Aumentano gli “indemoniati” nel Regno Unito

Nel Regno Unito va aumentando la richiesta di esorcismi per la cura di disturbi psichiatrici di vario genere, soprattutto tra gli immigrati appartenenti ad alcune minoranze etniche, tra le quali la comunità asiatica. Una recente inchiesta della BBC si sofferma su tale questione.

Per comprendere meglio l’origine di questo fenomeno abbiamo pensato di chiedere il parere di Armando De Vincentiis, psicologo e psicoterapeuta, studioso delle manifestazioni psicologiche e psicosomatiche dei fenomeni paranormali a sfondo religioso, collaboratore del CICAP e autore di “L’indemoniata. Nascita ed evoluzione di una sindrome da possessione” (che abbiamo recensito qui). Buona lettura.

Uno dei principali problemi legati ai fenomeni di possessione, che rende davvero difficile riconoscere una patologia mentale, è legato al fatto che, in molte occasioni, non è la patologia del singolo a costruire il fenomeno ma la situazione dell’intera comunità. Non stiamo affermando che il gruppo di appartenenza del presunto posseduto sia composto da folli, ma che sia la credenza culturale condivisa dal gruppo, quando raggiunge certi estremismi, ad assumere connotazioni patologiche.

Quando è il contesto (inteso come sistema familiare, gruppo culturale, eccetera) ad abbracciare una determinata credenza è davvero facile cadere vittima di certe trappole. Come ho avuto modo di spiegare in altre sedi, se i segnali sono immediatamente interpretati come sintomo di possessione, l’iter di guarigione comincerà direttamente da quello spirituale scartando a priori l’ipotesi medica. Ma, ovviamente, può accadere anche il contrario nel momento in cui lo stesso medico è parte integrante di quel sistema culturale estremo che dà per veri certi fenomeni. Alcuni credono che il medico sia sempre contrario alla pratica esorcistica, ma sono in errore, dimenticando che molti medici sono credenti come il resto della comunità e cadono essi stessi nella trappola culturale.

Il problema della patologia mentale trattata in modo inadeguato va oltre la semplice credenza nella possessione e nei mali spirituali, per il semplice fatto che, spesso, essa non è riconosciuta nemmeno dallo specialista. Infatti essa può essere l’espressione di un’interazione che assume connotazioni patologiche tra alcuni membri della famiglia, ma che perde tale valenza quando questi membri sono presi singolarmente.

Se non c’è interazione tra un genitore ed un figlio, ad esempio, questa dimensione patologica difficilmente può essere osservata. Ed ecco che fornirà all’esorcista, nei casi di presunta possessione, una delle prove che non si tratti di malattia mentale ma di un intervento di uno spirito maligno.

Ancora, un segnale di possessione, in molte culture, non è visto semplicemente nel male fisico che colpisce un soggetto, ma anche in un cambiamento di abitudini mal tollerato dal sistema morale di una famiglia. Come mai un ragazzo ligio al suo dovere di studente ad un certo punto decide di non voler più studiare e di frequentare cattive compagnie? Ecco che ipotesi quali trasgressioni del sistema famigliare o rifiuto di valori repressivi ed imposti non vengono prese in considerazione, per il semplice fatto che non sono nemmeno contemplate da quella famiglia. E’ più “economico”, sotto l’aspetto psicologico, attribuire la causa a qualche influenza maligna (sempre che questa sia prevista dal relativo sistema di credenze).

Appare ovvio che un farmaco possa non dare effetti: non esiste una molecola in grado di modificare un’interazione famigliare distorta, così come non si può eliminare una credenza culturale. Un attacco di panico che consegue alla paura di avere un demone sotto il letto non viene certo eliminato da un serotoninergico, così come il ricorso a qualche rituale bizzarro, messo in atto per difendersi dall’influenza di uno spirito maligno, non potrà mai essere eliminato da un antipsicotico. E se uno specialista può essere consapevole dell’influenza culturale di alcune patologie non ne è certo consapevole chi ne è portatore, che mai si sottoporrà alla sua attenzione.

Ed è proprio in certi tipi di sistemi di valori, credenze e miti culturali che i guaritori spirituali e gli esorcisti proliferano. Questi non hanno nemmeno bisogno di un’attività di marketing dal momento che sono i clienti che li cercano attraverso un gioco reciproco di suggestioni. La credenza del cliente/paziente è rafforzata nel momento in cui la stessa famiglia si rivolge al guaritore che, inevitabilmente, con i suoi rituali, non solo la riconferma ma, addirittura, ne peggiora l’espressione.

Il problema non riguarda solo le minoranze etniche britanniche, ma appartiene ad un sistema più vasto, nel quale ognuno ha i suoi spiriti maligni e le sue modalità per eliminarli. L’Italia, che conta centinaia di migliaia di presunti indemoniati, non si sottrae a questo “gioco” culturale, anche perché la credenza nel diavolo e nelle sue possibilità di intervento è radicata. E certi interventi di esorcisti e presunti posseduti sui media non fanno che confermarla.

41 pensieri riguardo “Aumentano gli “indemoniati” nel Regno Unito

  • 27 Novembre 2012 in 17:33
    Permalink

    Caro Armando, mi sembra che l’ inchiesta della BBC linkata riguardi principalmente le minoranze, ormai non trascurabili, Musulmane. Anche in Italia ci sono molti Musulmani e il problema della Possessione da parte degli Spiriti Malefici che loro chiamano Jinn si è affacciato anche da noi. Non l’ ho studiata a fondo, ma so da amici Musulmani che hanno degli Esorcisti, la maggioranza dei quali ruota attorno a qualche Moschea o centro Culturale Islamico. Numerosi video di Esorcismi in ambito Musulmano circolano in Rete.Avendo frequentato anche i Cinesi, so che hanno il problema anche loro e che hanno una Tradizione di Esorcismo fatto in prevalenza da Monaci o da Sciamani. Ogni minoranza etnica ne ha. A differenza dei Musulmani, i Cinesi hanno anche una Medicina Tradizionale riconosciuta dallo Stato, che cura, o, almeno, ci prova, anche le patologie psichiche. Ovviamente queste Comunità possono sfuggire al controllo del SSN (succede anche per patologie normalissime, purtroppo, e il problema si aggrava con le politiche di risparmio attuate negli ultimi anni) e quindi possono esserci sia abusi sia danni per i pazienti. Per quanto riguarda, invece, l’ Esorcistato della Chiesa Cattolica penso Tu possa dormire sonni tranquilli. Questo è il parere di Don Gabriele Amorth, decano dei Sacerdoti Esorcisti, ripreso da pag. 93 del suo “Esorcisti e Psichiatri”:”Il ricorso ai medici rappresenta la generalità, la prima cosa da farsi; il ricorso all’ esorcista è l’ eccezione, a cui ci si rivolge solo in presenza di sintomi del tutto particolari”. Poche settimane fa Don Gabriele è tornato sull’ argomento a Radio Maria, ribadendo che la strada maestra è rivolgersi al proprio Medico curante e fare il percorso diagnostico-terapeutico del SSN.
    Se può interessare a Te e agli altri, in Rete ci sono le sue risposte agli Psichiatri intervenuti alla sua lezione a Tor Vergata, presso i locali della Clinica Psichiatrica dell’ Università, il 26 Aprile 1993:
    http://medjugorje.altervista.org/doc/pamorth//11-psichiatri.php

    Risposta
  • 27 Novembre 2012 in 17:39
    Permalink

    A proposito di “sintomi particolari” mi sento di dirTi che, se Ti si presenta un paziente che, all’ improvviso, dopo aver vissuto una vita normale, sente una presenza estranea al proprio interno che si manifesta con violenza solo, o soprattutto, in vicinanza a luoghi sacri, faresti bene a valutare di ricorrere all’ aiuto di un Esorcista. Molto spesso, comunque, è difficile una diagnosi differenziale. I sintomi non sono sempre così chiari. Bisogna guardare ai risultati, e non al trionfo delle nostre idee.

    Risposta
  • 27 Novembre 2012 in 21:33
    Permalink

    Quindi ad un ateo che non ha una tradizione religiosa,(se ci sono stati casi) come si manifesta sulla persona?

    Risposta
  • 28 Novembre 2012 in 14:38
    Permalink

    Se maschi: barba ricciuta a incorniciare il volto, laurea in Matematica (quando manifestano il loro Ateismo vengono spesso definiti MaAteomatici) erre leggermente moscia, apparizioni improvvise nei Talk Shows televisivi (non disdegnano nemmeno Porta a Porta). Di carattere impertinente, durante gli assalti Demoniaci chiamano i Cristiani in Francese (xenolalìa) e sono capaci di scrivere anche tre libri l’ anno contro la Chiesa Cattolica, verso la quale non devolvono mai l’ Otto Per Mille.
    Se femmine: allergia al parrucchiere, a causa della quale il loro aspetto è spesso scarmigliato. Occhi chiari, predisposizione all’ Astronomia, amore patologico verso i cani domestici, reazioni violente se gli si toglie la patente di guida. Tendenza a candidarsi in Politica in Movimenti di matrice Comunista a scarso seguito elettorale. Generalmente molto longeve e di intelligenza diabolica anche in tarda età.
    Comunque, Luk, è proprio la prima domanda rivolta a Padre Amorth nel link che ho riportato. Leggila, è più serio di me, anche se sembra scherzi anche lui.

    Risposta
  • 29 Novembre 2012 in 07:46
    Permalink

    Wow!!!!! pensavo fosse un brano preso da Colorado Cafe’.

    Risposta
  • 29 Novembre 2012 in 13:46
    Permalink

    Aldo: notiziona fresca fresca “attivato a milano centralino per esorcismi”

    Risposta
  • 2 Dicembre 2012 in 17:13
    Permalink

    Dai tanti filmati visionati su Padre amorth su you tube (circa 50) non emerge nulla di diabolico!

    Risposta
  • 4 Dicembre 2012 in 14:04
    Permalink

    Sì, hai ragione, ma anche cercando sui video di Colorado Caffè non emerge nulla! Tra l’ altro è una trasmissione per giovani comici: anche Margherita Hack è stata rifiutata per l’ età!

    Risposta
  • 4 Dicembre 2012 in 14:15
    Permalink

    Ti avviso (tra noi 2 è necessario) che provo a parlare seriamente: 1) Non ho mai visto qualcuno del CICAP credere a un filmato, salvo quando dimostri qualcosa cui il CICAP crede (es. quelli che documenterebbero trucchi di Sai Baba). E anche io considero i filmati prove poco attendibili, in quanto falsificabili facilmente. L’ unico modo, per uno Scettico, di capire che si tratta di manifestazioni del Demonio è seguire Padre Amorth nei suoi Esorcismi e intervistare e monitorizzare i suoi Pazienti, anche prima e dopo l’ esorcismo, lontano da lui. Se viene fatto singolarmente e con l’ atteggiamento paritario di chi si presenta da solo e onestamente (sono scettico, ma vorrei poter assistere) nessuno Vi ostacolerà. Certo, se arrivate con l’ atteggiamento inquisitorio di chi si considera unto dal signore della sapienza e in squadra…2) Non mi risulta che esistano su You Tube video di Esorcismi fatti direttamente da Padre Amorth, perché lui è contrario a queste forme di spettacolo. Se ne hai trovati nella Tua ricerca, linkameli. In genere si trovano pezzi delle sue interviste mischiati con video di altri Esorcisti, come questo:

    Risposta
  • 4 Dicembre 2012 in 14:22
    Permalink

    Scusa Aldo tu contempli la possibilità che ci sia davvero un Diavolo e che sia in grado in penetrare nella mente della persona prendendo possesso delle sue azioni?

    Risposta
  • 4 Dicembre 2012 in 14:23
    Permalink

    correggo
    … sia in grado di penetrare…

    Risposta
  • 4 Dicembre 2012 in 15:17
    Permalink

    Non “contemplo” questa possibilità: ne sono sicuro al 100 per 100. Tra l’ altro non c’è un solo Diavolo.

    Risposta
  • 4 Dicembre 2012 in 21:01
    Permalink

    Non e’ possibile Aldo,qui si tratta di crederci per fede perche’ di fatti non ce ne sono.Non capisco la tua sicurezza al 100 per 100 per fede o per fatti vissuti e studiati?

    Risposta
  • 5 Dicembre 2012 in 13:29
    Permalink

    Caro Luk, forse non ci capiamo perché quelli che per me sono fatti per Te non lo sono. Mi dici quali fatti vuoi per credere che una parte dei disturbi curati tramite esorcismi  sia opera di Demoni?

    Risposta
  • 5 Dicembre 2012 in 13:34
    Permalink

    Esatto Aldo, non mi sono spiegato bene.ma possibilmente con resoconti di psichiatri o affini.Ciao.

    Risposta
  • 5 Dicembre 2012 in 15:05
    Permalink

    O questa intervista al Dr. Simone Morabito, psichiatra.
    Ma c’è tanta roba in giro, e da quando esiste la Psichiatria nelle Università. Pensare che non esistano Psichiatri che abbiano assistito a possessioni diaboliche e/o esorcismi significa non voler credere mediante il sistema del non volersi informare:
    http://www.friulicrea.it/itriflessioni/story$num=433&sec=9

    Risposta
  • 6 Dicembre 2012 in 07:40
    Permalink

    Aldo aiutami,da quello che ho letto di Don Talmelli non ho capito una cosa. lA MEDICINA NON SAREBBE IN  GRADO DI RICONOSCERE UNA possessione diabolica da una malattia mentale.ovvero riconosce solo malattie mentali.Mentre la chiesa saprebbe distinguere le due cose?

    Risposta
  • 6 Dicembre 2012 in 13:23
    Permalink

    Caro Armando, non ho la certezza, ma è molto probabile che sia lui. Osservazioni: 1) la condanna è del 97, l’ articolo che ho linkato è del 2004, quindi o è stato assolto in Cassazione, o ha pagato il suo debito con la Giustizia e lavora regolarmente di nuovo.2) Il dubbio di Luk era se esistessero Psichiatri che credessero nella Possessione Diabolica e fossero in grado di documentare le loro esperienze.3) In campo Medico, e Psichiatrico soprattutto, esistono condanne di Medici molto capaci professionalmente, che però non hanno rispettato qualche legge o hanno agito per interesse privato. In ogni caso non riguarda le loro capacità scientifiche. E, come ho già detto, i peggiori delinquenti possono essere bravi in campo scientifico. Il giudizio morale, almeno per i Neopositivisti del CICAP, dovrebbe essere escluso dalle valutazioni scientifiche.4) La stessa Rivista on line che ci ospita ha di recente attaccato chi cerca di screditare l’ avversario, anziché rimanere sul campo scientifico. Mi pare che Tu tenti di screditare un avversario, perché non hai di meglio da opporre. RicordaTi che questo fa sicuramente presa su quelli che sono schierati dalla Tua parte, ma non sugli avversari e, evidentemente, non sui clienti del Dr. Morabito.
    Io, personalmente, non mi sognerei mai nemmeno di pensare di screditare il lavoro di James Randi perché ha una condanna in Giappone su una causa non scientifica o perché ha fatto outing sul suo orientamento affettivo, come non mi sogno di screditare Superquark perché, pur essendo una trasmissione della TV di Stato, ci lavorano Padre e Figlio.

    Risposta
  • 6 Dicembre 2012 in 13:30
    Permalink

    Caro Luk, a parte il fatto che dovresti linkarmi l’ intera frase del Dr. Talmelli, comunque sulla questione della Possessione Diabolica c’è controversia in campo Psichiatrico e non può non esserci: credere nel Diavolo significa anche credere in Dio. Quindi alcune Associazioni Psichiatriche la riconoscono, altre no, gli Ordini Professionali evitano di prendere posizione. Penso che il Dr. Talmelli volesse dire che la Possessione Diabolica non è classificata tra le Patologie acclarate e sulle quali c’è largo consensus, almeno nella Diagnosi. E così è: lui e De Vincentiis ne sono la “dimostrazione scientificamente inoppugnabile”.

    Risposta
  • 6 Dicembre 2012 in 13:42
    Permalink

    No Aldo non e’una dichiarazione di Talmelli ma l’evidenziazione in maiuscolo e’ una mia interpretazione da quello che ho letto.Ma con tutta la tecnologia di oggi (tecamere a circuito chiuso nei reparti )possibile che non si possa risalire ad una sola prova video?intendo una qualsiasi sul paranormale.PER QUELLO che riguarda il prof. Morabito mi ha preceduto Armando nella risposta.

    Risposta
  • 6 Dicembre 2012 in 13:56
    Permalink

    Per il momento Aldo sono sicuro di due cose:la medicina da spiegazioni con fatti (malattie mentali),mentre la chiesa con aneddoti e nessuna prova . Dico per il momento fino a prova contraria.Dalla grande esperienza del Dott. De Vincentiis non ne emerge alcuna.Aldo adesso pero’ non dirmi che puo essere dovuta al fatto che a Vincentiis non e’ ancora capitato.

    Risposta
  • 6 Dicembre 2012 in 15:27
    Permalink

    Caro Luk, Tu insisti sui fatti, però non dici mai quali sono, per Te, dei Fatti con la F maiuscola, quelli che Ti fanno dire: “Sono stato un idiota, è vero! Ora devo cambiare vita!”. Tra l’ altro, mi pare che Tu bari al giuoco se continui a parlare di video. A quali video crederesti? Di cose paranormali ne vedi tante su You Tube, sia sugli Esorcismi, che sui Miracoli del Sole, che sui Fantasmi,  che sui paralitici che camminano e i ciechi che riacquistano la vista. Se Ti portassi una ripresa di una telecamera a circuito chiuso di un ospedale psichiatrico dove vedi un malato sputare chiodi diresti che è un trucco! O no?

    Risposta
  • 6 Dicembre 2012 in 15:58
    Permalink

    Il Dr. Scott Peck è stato Psichiatra (Ufficiale e praticante) ed Esorcista (in incognito e parimenti praticante) per anni. Il suo libro testimonianza Ti costa solo 10 Dollari su Internet. Purtroppo non è tradotto in Italiano:
    http://www.powells.com/biblio?inkey=2-0743254678-1
    In sostanza è stato come Randi che si intrufolava tra gli studiosi di Paranormale per sbottonarli o Grassi che si fingeva UFO per imbrogliare i Cerchiogranari. Ti piace o non gradisci quando qualcuno Vi ripaga della stessa moneta?

    Risposta
  • 8 Dicembre 2012 in 15:54
    Permalink

    No Aldo,la cosa e’ molto piu semplice.quello che intendevo dirti, e’ che se vuoi renderti conto della realta’ basta girare per i reparti ospedalieri e ti rendo conto della realta’. L’altra “realta’”non e’ alla portata di tutti non puoi fare verifiche se sanno che sei uno scettico o un esperto.non e’ una differenza da poco almeno per me.

    Risposta
  • 10 Dicembre 2012 in 20:32
    Permalink

    A quanto pare, nel 2009 un Ospedale Inglese (non Lucano) ha chiesto aiuto ad un esorcista (anglicano, non cattolico). Ma per scacciare un fantasma particolarmente rompiscatole, non per liberare un paziente indemoniato. Del resto non era un ospedale Psichiatrico. Nella cronaca del The Sun anche l’ esorcismo cui fu sottoposto mentre era ricoverato in un Ospedale Psichiatrico il ragazzo che ispirò il noto filmaccio di Friedkin (ma pare che l’ Esorcista venne solo per un consulto e poi iniziò la lunga serie di riti fuori).Verificate se è vero:
    http://www.thesun.co.uk/sol/homepage/news/article2189230.ece

    Risposta
  • 10 Dicembre 2012 in 20:45
    Permalink

    Wiki America riporta la Storia, sostenendo che parte degli Esorcismi fu attuata in Ospedale. Riporta anche le contestazioni dell’ Indagatore Scettico locale, che, consentimi dirlo, non è un Medico e nemmeno uno Psicologo. Comunque sul fatto che Wiki non sia Vangelo, e nemmeno Science, sono d’ accordo.
    http://en.wikipedia.org/wiki/Exorcism_of_Roland_Doe

    Risposta
  • 15 Dicembre 2012 in 15:56
    Permalink

    Venerdi 14-12-2012.Pelazza su italia 1 presenta “INSIDER”.Tratta di una presunta indemoniata. Cosa ne pensate del metodo d’indagine?

    Risposta
  • 15 Dicembre 2012 in 17:25
    Permalink

    Caro Luk, non ho visto la puntata e non la trovo sul Net. Ho letto però un riassunto scritto. Il metodo di Pelazza, in un caso del genere, è buono, ma per essere scientifico deve seguire allo stesso modo più casi, per alcuni anni, e pubblicarli. Così va bene per la TV. Guarda però che lui voleva cercare di infiltrarsi in una Setta Satanica, non di dimostrare che esistono le Possessioni Diaboliche. Certo, ora gli sarà più difficile infiltrarsi o far infiltrare qualcuno. Io avviserei le sue “esche” che rischiano la pelle. Meglio sarebbe avere pronta una squadra di Poliziotti nei dintorni, pronti a intervenire se il “rito” degenera.

    Risposta
  • 15 Dicembre 2012 in 21:33
    Permalink

    @Aldo:Vaiasuso e’ stato liberato da 27 legioni di demoni.Vuoi dire che in questo momento sono tutti in giro?Telefono al Prof. De Vincentiis ,meglio preparare lo spray al peperoncino.Seriamente Aldo, ma ci credi?

    Risposta
  • 15 Dicembre 2012 in 21:41
    Permalink

    Aldo, come De Vincentiis a piu volte ripetuto ” non esistono casi di possessione diabolica,”qui addirittura 27 legioni.Ma insomma,Aldo, lo vuoi dire al prof. come si catturano questi demoni? Ciao Aldo.

    Risposta
  • 16 Dicembre 2012 in 13:03
    Permalink

    Cosa intendi, per “catturarli”? Se intendi prenderli alla rete o all’ amo, per poi metterli in gabbia e studiarli con calma in laboratorio, finora non è stato possibile perché non sono per niente collaborativi. Se invece intendi acchiapparne almeno uno e metterselo dentro “per vedere l’ effetto che fa”, allora il Prof. dovrebbe mettersi a frequentare sedute spiritiche e/o messe sataniche e gli può riuscire, insistendo. Tra l’ altro, una volta catturatone uno, può anche verificare chi glielo toglie meglio: uno Psichiatra o un Esorcista. Lo avverto però che il rischio di non liberarsene più esiste.

    Risposta
  • 16 Dicembre 2012 in 13:09
    Permalink

    Aldo, ci sto provando da anni!!!!!!

    Risposta
  • 16 Dicembre 2012 in 14:29
    Permalink

    Non Ti scoraggiare: vedrai che ci riuscirai.

    Risposta
  • 16 Dicembre 2012 in 19:00
    Permalink

    Speriamo che Armando ,nella sua frase “ci sto provando da anni!!!”non sia riferita al fatto di non riuscire a liberarsi di un demone;

    Risposta
  • 16 Dicembre 2012 in 20:39
    Permalink

    Quando si dice la fortuna, Padre Amorth  dichiara 60.000 esorcismi.Aldo, e tu dici “non ti scoraggiare:vedreai che ci riuscirai”.Aldo,questo che fa un esorcismo ogni ora?i demoni sono terrorizzati dagli atei(penso ateo il Prof. Armando) da stargli cosi distanti?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *