Concorso “Fake!”: ecco i vincitori

Al XII Convegno del CICAP è stato premiato “Fake! Il Concorso dei falsi paranormali“, una gara di realizzazione di teorie del complotto, foto e video che sembrano documentare fenomeni misteriosi o impossibili. Circa una dozzina le proposte arrivate, con un buon livello medio, e con alcune creazioni davvero fantasiose. Ecco, qui di seguito, quelle dei vincitori.

La sezione video ha visto premiare Gianluca Dall’Agnese, con il suo “Misterioso fenomeno di Poltergeist su veicolo”. Complimenti al vincitore, e alla sua inquietante auto senza guidatore.

Nella stessa categoria, una menzione speciale è andata a un simpatico video sul tema dei guaritori filippini: “L’operazione”, realizzata da Guido Bertolino con la collaborazione del coordinamento CICAP Cuneo.

Per la sezione “Fotografie”, sono state premiate “Le false foto dell’allunaggio”, di Paolo Bertotti. La prova definitiva che le immagini dello sbarco di Armstrong e Aldrin sono state realizzate sulla Terra: nelle foto compaiono entrambi, come non avrebbe mai potuto essere.

Sulla pagina web dell’autore, oltre alla serie completa delle fotografie inviate, troverete anche la documentazione allegata: falsa anch’essa, come nel migliore spirito del concorso.

Infine Alessandro Bider, per la categoria “Teorie del complotto”, ci ha finalmente svelato il motivo dell’elusività di una delle più note creature criptozoologiche: “Gli alieni hanno rapito il mostro di Loch Ness!”

A tutti i partecipanti i nostri ringraziamenti, e complimenti ai vincitori.

Un pensiero riguardo “Concorso “Fake!”: ecco i vincitori

  • 13 Novembre 2012 in 13:45
    Permalink

    Ho visionato le opere vincenti assieme a Vanna Marchi, con la quale ho sempre avuto relazioni di affari prima del triste periodo di reclusione. E’ stato un modo piacevole di festeggiare la libertà. C’ era anche il Mago Do Nascimiento. Quella che ci è piaciuta di più è L’ Operazione, che meritava a nostro parere più di una semplice menzione speciale: Regia degna di Bergman, Interpretazione superba. Entrambe da scrivere, quindi, con la Maiuscola.
    L’ articolo di giornale avrei voluto scriverlo io, tanto è ben fatto! Complimenti. Mi è piaciuta molto anche la pubblicità delle catene da neve Yeti.
    Il video vincitore, se non è un fake sul fake, è sicuramente quello che ha richiesto una maggiore preparazione tecnico scientifica, quindi sotto questo punto di vista meritava il primo premio. Ho cercato anche le prove che non sia stato girato nel 1991, ma tutti gli abiti sono compatibili coi primi anni 90 e sullo sfondo non ho visto passare nessuna auto successiva. Perché, allora, nasconderlo per tanto tempo? Era stato, forse,  sempre uno della famiglia Mac Faker a girarlo e a tenerlo nascosto, magari lo stesso Oswald nipote di Jon? Propongo, comunque, di rifarne una edizione in cui la visione venga inclinata di 40° verso l’ alto, in maniera che il poltergeist sia doppio: fantasma a guidare e salita in discesa. Così come è fatto, almeno all’ inizio, sembra che l’ auto scivoli perché non frenata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *