I 10 segreti di Medjugorje e il giudizio finale della Chiesa

Dopo il viaggio pastorale a Sarajevo dello scorso 6 giugno, papa Francesco ha deciso di accelerare sulla questione delle presunte apparizioni della Madonna a Medjugorje, piccolo villaggio di montagna nella Bosnia-Erzegovina dove, il 25 giugno 1981 – all’epoca c’era ancora la Jugoslavia e il regime socialista di Tito – la Madonna sarebbe apparsa per la prima volta a sei ragazzi tra i dieci e i vent’anni, oggi noti come i “veggenti”.

Da allora, puntualmente, la Madonna apparirebbe loro periodicamente, per alcuni veggenti anche ogni giorno, a scadenze prefissate, consegnandogli un messaggio destinato ai fedeli. Le apparizioni di Medjugorje non hanno finora ottenuto un riconoscimento ufficiale dal Vaticano, come invece avvenuto per quelle di Lourdes e Fatima; ma ciò non ha impedito al fenomeno di assumere dimensioni analoghe a quello degli altri due siti di apparizioni mariane, facendo di Medjugorje una tappa di pellegrinaggio per milioni di persone ogni anno. Forse proprio l’enorme devozione dei fedeli nei confronti della Madonna di Medjugorje ha impedito finora alla Chiesa di raggiungere un verdetto sul tema, nonostante la commissione d’inchiesta istituita da Benedetto XVI nel 2010, con a capo il cardinale Camillo Ruini, abbia concluso i suoi lavori nel gennaio 2014, consegnando a Francesco le conclusioni delle indagini effettuate anche “sul campo” nel corso dei più di tre anni di lavoro. Il pontefice ha promesso di esprimersi presto al riguardo, lodando il lavoro di Ruini. Ma intanto qualcosa, su quel “giudizio finale”, è già trapelato: una fonte vaticana, il blog “Il Sismografo”, assicura che il papa non riconoscerà la veridicità del miracolo; e lo scorso 9 giugno, nel corso dell’omelia durante la sua consueta messa a Santa Marta, in Vaticano, papa Francesco ha usato parole molto dure che sono suonate come una sconfessione del fenomeno delle apparizioni:

Ma dove sono i veggenti che ci dicono oggi la lettera che la Madonna manderà alle 4 del pomeriggio? Questa non è identità cristiana. L’ultima parola di Dio si chiama Gesù e niente di più”.

Una foto d'epoca che ritrae alcune delle veggenti di Medjugorje.
Una foto d’epoca che ritrae i sei “veggenti” di Medjugorje.

Sembra quindi probabile che il Vaticano possa presto prendere una posizione di chiusura nei confronti del caso Medjugorje, mettendo in crisi quanti invece, da decenni, sostengono la veridicità delle apparizioni – in primis i sei veggenti, ma anche l’influente emittente Radio Maria – e soprattutto il suo messaggio escatologico. Come infatti le apparizioni di Fatima erano legate ai famosi “tre segreti”, oggi rivelati e legati, a quanto sostiene la Chiesa, a eventi già passati, le apparizioni di Medjugorje sono legate a ben “dieci segreti” che anticiperebbero il giudizio finale e la fine del mondo.

Questi dieci segreti sarebbero stati rivelati integralmente solo a tre veggenti: Mirjiana Dragičević Soldo, Jakov Čolo e Ivan Dragičević. I primi due segreti riguarderebbero la comunità pastorale di Medjugorje, mentre il terzo segreto dovrebbe coincidere con un “grande segno”, un evento soprannaturale che si manifesterà sulla collina di Podbrdo, dove la Madonna sarebbe apparsa per la prima volta nel 1981. Un altro evento miracoloso che dovrebbe seguire la rivelazione del terzo segreto riguarda Ivo Juričić, un ragazzo all’epoca delle prime apparizioni (ha poi sposato la sorella di una delle veggenti), privo di una gamba; la Madonna avrebbe rivelato ai veggenti che a Ivo sarebbe stata restituita la sua gamba. Promessa, com’è stato notato, molto simile a quella della Madonna di Garabandal (anch’essa non riconosciuta dal Vaticano), che garantì il miracolo della restituzione della vista a un uomo, Joey Lomangino, che l’aveva persa per un incidente sul lavoro in giovane età. Lomangino è poi morto l’anno scorso all’età di 84 anni senza che il miracolo si sia realizzato.

I segreti di Medjugorje dal terzo al decimo riguarderebbero il futuro dell’intera Chiesa e preannuncerebbero il Giudizio finale.  Il padre francescano Petar Ljubicic, vicino ai settant’anni, già responsabile della parrocchia di Medjugorje, e che oggi vive in Germania, sarebbe stato scelto dai veggenti per rivelare i segreti tre giorni prima del loro verificarsi e comunque entro l’arco della sua vita. Ljubicic non conosce i segreti, ma li apprenderebbe leggendo la pergamena su cui essi sono scritti, custoditi dalla veggente Mirjiana. La pergamena, che è stata mostrata dalla veggente a diverse persone, è completamente bianca, ma il suo contenuto (affermano i veggenti) può essere letto da Mirjiana e diventerà leggibile da padre Ljubicic a tempo debito. Circola, al riguardo, la storia di una presunta analisi chimica effettuata sulla pergamena da un laboratorio di Zagabria, che ne avrebbe confermata la provenienza “non terrestre”. Ma questa storia è riportata solo dai siti favorevoli al caso Medjugorje e non esiste alcun documento al riguardo.

Uno dei numerosi libri firmati da padre Livio Fanzaga di Radio Maria sul caso Medjugorje.
Uno dei numerosi libri firmati da padre Livio Fanzaga di Radio Maria sul caso Medjugorje.

Sulla rivelazione dei 10 segreti c’è da sempre molta agitazione tra i circoli cattolici più integralisti, soprattutto sul web; non c’è da meravigliarsi se, nel corso del 2012, in coincidenza con l’enorme attenzione mediatica relativa alla presunta profezia Maya sulla fine del mondo, in molti abbiano sostenuto che quell’anno i segreti sarebbero finalmente stati rivelati. Padre Livio Fanzaga di Radio Maria dichiarò che un messaggio della Madonna nell’agosto 2012 possedeva elementi identici a quello pronunciato nell’agosto 1991, alla vigilia della guerra in Bosnia, e che pertanto la resa dei conti fosse vicina. Pierluigi Bottura, direttore del sito DieciSegreti.it, annunciò un’imminente terza guerra mondiale, o “attacchi atomici/chimici micidiali nelle capitali occidentali tipo Parigi, New York, Londra”, invitando i suoi lettori a non frequentarle. Annunciava quindi che

“molto presto (una manciata di mesi, ipotizzo) Maria, per nostra somma fortuna, darà a tutti e 7 i miliardi di viventi una profezia assolutamente straordinaria, il grande segno ed i supermiracoli del terzo segreto, annunciandoli con 3 giorni di anticipo”.

L’effervescenza del 2012 fu rilanciata qualche mese dopo ancora da Livio Fanzaga e dall’esperto di apparizioni mariane Diego Manetti, professore di liceo, in un libro pubblicato da Piemme, Il ritorno di Cristo, nel cui ultimo capitolo, dedicato a Medjugorje, il predicatore di Radio Maria interpretava le dichiarazioni dei veggenti annunciando che “Cristo sta per tornare e darà compimento alla storia spalancando all’uomo le porte dell’eternità”.

Naturalmente non è successo niente, ma ora la data è spostata: si parla del 2015, del 2016, del 2017. Quest’ultima data, in particolare, è teorizzata dal giornalista e cattolico oltranzista Antonio Socci, secondo cui i segreti saranno rivelati nel centenario della prima apparizione della Madonna a Fatima (1917). Infatti, secondo Socci, esisterebbe un “quarto segreto di Fatima”, non rivelato dalla Chiesa, che si compirebbe proprio nel 2017, in coincidenza con la rivelazione dei dieci segreti di Medjugorje. Anche Paolo Brosio, forse il più famoso dei “convertiti” di Medjugorje, sposa la versione di Socci. In un’intervista nel settembre 2014 dichiarava convinto:

“Siamo al conto alla rovescia, non c’è più tanto tempo per i dieci segreti, siamo alla fine dei cento anni (da Fatima, n.d.r.) e Satana è scatenato. Ci sarà di tutto…”.

Forse per questo Socci ce l’ha tanto con papa Francesco, continuamente oggetto dei suoi strali. L’anno scorso, nel suo libro Non è Francesco. La Chiesa nella grande tempesta, l’ex vicedirettore di Rai Due ha contestato l’elezione di Jorge Mario Bergoglio al soglio pontificio, mettendo in dubbio la validità di tutte i suoi atti e le sue prese di posizione da papa. Dopo le parole di papa Francesco dello scorso 9 giugno, Socci ha scritto un editoriale sul quotidiano Libero, dall’eloquente titolo “La Chiesa non è contro Medjugorje (ma Bergoglio sì)”, invitando a prendere le distanze dalle “sparate” del pontefice e “confidare nell’obiettività, nella competenza e nel rigore della Commissione Ruini”.

Pierluigi Bottura di DieciSegreti.it non vuole aspettare il 2017 e nel suo libro Ave 2015, acquistabile sul suo sito, indica nella “primavera 2015 o 2016 al più tardi” il periodo in cui verranno rivelati i 10 segreti. Per giungere a questa conclusione, dopo che già aveva indicato con assoluta certezza la data del 2012, Bottura fa affidamento ai calcoli “di uno studioso di apparizioni mariane, biblista ed esegeta cattolico americano”, Ronald L. Conte, secondo cui il primo segreto sarà rivelato il Venerdì Santo del 2016, il secondo il giorno di Pasqua 2016 e il terzo il 12 maggio dello stesso anno; dopodiché, apparirà il segno sulla collina e si scatenerà la fine dei tempi. Ronald Conte, che gestisce il sito CatholicPLanet.net, non è nuovo a previsioni molto precise che vengono puntualmente smentite. Aveva già predetto un attacco nucleare su New York nel 2010, uno sul Vaticano nel 2013, l’elezione di Hilary Clinton a presidente degli Stati Uniti nel 2009, e l’inizio della Grande Tribolazione, precedente la fine del mondo, il 10 aprile 2009, quando tutte le persone sulla Terra avrebbero ricevuto una visione in cui Dio avrebbe illustrato i loro peccati. Poi nel 2011 aveva corretto il tiro e predetto l’apocalisse nel 2012, per allinearsi alla moda del periodo.

Bottura propone anche come inizio delle rivelazioni dei segreti di Medjugorje il settembre 2015,

“in cui si completano le 4 lune rosse, speciali eclissi lunari che cadono esattamente nei giorni di Pasqua e festa ebraica di settembre, sia nel 2014 che nel 2015, evento che capita in questa combinazione ogni qualche secolo e che ha sempre portato straordinario conseguenze nello stretto intorno di quelle date”.

Qui Medjugorje si lega alle paure intorno alle cosiddette “tetradi lunari”, quando avvengo quattro eclissi totali di luna in un breve arco di tempo, generando il famoso fenomeno ottico della “luna rossa”. Non così raro come s’immagina: in questo secolo avverrà otto volte, la prima nel 2003-2004. E non c’è nemmeno da meravigliarsi, per la verità, della coincidenza per cui nel 2014 e nel 2015 la tetrade cada nel giorno della Pasqua ebraica e della festa del Sukkot (8 ottobre 2014 e 28 settembre 2015). La Pasqua ebraica cade sempre in un giorno di luna piena, e l’eclissi lunare si verifica naturalmente solo quando c’è luna piena. D’altro canto, le feste ebraiche sono parecchie, per cui non è chiaro perché scegliere propria quella del Sukkot per parlare di una straordinaria coincidenza.

A ogni buon conto, aumentano le possibilità che il giudizio finale del Vaticano sul caso Medjugorje chiuda prematuramente tutti i conti alla rovescia sul giudizio finale, legato invece ai dieci segreti delle veggenti.

Roberto Paura

Dottore di ricerca in Fisica, con specializzazione in comunicazione della scienza, laurea in Relazioni Internazionali, è giornalista scientifico per diverse testate ed è stato consulente per la comunicazione della Città della Scienza di Napoli. Dal 2013 è presidente dell'Italian Institute for the Future. Socio CICAP dal 2011.

36 pensieri riguardo “I 10 segreti di Medjugorje e il giudizio finale della Chiesa

  • 13 Febbraio 2018 in 17:16
    Permalink

    Queste pseudo profezie di sedicenti esperti mariologi servono solo a rafforzare il sano scetticismo di chi, pur credendo e forse, proprio perché crede, non è disposto bene a cadere nelle sabbie mobili della creduloneria.

  • 1 Gennaio 2018 in 11:13
    Permalink

    Il 2017 è finito.

    E allora? E’ finito il Tempo di Caino (1999-2017) profetizzato da Teresa Neumann? Adesso siamo tutti buoni? 😀

    E allora? E’ finito una buona volta il Secolo di Satana, o ci sarà una nuova proroga? 😀

    Ed i 10 segreti di Medjugorje, la cui rivelazione è “imminente” da 36 anni? Niente, eh? 🙂

  • 11 Ottobre 2016 in 10:16
    Permalink

    STARWAR……95 minuti di applausi….mi si sono spellate le mani :o))

  • 2 Settembre 2016 in 16:36
    Permalink

    Ah ecco, quando i giudizi degli altri non ti piacciono li chiami pregiudizi. Sentirsi dare dell’ignorante da una credulona, comunque, è una medaglia sul petto.

  • 31 Agosto 2016 in 16:59
    Permalink

    Posso ben vedere che non sei povero di pregiudizi. I pregiudizi sono alla base dell’ignoranza umana…. e della tua

  • 13 Luglio 2016 in 17:00
    Permalink

    Lasciando stare certi blandi (e innocui) deliri mistici, è interessante la notizia della radiazione dall’albo di Joyeux, uno dei “costruttori” di Medjugorje. L’ennesima prova che si tratta di furbacchioni che vanno solo in cerca di gonzi che pendano dalle loro labbra: loro gli dicono le cose che vogliono sentirsi dire, e poi hanno una laurea in medicina (e come è noto chi ha una laurea in medicina e magari è professore – in oncologia – è una persona seria… sì va be).
    Chissà Grano che si inventerà stavolta per difendere Joyeux… cioè… per difendere sè stesso da scossoni troppo sgradevoli. Ma qualcosa si inventerà, questo è chiaro.

  • 12 Luglio 2016 in 17:21
    Permalink

    Le benedizioni mio caro Luca M. non possono essere ritornate al mittente, perchè sarebbe come ritornare a tua madre la vita che ti ha donato con sacrificio e dolore, e questo è quello che sono costate a Milena, sacrificio e dolore…sacrificio perchè avrebbe potuto indirizzare le sue preghiere per qualcuno più bisognoso di riceverle e dolore perchè in fondo forse sapeva già che avresti rifiutato la sua mano tesa. In merito alla presunta o pretestuosa ricerca di vericità e/o sull’esistenza o meno di Dio, il problema per chi crede non si pone….mi spiego: fosse pure autosuggestione, ignoranza, banalità o deliberata convinzione ciò non toglie che queste persone hanno scelto come vivere la propria esistenza e che scopo ad essa da dare, che è il medesimo se pur diametralmente opposto di chi invece ha deciso di “credere”ad altro o al “negazionismo dell’altro”. Avete impalcato una diatriba inutile e sterile su articoli e personaggi che come voi hanno per “scelta personale” abbracciato stili di vita e convinzioni proprie, e le stesse avete cercato di “mascherarle” attribuendogli valori di veridicità o pseudo-scientificità…..dalla serie non sapete nemmeno se domani vi alzerete dal vostro letto e pretendete di liquidare una questione momentaneamente “scientificamente non valutabile” con delle chiacchere da massaie al corso di uncinetto….beh che dire…complimenti a tutti, e per prima a me che invece di andare a fare del bene, ho presuntuosamente impiegato 10 minuti del mio tempo in questo commento altrettanto scontato e pretestuoso. Concludo solo ringraziando Milena e riambiando le sue benedizioni su di lei e su tutti noi!!

  • 12 Luglio 2016 in 15:13
    Permalink

    Salvo Di Grazia, sul suo profilo Twitter, ha dato notizia della recentissima radiazione dall’Ordine dei medici del professor Henri Joyeux, a causa delle sue posizioni antiscientifiche sui vaccini: https://twitter.com/MedBunker/status/751908322299801605?lang=it

    Quello che forse non sapete è che questo soggetto è colui che per primo ha studiato (ha fatto finta di studiare) i “veggenti” di Medjugorje.
    Se esistono persone come erika, la responsabilità è in buona parte di persone come Joyeux.
    E non si tratta di ignoranza. Se le credenze assurde si sconfiggessero solo con la cultura sarebbe bello. Chi si occupa di pensiero razionale in maniera seria sa che certe credenze hanno solo poco a che fare con l’ignoranza, sono trasversali da questo punto di vista.
    Queste credenze nascono, molto raramente, da malattie mentali, un po’ più spesso da disturbi mentali meno gravi, ma molto molto più spesso dal combinato disposto di influenze ambientali e fragilità, debolezze interiori, anche dovute a fattori esogeni. Si crede a certe cose perchè se ne ha bisogno. Ecco perchè poi si diventa aggressivi se qualcuno ci tocca la credenza.

  • 10 Luglio 2016 in 02:55
    Permalink

    …esponete il vostro grande SAPERE ….vi reputate tanto intelligenti e soprattutto tanto sgamati a confronto dei poveri IGNORANTI INGENUI CHE SI ILLUDONO E CREDONO …avete una presunzione nel giudicare i fatti per peraltro non conoscete che fa “gridare vendetta a Dio”…quell’altro genio bestemmiatore che scrive che metterebbe una bomba e ci farebbe una discoteca, ci farebbe un luogo dove non so se saprebbe divertirsi utilizzando un comportamento sano e lecito …Tu stai bestemmiando…Quello è un luogo SACRO!!. Ma chi credete di essere? Quell’altro ultimo arrogante presuntuoso che risponde a maria milena che si tenga per sè le SUE benedizioni ……cioè ti senti tanto un grande da sputare addosso alle benedizioni di DIO???? Ma chi ti credi di essere? Io credo…fermamente credo!! Mi vanto di far parte di quella schiera “ignorante “che crede….chiaramente lo dico in tono ironico: qui gli ignoranti presuntuosi sono altri…..perchè già la presunzione è indice di ignoranza …e qui ne ho letta tanta …sapete tutto voi e conoscete tutto voi…..e cercate di allontanare dalla verità….pecore travestite!!

  • 18 Agosto 2015 in 16:45
    Permalink

    @ Milena

    Milena ti ringrazio personalmente ma rimetto a te le Tue e Sue benedizioni, tenetevele care e buon viaggio……… ricordati di usare bene la vita terrena perchè se poi non troverai nulla dopo almeno avrai fatto qualcosa!

  • 17 Agosto 2015 in 12:14
    Permalink

    Amo il SIGNORE, e solo LUI sa la verità su apparizione profezie e segreti, non mi accanisco con nessuno perciò contro e pro di questa situazione. Vivo cosapevole che solo l’ONNOSCIENTE conosce la verità e con serenità a pace rimetto a LUI ogni cosa.
    Guardate a LUI e cercate in LUI la fede, perchè abita nei vostri cuori
    Un abbraccio a tutti indistintamente e che il SIGNORE vi benedica.
    Milena

  • 10 Agosto 2015 in 15:18
    Permalink

    Quanto alla mia palese bugia, basta leggere l’ articolo e conoscere la differenza tra una intervista pubblicata a pochi giorni della medesima e la narrazione di un progetto – documentario fallito con la persona che doveva collaborare al progetto morta da dieci anni, a cui viene attribuita una presunta frase registrata. E basta leggere tutta l’ impalcatura dell’ articolo per capire l’ affidabilita’ del giornalista. Ad esempio Padre Vlasic fu accusato solo nel 2008, 3 anni dopo la morte di Margnelli. E, addirittura, era gia’ morto anche il vescovo Zanic, che Bocchi scrive lo accuso’. Fu si’ acccustao, ma dal suo successore, Mons. Peric. Bocchi presenta le cose come se Margnelli fosse gia’ a conoscenza del futuro, ovvero fosse lui un veggente. E dovrei chiedere io a una persona simile le prove di quel che dice? Me le porti lui a casa, accompagnato da Starwar.
    https://en.wikipedia.org/wiki/Tomislav_Vla%C5%A1i%C4%87

  • 10 Agosto 2015 in 15:02
    Permalink

    Starwar. Ovvero della serie: “Ho vinto io!”

  • 8 Agosto 2015 in 14:50
    Permalink

    Per concludere, sai qual è il tuo problema?
    Sei completamente disinteressato nei confronti della verità.
    Hai letto il mio post in cui rimandavo all’articolo del Manifesto non più tardi dell’8 luglio (giorno in cui mi hai risposto la prima volta). Oggi è l’8 agosto: è passato un mese esatto. E in un mese non hai fatto l’unica cosa che avrebbe fatto chiunque fosse interessato alla verità, su un argomento che gli sta tanto a cuore: di fronte ad una notizia così clamorosamente in contrasto con ciò che ti risulta, se fossi interessato a comprendere, avresti contattato il Manifesto per cercare di entrare in contatto con Bocchi così da poter comprendere la situazione ed eventualmente ascoltare il nastro. Cercare di acquisire un nuovo tassello per il puzzle di dati di cui sei in possesso. Verificare la coerenza di Margnelli.
    Invece non l’hai fatto, nonostante – ripeto – l’argomento ti stia tanto a cuore da averti indotto a rompere il tuo silenzio nel blog.
    Questo è molto significativo. E’ chiaro che non l’hai fatto perché hai paura di dover far fronte ad un tassello che – se Bocchi non è un folle che mente spudoratamente – introdurrebbe contraddizioni nel tuo quadro di certezze su fenomeni e persone.
    Non hai fatto nulla di tutto questo. Cosa hai fatto invece? Hai cercato di creare confusione, prima provando con palesi bugie (“il Giornalista del Manifesto non dice affatto di aver intervistato Marco Margnelli ma riferisce, non si sa da qual fonte”), poi attaccandoti a polemiche sterili.
    A questo punto, senza ironia, ti dico e ti raccomando: rimani nel tuo mondo di fantasia, perché là fuori c’è una realtà che ti fa davvero paura.
    Questo è uno spazio per persone pensanti. Rifacendomi a Piero Angela direi: questo è uno spazio per chi vuole capire, non per chi vuole credere.
    Non controllerò eventuali tue repliche. Non sono interessato.

  • 8 Agosto 2015 in 07:58
    Permalink

    Ti ho risposto: se uno tiene conto di quello che hai scritto se ne trae la logica conclusione che Margnelli evidentemente si contraddiceva, quindi – per definizione – era una persona non affidabile.
    L’ipotesi che Bocchi si sia inventato il virgolettato del nastro che ha detto di conservare (e che sa che qualcuno gli potrebbe chiedere) è risibile.

  • 7 Agosto 2015 in 10:06
    Permalink

    Se consideri Marco un Credulone o uno Stupido perche’ l’ hai tirato fuori? Non era in tema, Ti vai a cacciar nei guai, come Bocchi, pensando sia una vittoria facile parlare delle idee di uno che e’ morto da un pezzo e non puo’ difendersi e replicare. Sei masochista? Giacche’ ci sei, sarei curioso di una Tua risposta logica alla mia domanda del 31, ore 16,53. Ma forse la logica non esiste per Te, se non quando Ti fa comodo.

  • 2 Agosto 2015 in 07:46
    Permalink

    Chi ha mai detto che Margnelli fosse cicappofilo? Lei continua a non comprendere quello che legge. Nel mio precedente intervento, ho concluso evidenziando che, razionalmente,si può giungere a tre possibili conclusioni: 1) era un credulone; 2) era uno stupido; 3) era un genio.
    Aggiungerei che le opzioni più probabili restano le prime due (tanto più se si contraddiceva).
    Riguardo al nastro di Bocchi, lo deve chiedere a lui, non a me.

  • 31 Luglio 2015 in 17:01
    Permalink

    http://cspbo.altervista.org/qp2/articoli/1994/QP%201994-margnelli.pdf
    Questo articolo per i pochi di Voi che, oltre a sparar gazzose e barzellette varie e insulti a me e agli altri che osano rinfacciargli comportamenti tuttaltro che razionali e veritieri, vogliano anche fare la fatica di capire come studiava Marco Margnelli. Non e’ lungo ed e’ alla portata anche della Vs/Qultura.

  • 31 Luglio 2015 in 16:53
    Permalink

    “Inoltre lo psicologo Armando De Vincentiis avrebbe analizzato il lavoro di Margnelli nel suo libro Estasi: stimmate e altri fenomeni mistici (Avverbi, Roma, 1999), sostenendo che le conclusioni a cui è arrivato Margnelli presenterebbero diversi punti deboli.” Domanda a Starwar e agli altri suoi Compagneros de Merengue: se Margnelli era cosi’ ben Cicappiofilo nelle conclusioni su Medj e su altri fenomeni Mistici, che bisogno aveva il Vs/amico, l’ Armando, di contestarlo? il brano e’ tratto da Wiki, scheda intitolata “Madonna di Medjugorje”.

  • 31 Luglio 2015 in 16:36
    Permalink

    Caro Guerra Stellare, se Bocchi ha veramente il nastro, me lo faccia ascoltare. O lo faccia ascoltare in TV. Io di Margnelli ho le trasmissioni televisive di Piero Vigorelli in memoria (non le trovo in rete). In quella su Vincenzo Fullone, dopo aver affermato che il giovane non poteva fingere, mentre subiva, filmato e controllato, la Crocifissione, la lesione del nervo mediano, in quanto la posizione del pollice non poteva essere simulata se non avendo questa lesione, alla domanda di Vigorelli: “Ma allora, Professore, ci troviamo di fronte a un Miracolo?” Rispose: “Se dicessi che e’ un Miracolo, mi espellerebbero dall’ Ordine dei Medici”. E ho le sue confidenze. Ma queste non son prove e non Te le dico, essendo confidenze.

  • 23 Luglio 2015 in 13:03
    Permalink

    @ Aldo Grano

    Ho letto solo ora la sua risposta.
    Mi riesce difficile distinguere, in quello che lei scrive, tra lo stato confusionale (di chi non ha compreso ciò che ha letto) e la malafede (di chi cerca di negare l’evidenza di ciò che nell’articolo è scritto). Non mi stupisce che le due caratteristiche possano coesistere in chi si è creato un mondo di fantasia in cui poter riuscire a vivere.

    In ogni caso, da quanto scritto si comprende chiaramente quanto segue: l’autore dell’articolo (che, per inciso, è un noto regista documentarista, Giancarlo Bocchi), negli anni Novanta aveva intenzione di realizzare un documentario su Medjugorje ed intervistò Margnelli, che, come confermano i i nastri di cui Bocchi dice di essere ancora in possesso, rise del carattere miracoloso degli eventi medjugorjani e negò di essersi convertito.
    Stop.

    Il testo è chiarissimo (per chi abbia almeno 8 anni e sia normodotato intellettualmente e nel campo dell’onestà intellettuale):
    “Alla fine degli anni ‘90, chi scrive incon­trò il pro­fes­sor Marco Mar­gnelli con l’idea di fare un docu­men­ta­rio su Med­ju­go­rje. Nel corso degli anni, lo scien­ziato aveva appro­fon­dito gli studi sull’ipnosi e sugli stati coscienza e aveva molto da dire sui veg­genti di Med­ju­go­rje. Ma il pro­getto docu­men­ta­ri­stico venne riman­dato a causa dello scop­piò del con­flitto in Kosovo e qual­che tempo dopo il pro­fes­sor Mar­gnelli si ammalò gra­ve­mente. L’idea docu­men­ta­ri­stica venne abban­do­nata defi­ni­ti­va­mente, ma ho ancora il nastro con quello che mi disse e ricordo la rispo­sta che lo scien­ziato diede alla mia domanda se quello che i veg­genti vede­vano fosse un fatto sovran­na­tu­rale. «Nes­sun mira­colo… Si tratta di auto­sug­ge­stione», rispose Mar­gnelli in modo netto.”

    Riguardo al fatto che Margnelli sostenesse l’omeopatia, questo può significare diverse cose:

    1) Margnelli era un credulone. Bene, essendo lui un credulone, quanto su riportato rende ancora più significative le sue dichiarazioni “negazioniste” su Medjugorje (non ci credeva nemmeno un credulone come lui);

    2) oppure, Margnelli era stupido. Allora tutto ciò che ha detto, sia a proposito di Medjugorje che dell’omeopatia non ha significato. Ma rimane il fatto che la propaganda di Medjugorje ha cercato di utilizzare Margnelli per i propri scopi, come ho evidenziato nel mio intervento;

    3) oppure, Margnelli era un genio. L’omeopatia funziona e lui l’aveva capito. Bene, allora, sono tanto più importanti i suoi giudizi negativi su Medjugorje, riportati da Bocchi, che conserva i nastri.

    Ora non so come cercherà di svicolare, ma l’unica strada praticabile è quella di accusare Bocchi di essersi inventato tutto.
    Lei è patetico.

  • 20 Luglio 2015 in 20:25
    Permalink

    @Bombarda: parli di radere al suolo Medjugorie….. tu saresti cosi stupido da uccidere una gallina delle uova d’oro ?
    E piu uova d’oro grosse come quelle che si producono a Medjugorie non credo proprio ne esistano.

  • 13 Luglio 2015 in 12:07
    Permalink

    @ Aldo Grano: citi due tipi che abbracciano la medicina complementare e noi ‘normali’ dovremmo leggere le loro alternativate?
    https://bioneuroblog.wordpress.com/about/
    basta leggere il link ‘chi siamo’ per stare alla larga dai……

    suvvia un po’ di serietà, ormai sei grande!

  • 8 Luglio 2015 in 15:42
    Permalink

    Caro Starwar, il Giornalista del Manifesto non dice affatto di aver intervistato Marco Margnelli ma riferisce, non si sa da qual fonte. E il suo articolo, oltre che pieno di bestialita’, e’ di un Comunista e Stalinista che non perdona ai Croati di essersi schierati, 75 anni fa, col Fascismo. Cosa che c’ entra ben poco con gli Studi Scientifici.Se avesse fatto una testimonianza che a Te non conviene avresti detto, giustamente, che occorrono supporti e dichiarazioni scritte. Marco preferi’, per tutta la sua vita, non schierarsi. E al momento della Morte preferi’ rimanere in silenzio. Non sposo’ mai alcuna Chiesa, nemmeno l’ Ateismo. Questo Medico suo amico, essendo lui Ateo, preferisce credere che tale Marco sia rimasto fino in fondo. Io so che non lo era, pur non essendo Cattolico. Dimmi Tu se il suo comportamento, nella vita, fosse tale da poterVene vantare, voi Atei e Queryniani. Tra l’ altro uso’ anche l’ Omeopatia.Ma Voi l’ onesta’ della ricerca non sapete dove stia di casa.
    https://bioneuroblog.wordpress.com/2010/06/01/marco-margnelli-come-lo-ricordo-medico-e-ricercatore-della-coscienza/

  • 7 Luglio 2015 in 13:44
    Permalink

    In queste cose la chiesa usa il principio delle “bocce ferme”. Le apparizioni si convalidano sono quando i veggenti sono o morti o ben custoditi dentro un convento. Vedi Lourdes o Fatima.
    Qui abbiamo una squadra di calcio di veggenti tutti vivi e giovani, tutti in pericolo di fare sciocchezze, di smentire, di tirarsi indietro, facendo così fare una figuraccia al magistero. Quindi ovviamente nessuna approvazione ufficiale per i prossimi vent’anni. Se non l’ha data il Woitilone madonnaro estremo, non la dà più nessuno. Molto semplice. Il resto sono chiacchere.
    Per ora la faccenda non necessita di nessuna approvazione, in quanto va avanti da se. Anche un poco di polemica contraria non fa che aumentare la risonanza mediatica. E poi non è il caso di mettersi troppo contro Radio Maria, visti i tempi di vacche magre per la chiesa.

  • 29 Giugno 2015 in 06:45
    Permalink

    I propagandisti misero anche in giro la voce che un medico ateo che aveva partecipato alle rilevazioni scientifiche sui veggenti, Marco Margnelli, si fosse convertito. Ma lui ne rideva divertito, dicendo: “Questi sono matti”, come testimonia il giornalista che lo intervistò all’epoca: http://ilmanifesto.info/medjugorje-la-fabbrica-delle-sante-illusioni/

    Tutto fa brodo per abbindolare i creduloni.

  • 26 Giugno 2015 in 15:58
    Permalink

    Viviamo in un mondo di creduloni! Forse la scuola pubblica non fa abbastanza per far crescere persone sane e razionali? A quanto pare no, altrimenti non ci sarebbe una materia chiamata religione…

  • 26 Giugno 2015 in 12:23
    Permalink

    Ma il Vangelo?
    Questo antico libro ha ancora qualche valore di fronte a questi fenomeni di massa?

  • 25 Giugno 2015 in 08:02
    Permalink

    Ci sarebbe da ricordare che l’attuale Papa non piace a molti credenti (o pseudotali, per me).
    Forse perchè ricorda ai fedeli cosa significa essere Cristiani e non gli aderenti ad un esclusive club privato.
    Ernesto, non essere esagerato, certi siti per certa chiesa, sono già l’equivalente di una discoteca. Anzi, schiattano d’invidia quando vedono i mussulmani dell’ISIS e compagnia bella che si immolano armi in pugno per difendere la loro fede. Ah, se i cristiani facessero altrettanto!

    Siti come quelli nominati sopra servono solo per dare una speranza in più a chi cerca una via, qualsiasi, per curare i suoi guai. Da sempre la gente fa pellegrinaggi verso i templi, i santuari e compagnia bella, così come cerca qualcuno che interceda per loro presso il dio di turno. Il mondo grecoromano aveva una fauna di divinità per ogni cosa, noi abbiamo santi per ogni cosa. C’erano luoghi “magici” ed oggi abbiamo i luoghi delle apparizioni, dei miracoli…
    ma in cosa questo tipo chiesa è diversa da quella pagana? In nulla.
    Sembra una chiesa populista, di massa, di marketing. Basta che se ne parli.
    Il Papa non potrà mai mettere il veto. La gente non capirebbe. I fedeli o pseudo tali non capirebbero. Loro hanno bisogno di fede concreta, credono solo se c’è il miracolo. Dal miracolo alle filosofie il passo è breve. Poi quando si scopre che il miracolo o la filosofia sono falsi o errati… si mette a tacere la voce contro e ci si tiene il comodo.

    Aldo, abbiamo visioni della Fede diametralmente opposte, ma lo sai già.

    🙂

  • 24 Giugno 2015 in 21:40
    Permalink

    Gentile Aldo,
    in merito alla tua considerazione, secondo cui i veggenti non hanno mai citato date riguardanti la rivelazione dei 10 segreti, questo è vero (sebbene una scadenza temporale l’abbiano fissata: a rivelare i segreti dev’essere padre Ljubicic, che oggi ha settant’anni, e quindi ci si aspetterebbe che la rivelazione avvenga al massimo tra 20-30 anni). Ma in questo articolo mi sono limitato ad approfondire la “sovrastruttura” nata sulla base del fenomeno Medjugorje, soprattutto quella millenarista, che più mi interessa e che si lega ai temi che “Query” approfondisce, dal momento che le questioni legate alla fede – e quindi alla veridicità o meno del fenomeno delle apparizioni – non competono al CICAP.

  • 24 Giugno 2015 in 10:45
    Permalink

    Quante puttanate si devono sentire nel 2015. Ma non sarebbe meglio radere al suolo Medjugorje e, sullo stesso sito, aprirci una bella discoteca con ampio parcheggio, piscina e ristorante?

  • 24 Giugno 2015 in 09:05
    Permalink

    Il secondo punto sul quale voglio criticarTi è il tentativo di confondere atteggiamenti millenaristici e addirittura astrali di un sottobosco di seguaci o di tifosi di queste Apparizioni con quello che avrebbero detto i 6 Portavoce della Madre di Dio. Le date non ci sono. Anche Don Livio Fanzaga non ha mai parlato di realizzazione dei Segreti proprio nel 2012. Che lo abbia sperato, che sia molto frettoloso, che non ne possa più di aspettare, può essere vero. Medjugorje non è una messa alla prova solo per lo Scetticismo, ma innanzitutto per chi ci crede: nessun uomo normale sopporta 34 anni di attesa di avvenimenti che sembrano imminenti. ma Don Livio è ben consapevole che Dio non ha i nostri tempi ed essendo a contatto con alcuni dei sei praticamente 24 ore su 24, sa che nessuno di loro ha mai postato una data sul NET. Non ho altre critiche da farTi, Roberto. Medjugorje continuerà ancora e intanto gli avvenimenti forti e dolorosi che demoliranno, pian piano, la nostra “civiltà” continueranno a realizzarsi mentre gli Uomini, Credenti o no, continueranno a dividersi tra chi pensa sia tutto spiegabile e chi crede che il Dio di Abramo, Isacco, Giacobbe ed Ismaele, si manifesti tramite Medjugorje e le altre Apparizioni, tramite Profeti, avvisandoci del destino che ci attende e indicandoci le strade per salvarci.
    Vi saluto con un contentino affettuoso per i numerofili: oggi è il 24 giugno, ed è il vero anniversario delle Apparizioni. La data ufficiale è il 25 Giugno 1981, ma la sera prima la Madonna apparve sul Podbrdo per la prima volta a sei ragazzi, di cui due, però, non vollero tornare. Il 25 si costituì il gruppo ufficiale, per questo è considerata la data dell’ inizio delle Apparizioni. Altra coincidenza strana: la Slovenia dichiara la propria indipendenza il 25 giugno del 1990 e subito iniziano le sparatorie che porteranno alla morte (come stato unito) la Yugoslavia

  • 24 Giugno 2015 in 08:31
    Permalink

    Credo che l’ importanza dell’ argomento meriti che io resusciti per un attimo e che approfitti ancora una volta dell’ Ospitalità di Query e del CICAP. Medjugorje è importante non solo per la Storia della Chiesa Cattolica e della Ex Yugoslavia (la Guerra che porterà alla rapida dissoluzione di quello Stato inizia in Slovenia 9 anni dopo l’ inizio delle Apparizioni) ma anche per tutto il Mondo. Devo dire che il Tuo articolo, caro Roberto, può essere accusato di pochissime inesattezze e non indulge verso accuse di tipo bombardiano, ovvero: è falso perchè ci guadagnano sopra. Quindi Ti critico solo in due punti: il primo è”Le apparizioni di Medjugorje non hanno finora ottenuto un riconoscimento ufficiale dal Vaticano, come invece avvenuto per quelle di Lourdes e Fatima;” Questa è pura propaganda. La Chiesa, dopo Urbano VIII, non ha l’ abitudine di riconoscere Apparizioni ancora in corso. Lourdes e Fatima sono state riconosciute a posteriori. Ufficialmente, però, è il Vescovo competente per Diocesi che può stabilire, in corso d’ opera, se credere o no alle Apparizioni. Quindi a Medjugorje le Apparizioni avrebbero dovuto essere archiviate come false, perché entrambi i Vescovi succedutisi in 34 anni a Mostar tali le hanno dichiarate. Questo ha creato un inedito scenario, in cui la Conferenza Episcopale dell’ allora Yugoslavia Unita, pur non dando torto al Vescovo, ritenne opportuno tollerare devozioni e Pellegrinaggi e monitorizzare lo sviluppo della situazione. La Commissione Ruini non ha evidentemente tagliato la testa al toro. La situazione è molto imbarazzante perché una presa di posizione ufficiale del Vaticano andrebbe o contro due Vescovi (uno morto, l’ altro ben vivo) o contro una Apparizione che qualunque persona, credente o meno, abbia studiato il comportamento della Chiesa verso le Apparizioni, sa che saranno senza dubbio riconosciute come vere, in quanto, se solo le confrontiamo con Lourdes e Fatima, (per l’ appunto!) sono quantitativamente più documentate ed in modo esponenziale per durata, frutti di conversione,miracoli. Papa Francesco avrebbe dovuto scegliere tra un imbarazzante silenzio (sono 15 mesi che la commissione Ruini ha concluso i lavori e glieli ha presentati) e un ulteriore rinvio (non constat de supernaturalitate, ma continuiamo a vedere come va a finire). Ha scelto di dare un colpo al cerchio e uno alla botte: il primo giorno fa una garbata presa in giro, che gli ambienti ostili, Te compreso, non mancano di afferrare con convulsioni di gioia. Ma non cita Medjugorje quindi nessun medjugorjano è tenuto a sentirsi offeso e richiamato. Del resto in giro per il Mondo Vi sono in questo momento qualcosa come 4000 apparizioni in corso, ed alcune molto più conflittuali di Medjugorje e dove la Madonna è ancor più “portalettere”. Quindi ci si salva dicendo che il Papa intendeva parlare di altre Apparizioni, quelle false. Il giorno dopo il Papa dichiara che la Madonna è Superiore agli Apostoli. Dichiarazione che non ha suscitato lo stesso entusiasmo negli antimedjugorjani ma che, dal punto di vista dottrinale, significa riconoscere a Maria un ruolo finora negato e molto in linea con la “mission” che Lei stessa dice di avere in questi tempi. Conclusions: pur restando sempre commosso quando un Ateo si appella al Papa, credo che tu abbia scelto l’ appiglio sbagliato. E’ molto fragile e riscivolerai in acqua, se pensi di risolvere con l’ aiuto del Vaticano il fenomeno paranormale forse più colossale della Storia, e di grande imbarazzo per tutti gli Scettici.

  • 23 Giugno 2015 in 12:20
    Permalink

    C’è un “segreto” di cui i vari sostenitori dei miracoli di Medjugojre non parlano…Quanto ha reso in questi anni ad agenzie di viaggio, albergatori, autori di libri ecc. lo sfruttamento della vicenda? Ho letto da qualche parte che i “veggenti” hanno messo insieme una discreta fortuna, alla faccia della povertà evangelica.

  • Pingback:I dieci segreti di Medjugorje

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *