Hollande elimina le auto blu? No.

Hollande taglia il 100% delle auto blu e usa i soldi risparmiati per costruire centri di ricerca e assumere giovani ricercatori precari. Il tutto nei primi 60 giorni di governo e, per quello che riguarda la costruzione dei centri di ricerca, entro il prossimo Ferragosto.

È vero? Beatrice Mautino ha indagato per Wired e ha scoperto che:

Il testo è stato immediatamente diffuso e condiviso da migliaia di utenti e parallelamente alcuni hanno iniziato a insospettirsi: quali sono le fonti? Da dove arriva la notizia? Abbiamo fatto una breve indagine: in fondo, un provvedimento come l’abolizione del 100% delle auto blu dovrebbe essere ben pubblicizzato, soprattutto se accompagnato dalla creazione di centri di ricerca in tempi record e dell’assunzione di migliaia di ricercatori. Nulla.

I siti dei principali quotidiani francesi non ne parlano, così come non c’è nulla sui portali ufficiali o tra icomunicati stampa dell’Eliseo o di François Hollande. Se usando come chiavi di ricerca ” Hollande” e “auto blu” in italiano si ottengono migliaia di pagine che rimandano al testo che circola in Rete, le stesse chiavi di ricerca in francese portano ai molti articoli sulla scelta dell’auto presidenziale (una Citroen DS5 ibrida) o sui pesanti licenziamenti in corso nelle ditte automobilistiche francesi. Idem per la ricerca ininglese. Apparentemente gli italiani sono gli unici a discutere di questo provvedimento.

E quindi, che cosa c’è di vero in quel documento? Un utile strumento per cercare di seguire i lavori della presidenza francese è l’ osservatorio online aperto da Le Monde. Lo trovate anche su Facebook come Le suivi des promesses de François Hollande (” Il monitoraggio delle promesse di François Hollande“). Il quotidiano francese segue passo passo le mosse del Presidente francese e, programma elettorale alla mano, verifica lo stato dei lavori con tanto di barra di avanzamento.

Dall’elenco scopriamo che lo stipendio dei Ministri e del Capo dello Stato è stato ridotto del 30% o che è stato effettivamente programmato il ritiro delle truppe dall’Afghanistan entro il 2012, mentre l’annunciato blocco dei prezzi della benzina per tre mesi è stato rimandato così come è ancora in sospeso il provvedimento che prevede un aliquota fiscale del 75% per i redditi superiori al milione di euro. Delle auto blu nemmeno l’ombra.

12 pensieri riguardo “Hollande elimina le auto blu? No.

  • 12 Agosto 2012 in 13:57
    Permalink

    Qui la discussione ha depistato subito sulla Politica e sulla Politica Economica, con tanto di calcoli. Ma credo di capire che Query non ce l’ abbia affatto con Hollande e che l’ intento dell’ articolo fosse quello di mettere in guardia contro le notizie pubblicate troppo spesso a cuor leggero, e senza documentazione. Affrontarle con mentalità scettica significa ricercare e verificare le fonti. Purtroppo tutti noi, me compreso, tendiamo a credere subito, senza verifiche, alle notizie che ci piacciono, facendo le pulci a quelle che vanno contro le nostere convinzioni. Anche Query non è immune da questa “carenza unilaterale di Scetticismo”: basta vedeere il risalto che dà, nel post successivo, alla notizia pubblicata dalla Suddeutsche Zeitung.

  • 18 Luglio 2012 in 19:26
    Permalink

    nessun ricco, anche onesto, pagherebbe mai quelle tasse per 2 milioni di euro di guadagno, piuttosto lavora 4 mesi in meno all’anno e licenzia qualcuno, guadagnandoci in salute e dando problemi a qualcuno, sono più che d’accordo sul tassare di più i ricchi ma anche li non si può esagerare sennò ci sono tanti paesi in giro per il mondo che tassano meno e ancora più aziende si sposterebbero all’estero! le tasse dovrebbero essere più basse e basta! se risparmiassi 100 euro di tasse al mese sono sicuro che tra una cena e un’uscita con gli amici spenderei 50 euro in più al mese, di quei 50 euro quasi 9 sono di iva ed ecco che alla fine lo stato mi avrebbe scontato 41 euro sui 50 “virtuali”, io sono più contento perchè posso fare una cena in più o fare qualcunque altra cosa ed è contento anche quello che incassa i miei soldi che altrimenti non avrei speso….. ma qua preferiscono prenderci tutto e subito senza pensare che al prossimo giro non prendono più niente perchè siamo a secco!

  • 18 Luglio 2012 in 12:08
    Permalink

    mi ha tratto in inganno il fatto che ha scritto 3/4 di quello che guadagna, invece essendo la tassa 1 milione e 150mila euro , la tassazione risulta essere poco piu della metà di quello che si guadagna e non i 3/4!

  • 18 Luglio 2012 in 12:06
    Permalink

    ops, scusate avete letto male!

  • 18 Luglio 2012 in 12:05
    Permalink

    750000 +
    400000=
    ———–
    1.150.000
    ma non ce l’hai un calcolatrice sul pc? Tra l’altro anche io ho sbagliato..e ancora di meno di quando pensavo..

  • 18 Luglio 2012 in 12:02
    Permalink

    salvatore, a scuola devono aver sbagliato a insegnarti qualcosa. 750.000 + 400.000 non fa 125.000, ma 1.150.000. esattamente come detto da mirko: un milione e 150 mila, diverso da 150000 che citi, ti sei perso il milione per la strada.

  • 18 Luglio 2012 in 09:16
    Permalink

    X Mirco : a scuola mi hanno insegnato che 2 +2 fa 4 e che 750000 + 400000 fa 125000 e non 150000.
    Ciò detto, è chiaro che è tanto come tanti pero sono ancora i soldi che gli rimangono: 750000 mila euro.
    Io non li ho mai visti, ne penso che li vedro mai, come la maggior parte delle persone che guadagna, se gli va bene, 800- 1000 euro al mese. In questa siituazione non sarebbe meglio far pagare ai ricchi, invece di tassare i poveri?
    Poi è chiaro, che se lo fa solo la francia, i ricchi come topi scapperanno. Infattu dovrebbe essere una cosa mondiale, ci guadagnerebbero tutti ( tranne lo 0,1 percento dei ricchi).
    bella

  • 18 Luglio 2012 in 00:56
    Permalink

    Se Hollande fa una tassa cosi pesante…domanda in Francia ci ci rimane?
    ci sarà una mega delocalizzazione di ricchezze..infatti Cameron si struscia le mani
    e metterà il tappeto rosso per i ricchi francesi… come è oggi per quelli italiani.
    La formula è semplice + tasse – lavoro – ricchezza, e vice versa.
    Per tutto questo casino tra spread ect. è nato per far portare le ricchezze nei paesi anglosassoni
    e nord europa,
    dove loro furbi furbi, dato che le loro banche non hanno piu cash, mediante Moddy’s e altre sorelle….
    aggrediscono il nostro paese nel debito pubblico per far spostare il cash nelle lore banche.
    Ultima cosa…Holland non assomiglia un po ad un “ranocchio?”

  • 17 Luglio 2012 in 23:58
    Permalink

    Per Salvatore:
    rifai un po’ i conti….per redditi di 2milioni di euro:
    primo milione al 40% ossia 400mila euro
    secondo milione 75% ossia 750mila euro
    totale su un reddito di 2 milioni lo stato si prende 1milione 150mila euro…
    ok che chi ha redditi stratosferici può permettersi tasse più alte, ma portarsi via 3/4 di quanto si è guadagnato mi sembra decisamente un furto

  • 17 Luglio 2012 in 22:51
    Permalink

    X Steven :
    al 75 per cento verrebbe tassato solo il reddito oltre il 1milione di euro.
    Se per esepio hai un reddito di 2 milioni, sul primo milione pagherai l’aliquota normale ( penso 40%) quindi 400mila euro e sull’altro milione il 75 %, quindi 750000 euro..quindi se hai un reddito di 2 milioni, allo stato devi dare quasi 130mila euro.

  • 17 Luglio 2012 in 19:20
    Permalink

    sono ignorante sul programma di hollande ma il 75% sui redditi sopra un milione???? ok tassare di più i ricchi ma se devo dare allo stato 750000€ su 1000000€ anche se li guadagno onestamente e dichiaro tutto (visto che in italia tendenzialmente chi dichiara un reddito simile come minimo fà il triplo in nero)vedo due alternative: o divento disonesto, o scappo in un’altro paese!

  • 17 Luglio 2012 in 18:41
    Permalink

    aliquota del 75 % sui redditi over 1000000? Non la farà mai, e anche se dovesse fare qualcosa di simile, integrerebbe il testo di legge con tanti di quei comma “scappatoie” da rendere il tutto inutile, oltre a favorire il sommerso ecc… ridicoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *