La scienza improbabile delle celebrità

Scienza e persone famose: un connubio pericoloso quando i vip si lasciano andare a consigli di salute sbagliati o scientificamente infondati, viste le diffuse pratiche di emulazione tra i fans. E così ogni anno l’associazione britannica “Sense about Science” stila un rapporto con le peggiori castronerie uscite dalla bocca delle celebrità, corredandole da brevi correzioni ad opera degli scienziati. Ecco le più interessanti.

Le idee più confuse riguardano il settore “dieta”: la pop star Sarah Harding rivela di cospargere i suoi cibi di carbone vegetale, che “non sa di nulla, ma a quanto pare assorbe tutte le cose pericolose e negative del corpo”, mentre la cantantante e attrice Olivia Newton-John sponsorizza l’uso di un beverone a base di enzimi e piante sudamericane, per “rafforzare il sistema immunitario”. Due diete totalmente inutili, in quanto il nostro corpo produce già tutti gli enzimi che servono al momento giusto, e la funzione “anti-tossica” del carbone vegetale è già svolta benissimo dal fegato (anzi, meglio, dal momento che il carbone vegetale è assolutamente inutile contro alcune sostanze, prime fra tutte l’alcool). Bocciata anche la “blood type diet”, praticata da Cheryl Cole e Cliff Richard: l’affermazione secondo cui le persone avrebbero bisogno di un’alimentazione diversa a seconda del proprio gruppo sanguigno è priva di alcun fondamento scientifico.

Un’altra dieta che sembra essere diffusissima tra le celebrità è la cosiddetta “Master Cleanse”, due settimane di digiuno interrotto solo da succhi di acero, limone e pepe della Cayenna: la praticano con entusiasmo Naomi Campbell, Ashton Kutcher e Demi Moore. Eppure è una pratica molto rischiosa, come spiega la dietologa Anna Raymond, della British Dietetic Association: “Essenzialmente, non state purificando il vostro corpo – lo state affamando! Una dieta troppo rigida può portare alla creazione di alcune sostanze potenzialmente pericolose, i chetoni, conseguenza dei vostri cambiamenti metabolici. “

Nell’elenco delle castronerie scientifiche non poteva mancare l’ormai famosissimo “Power Balance”. L’elenco delle celebrità che lo indossano convinti è lungo: David Beckham, Robert de Niro, Kate Middleton, Rubens Barrichello… Ma la scienza lo boccia: “E’ solo un effetto placebo”.

Bizzarro è anche il consiglio del lottatore professionista Alex Reid, secondo cui è importante non eiaculare durante un rapporto sessuale, per poter mantenere nel proprio corpo il valore nutritivo del liquido seminale: “E’ l’equivalente di una bistecca con uova, limoni ed arance”. Risponde John Aplin, professore presso l’Università di Manchester ed esperto di riproduzione: “Lo sperma non può essere riassorbito, una volta che si è formato nei testicoli”. E il suo elevato potere nutrizionale è in realtà una leggenda metropolitana.

Molto pericolosa è infine la pratica dell’attrice Julia Sawalha, che in un’intervista al Daily Telegraph ha affermato di non effettuare i vaccini anti-malarici, e di prendere al suo posto i “nosodi”, un’alternativa omeopatica totalmente inefficace.

Nel dare l’appuntamento all’anno prossimo, il rapporto di “Sense about Science” fornisce anche due semplici lezioni da imparare, utili per tutte le celebrità “pizzicate” a fare affermazioni strampalate:

1) Non c’è bisogno di “rafforzare”: le funzioni corporee funzionano senza alcun “rinforzo”.

2) L’energia e la forma fisica derivano da… alimentazione sana ed esercizio: non ci sono scorciatoie.

Foto originale di Floyd B. Bariscale tratta da Flickr.
Distribuita con licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial 2.0 Generic.

3 pensieri riguardo “La scienza improbabile delle celebrità

  • 11 Gennaio 2011 in 21:53
    Permalink

    A parte che non capisco perchè bisognerebbe seguire le diete/mode o comportamenti dei cosiddetti vip. Solo perchè sono delle persone che fanno un lavoro visto da molta gente, ripeto solo visto. Non hanno nessun’altra qualifica ma  solo pubblicità ,che mettendoci dietro anche un marchio fa vendere il prodotto. Ma tantè  Panem e circensis ,già qualcun’altro lo aveva già sfruttato. D’altronde potremmo mangiare come fanno gli astronauti, solo liofilizzati tanto il valore nutritivo lo hanno lo stesso.!!!!!
    Quello che la scienza si ostina a non vedere pur vivendoci dentro è l’intangibile e invisibile, ma senza andare troppo lontano gli odori e sapori, le emozioni. Ovvia pesatemi l’odore o un kg di emozioni, anzi me ne dia un sacchetto. Noi massa ci nutriamo di tutto questo e guarda caso ha delle volte un effetto placebo. Naturalmente il placebo non lo studiamo è un placebo. Appunto.

  • 10 Gennaio 2011 in 22:34
    Permalink

    Dopo questo articolo, dovremmo chiudere buona parte delle industrie farmaceutiche del Mondo, ormai strettamente dipendenti dai fatturati degli “integratori” alimentari. La mia opinione, che è quella di un farmacista, ma che non è supportata da sufficienti studi scientifici e non ha un grande consensus a livello medico, è che gli uomini rispondono in maniera molto variabile sia ai vari tipi di alimentazione che ai vari tipi di dieta. Avere solide basi scientifiche (o un dietologo capace ed onesto come supporter) diminuisce la possibilità di spendere soldi senza alcun ritorno e, in troppi casi, di ammalarsi o peggio.

  • Pingback:Tweets that mention La scienza improbabile delle celebrità -- Topsy.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *