitare
La mela proprio nel punto in cui Eva potesse coglierla
E ne ho le prove, perché io credo.
Creation Science 101
All’inizio cominciò
E voi state solo iniziando ad essere educati
Quando schivate
l’evoluzione
Then Cain and Abel he begat
And they begat all of the rest to us
Which means they must have been incestuous
I’m going to have to pray about that
Quindi (Egli) creò Caino e Abele
Ed essi generarono tutti noi
Ciò significa che loro dovettero essere incestuosi
Ora pregherò per questo avvenimento.
There might be sinners in this class
Who might believe in Charles Darwin
I guess that’s just their loss and our win
Because I’m gonna flunk their ass
Potrebbero esserci dei peccatori in questa classe
Che potrebbero credere in Charles Darwin
Credo sarà peggio per loro e meglio per noi
Perché li “boccerò”
If you make Genesis your text
You’ll laugh at Darwin and what he sees
To be the origin of species
Because he’s just plain oversexed
Se farete si che la Genesi sia il tuo testo
Vi prenderete gioco di Darwin e di quel che lui crede
Sia l’origine delle specie
Perché è chiaramente in fissa con il sesso
Creation Science 101
You ain’t no monkey’s great grandson
You’ve got a research paper due
‘bout the fifty reason to shun
Evolution
Creation Science 101
Non sei il pronipote di nessuna scimmia
Dovete fare una ricerca
A proposito delle cinquanta ragioni per evitare
l’evoluzione
Don’t let em’ hand you that old jive
About survival of the fittest
That notion don’t pass the bullshit test
‘Cause look at me, I’m still alive
Non permettete che vi propinino il solito ritornello
Sulla sopravvivenza del più forte
Quell’idea non passerà la “prova della stronzata”
Perché – guardatemi – sono ancora vivo
God made the world just like it is
He made the fossils just to tease us
Old bones to test our faith in Jesus
Yeah, this’ll all be on the quiz
Dio creo il mondo così com’è
Ha creato i fossili per canzonarci
Vecchie ossa per testare la nostra fede in Gesù
Si, tutto questo sarà nel test finale
Creation Science 101
Now Armagedd- your homework done
Because when this semester’s through
It’s straight A’s for students who shun EvolutionThe kids get such an education
When they shun
The heretical theory of the development of life on earth over millions of years by means of spontaneous genetic mutation
Creation Science 101
Ora dedicatevi al Giudizio Universale del vostro lavoro
Perché quando questo semestre sarà finito
Saranno voti massimi per gli studenti che schiveranno l’evoluzione
I ragazzi ricevono una così buona istruzione
Quando schivano la teoria eretica
Dello sviluppo della vita sulla terra in milioni di anni
Grazie soltanto a mutazione genetiche spontanee

Immagine: Roy Zimmerman, foto di Dave Fayram da Wikimedia Commons, CC BY 2.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *