Diretta assemblea dei soci 2010

Abbiamo iniziato!

Superate le difficoltà di connessione, iniziamo la diretta.

Massimo e Marta hanno fatto la presentazione e ora iniziamo a dividerci nei due gruppi: Eventi e Indagini.

Nel gruppo eventi stiamo parlando del prossimo convegno. Sedi proposte: Novi Ligure, Lugano e Treviso (dintorni).

La data prevista è il 2012 – prima che finisca il mondo…

Stiamo cercando di capire come ottenere i crediti formativi per gli insegnanti. Eventuali suggerimenti sono benvenuti.

Si propongono temi e relatori per le sessioni del prossimo convegno. Voi avete idee? Ci sono argomenti che vorreste fossero trattati? Scriveteceli nei commenti sotto!

E’ arrivato il dato ufficiale dei partecipanti: siamo in 68!
(15 secondo la Questura).

Arriva la proposta di fare corsi di formazione (come il corso per investigatori) in streaming: potrebbe interessare?

Temi proposti: scie chimiche, medicine alternative, tecniche di persuasione, negazionismi, effetto placebo, bufale ambientalistiche, bufale culinarie.

Si potrebbe fare una serata sulle bufale in cucina più cena con menu a tema.

Possibili ospiti: Corrado Augias, Marco Cattaneo (direttore Le Scienze), Mario Tozzi, Carlo Lucarelli, Gianrico Carofiglio, Giuliana Mazzoni…

Sessione eventi.

Nel gruppo indagini si sottolinea la necessità di creare un database delle competenze per ogni gruppo. E’ emersa la necessità di accedere a tutti gli articoli di S&P/Query online e non solo: una idea potrebbe essere fare un dvd con tutti gli articoli. Credete possa interessare? Voi lo trovereste utile?

Riemerge la problematica dell’archivio stampa: ci sono le persone disposte ad occuparsene, il software da utilizzare è migliorabile o sostituibile ma comunque già utilizzabile. Rimane il problema legale della collezione di articoli, punto già approfondito grazie al parere di esperti, seppur in modo non conclusivo.

Sono venute fuori anche idee riguardanti i prossimi Corsi per Investigatori, durante i quali ci piacerebbe trattare argomenti più delicati. Anche in questo caso vi chiediamo, nel caso abbiate in mente di seguire il Corso nei prossimi anni, se ci sono delle tematiche che non sono mai state affrontate e vi piacerebbe fossero trattate in futuro.

Nel gruppo eventi abbiamo affrontato la questione portata alla luce da Fabio nei commenti: organizzare eventi di portata nazionale al centro/sud. Abbiamo discusso varie possibilità, cominciando dal congresso nazionale, che è molto impegnativo e ha bisogno di un gruppo locale molto attivo e disponibile a farsi carico delle mille cose da organizzare. Per un gruppo in formazione potrebbe essere controproducente in caso di mancata riuscita. Il corso per investigatori è meno impegnativo da organizzare, ma dà anche meno possibilità di trovare nuovi soci attivi.

Tuttavia siamo pienamente convinti che sia necessario organizzare qualcosa al sud/centro. Che cosa potrebbe essere? Noi abbiamo pensato a diverse possibilità, come cicli di conferenze, mini-convegni etc. L’idea che ci è sembrata vincente è quella di organizzare dei corsi di formazione nei fine settimana tenuti dai maggiori esponenti del CICAP, nelle città in cui ci sia bisogno di nuove persone attive. I corsi potrebbero comprendere una parte generale sul CICAP e una parte a tema, in modo da poter essere interessanti sia per chi ne frequenta uno solo sia per chi vuole partecipare a più di uno. La logistica sarebbe a carico dei soci CICAP sul territorio e i contenuti del CICAP nazionale. Che cosa ne pensate?

Ora stiamo parlando del fatto che spesso veniamo visti come troppo seriosi: siamo noi che dovremmo imparare a non prenderci troppo sul serio oppure è un problema di immagine che non corrisponde alla realtà?

Alla ricerca di idee per ottenere maggiore visibilità mediatica. Finora l’idea più simpatica è stata quella di entrare nel guinness dei primati per eventi antisuperstizione, come vincere il guinness per il maggior numero di specchi rotti o per il maggior numero di persone vestite in viola nella stessa sala!
E poi dicono che siamo troppo seri… 😉

Un altro suggerimento è assegnare una targa ai Comuni non superstiziosi. Aperte le nomination!

Ci chiediamo come far aumentare gli iscritti al CICAP e come lanciare le prossime campagne adesioni e lanciamo un minisondaggio: perché vi siete iscritti al CICAP? Che cosa vi potrebbe convincere a rinnovare l’adesione?

Idea: proporre a chi acquista libri sul sito CICAP un abbonamento per 6 mesi a CICAP-Extra a prezzo ridotto, con la possibilità alla scadenza di trasformarlo in iscrizione piena. Che ve ne sembra?

Riprende il dibattito pomeridiano del gruppo Indagini.
Inoltre, è stata sottolineata la necessità di integrare le attività del Corso per Investigatori con iniziative di natura più pratica quali brevi indagini o esperimenti compatibili con le tempistiche del corso.

Sono state proposte due nuove indagini riguardanti rispettivamente la sorgente di acqua “miracolosa” di Garlasco e la sedicente sensitiva Rosemary Laboragine. In merito a quest’ultima è di interesse la raccolta delle previsioni per una verifica a posteriori delle stesse.

Si è conclusa la sessione pomeridiana di discussione dei gruppi Indagini ed Eventi. Si tirano le somme dei rispettivi dibattiti nella riunione di chiusura.

Principali argomenti di approfondimento:

  • problemi legali nell’archiviazione di articoli dalla stampa: si propone uno scambio di idee tra i partecipanti più competenti giacché fino ad ora la problematica è stata affrontata sostanzialmente dal gruppo locale Piemonte
  • utilità e fattibilità dello streaming audio-video degli eventi più importanti e formativi: da valutare costi e disponibilità di mezzi telematici.

Concluso il sunto dei temi discussi nei rispettivi gruppi, la riunione viene dichiarata sciolta.

Un ristretto gruppo di rappresentanti e coordinatori dei gruppi locali di Emilia Romagna, Liguria, Lombardia, Piemonte (Torino e Cuneo), Puglia, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto e Canton Ticino si riuniscono per discutere dei gruppi locali.

Il primo argomento affrontato è come reclutare nuovi volontari per i gruppi locali. Se per caso ci fosse in ascolto qualcuno interessato a entrare a far parte di un gruppo locale, a questo link può trovare la lista dei rappresentanti e delle antenne con cui può prendere contatto.

Alcuni gruppi locali hanno deciso di diventare associazione culturale o di volontariato (ODV), associazione di promozione sociale (APS), no-profit  per la Svizzera, in quanto queste forme di associazione prevedono alcuni vantaggi, che variano da regione a regione e spesso anche da provincia a provincia.

Si parla di autofinanziamenti per i gruppi locali e si vagliano anche le proposte che Fabio ha scritto nei commenti. A quelle si aggiunge la possibilità di creare gemellaggi tra gruppi locali già ben formati e gruppi locali emergenti: i primi potrebbero finanziare eventi  organizzati dai secondi.

Gruppi presenti: Lombardia, Piemonte (Torino e Cuneo), Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Veneto, Trentino Alto Adige, Canton Ticino, Toscana, Puglia.

Dopo essersi rifocillati, il convivio ha inizio con la serata Mister Inquirer, il gioco di società ideato e creato da alcuni soci del CICAP Piemonte. L’anchorman della serata è Roberto Mariottini, che con la sua caratteristica verve presenta e conduce il gioco. Partecipano tre combattive squadre di scettici.

La serata procede e le squadre sono sempre più agguerrite. Diversi gli indizi oramai svelati:

  • sole
  • quattrocento
  • gioco
  • maggiore

Sapete indovinare il mistero cui conducono questi quattro indizi scoperti fino ad ora dai concorrenti?

Senza alcun ulteriore indizio a disposizione, trionfa la squadra rosa, capeggiata da Francesco Sblendorio che conduce i suoi alla vittoria sulla squadra gialla e la squadra azzurra. Il mistero da indovinare era “Tarocchi”.

Si conclude con questo finale ludico la prima serata dell’Assemblea dei Soci del CICAP 2010. Ringraziamo coloro che, non potendo essere presenti di persona, ci hanno comunque seguito con entusiasmo qui, sul portale di Query OnLine. Vi aspettiamo numorosi domattina per la cronaca degli ultimi appuntamenti dell’evento: gli incontri formativi e l’assemblea generale.

19 pensieri riguardo “Diretta assemblea dei soci 2010

  • 20 Marzo 2011 in 13:45
    Permalink

    Buongiorno, io vorrei chiedere se state facendo qualcosa per fermare quella supponente casalinga che ha deciso di tirare su dei soldi  imbrogliando la gente!
    Dice di avere le visioni e prende in giro un mucchio di gente, si chiama Rosemary Laboragine e opera indisturbata da diverso tempo. Possibile che non riuscite a fermarla?

  • 21 Ottobre 2010 in 14:56
    Permalink

    Abbiamo registrato anche la proposta di tenere la prossima assemblea dei soci a Vasto, ne parleremo prossimamente sulle mailing list organizzative del CICAP. A presto!

  • 18 Ottobre 2010 in 07:21
    Permalink

    Ok sono di parte , ma anche l’idea dell’assemblea a Vasto la vedo bene abbiamo un buon appoggio da parte delle istituzioni disposte a concederci un patrocinio all’evento…
    Ciao a tutti e comunaue anche io telepatiocamente ero con voi, se lo dimostroi ho vinto il premio randi??? 🙂

  • 17 Ottobre 2010 in 10:01
    Permalink

    Grazie a tutti per i commenti e per le vostre idee.
    Per quanto riguarda la difficile decisione di dove tenere il prossimo convegno continueremo a parlarne nelle mailing list interne prendendo in considerazione le varie candidature.
    Parleremo anche dell’eventuale organizzazione delle gite del Mistero.

    Siamo contenti che la proposta del Dvd con la raccolta di articoli vi piaccia: ci lavoreremo al più presto!

  • 17 Ottobre 2010 in 09:25
    Permalink

    trovo l’idea di Francesco sulle “gite del mistero” mo00lto interessante!

  • 17 Ottobre 2010 in 00:34
    Permalink

    Caio a tutti. Sono spiacentissimo di non essere lì con voi. Se è successo qualcosa di anomalo durante l’assemblea ero io che mi collegavo telepaticamente!  😉 Non ci credete? Vabbè ci ho provato 🙂
    Mi associo a Fabio Pulvirenti e candido per qualsiasi iniziativa Vasto(CH) e Termoli (CB). Siamo centrali e ben collegati vedi Ryan air Pescara, Roma Ciampino e Bari. Ok per il DVD.  Io rilancio l’idea delle gite del mistero .: Sono ottime per raccogliere fondi, nuovi soci , farsi pubblicità e nell’ambito si possono organizzare dei mini eventi che verrebero ripagati con le quote gita. Io vorrei organizzarla per uno dei ponti dell’8 dicembre. Se mi fate una mini ricerca di mercato per alzata di mano non impegnativa vi sarei molto grato. Costi aldisotto di 300€ a persona per  3 / 4 giorni in Abruzzo e Molise, visite interamente guidate da persona regolarmente autorizzata. Abbiamo copia di Sindone del 1500, palazzi infestati con testimone oculare, miracoli vari e i vari conventi dove ha soggiornato San Pio da Pietrelcina. Ottima idea quella del guinnese dei primati.
    Infine vorrei far presente che potremmo avere fondi dagli enti pubblici se ci adeguiamo alle varie leggi regionali e nazionali, per esempio potremmo iscriverci come associazione di volontariato.  Dulcis in fundo mi sto interessando di progettazione per i bandi europei. La Gas potrebbe essere finanziata da un bando sulla cultura. Servono 6/7 associazioni ognuna in un paese  europeo diverso. Se riusciamo a creare questa rete potemmo avere 30.000€  per ciscuna associazione.
    Buon lavoro a tutti.

  • 16 Ottobre 2010 in 22:23
    Permalink

    A parte il fatto che sto rosigando i gomiti per non essere a Novi Ligure quoto  le idee di Fabio Pulvirenti.
    L’idea dei corsi in streaming mi piace e anche dei dvd con gli articoli di S&P e Query.
    Buona assemblea a tutti…

  • 16 Ottobre 2010 in 18:33
    Permalink

    Alcuni cicappini in loco sanno già quali sono gli argomenti che più mi stanno a cuore. Invito loro a farsi miei portavoce.
    Frattanto, vorrei dire che condivido anche le osservazioni di fabio Pulvirenti.

  • 16 Ottobre 2010 in 17:43
    Permalink

    ciao a tutti, buona continuazione
    la butto lì…
    perchè mi sono iscritto al CICAP? …per curiosità!
    quindi, riguardo alla campagna adesioni si potrebbe proporre di estrarre a sorte una volta all’anno tra i nuovi iscritti e tra chi rinnova un premio “fedeltà”  sconosciuto a chi partecipa, una Mistery Box da decidere, tipoooo … (non lo dico pubblicamente per mantenere alta l’attenzione) :-p
    il database di tutti gli articoli online o su un DVD non è utile, è utilissimo! ed evita ai soci meno anziani e a chi si appresta ad eseguire una nuova indagine di perdere tempo nella ricerca di materiale che sia già stato trattato in precedenza 😉
    p.s.: se si vuole entrare nel guinness dei primati con un evento antisuperstizione ci sono!!!
     

  • 16 Ottobre 2010 in 17:41
    Permalink

    Per il Gruppo Indagini condivido per il Database e i dvd. Per gli Eventi le argomentazioni sono interessanti; non mi esprimo, non conoscendo le realtà aspetto che troviate la soluzioni più opportune per quanto riguarda le attività nel sud da poter svolgere con successo.
    Per le nuove adesioni e farci conoscere come associazione, per quanto mi riguarda è anche un lavoro di investimento e per me l’investimento sono le attività di divulgazione nelle scuole di ogni ordine e grado attraverso attività ludico creative come ad esempio la magia e conferenze che possono essere ricollegabili anche col piano di studi del percorso formativo didattico delle scuole.  Questo si potrebbe attuare entrando in relazioni e coinvolgendo docenti e presidi che si potebbero muovere nell’ attivazione in tal senso. Bisognerebbe nel limite del possibile mantenere stabili tali relazioni da poter così riproporre tali eventi e mantenere così viva e attiva nella vita educativa e formativa dei giovani il senso della scienza e del suo valore positivo all’educazione all’antisuperstizione e alle bufale.
    Grazie da Vittorio Mazza

  • 16 Ottobre 2010 in 17:12
    Permalink

    mi piace assai l’idea del guinnes dei primati! 🙂

  • Pingback:Diretta dall’Amazing Meeting di Londra

  • 16 Ottobre 2010 in 16:13
    Permalink

    Sull’immagine del comitato credo sia importante non creare dei muri. Una proposta “provocatoria” potrebbe essere quella di invitare ad un evento importante anche un rappresentante (riconosciuto ma con almeno i titoli per poterlo definire “esperto”) di un argomento scottante: scie chimiche, medicine alternative, poteri paranormali, complotti…per fargli esporre i suoi argomenti.
    Probabilmente anche chi crede a questi argomenti solo per poca informazione potrebbe capire quanto sia costruttivo ed utile conoscere bene un argomento ed approfondirlo per cancellare i dubbi che fanno nascere i “misteri” e come il CICAP sia un gruppo di persone che guardano alla scienza senza cadere nella noia. E chissà che qualcuno di loro non diventi un nuovo socio, non lo troverei così strano…
    Ne approfitto per salutare tutti, sarei voluto esserci ma devo accontentarmi dei commenti virtuali.
    Ciao!
    🙂

  • 16 Ottobre 2010 in 14:57
    Permalink

    ciao amici,
    anche a me spiace non essere lì con voi – purtroppo l’influenza mi costringe a casa, ma in sala dovrebbero esserci i 2/3 della famiglia (Chiara e Gabriele).
    Buon proseguimento dei lavori

  • 16 Ottobre 2010 in 13:43
    Permalink

    ciao e buon lavoro a tutti!
    se vale, io voto per Treviso!!
    secondo voto per Roma…anzi no, cancellate, non mi conviene! ;-P
     
    Teo

  • 16 Ottobre 2010 in 13:15
    Permalink

    2 precisazioni giusto per non sembrare ignorante…

    il “dovrebbe” in alto è una svista non ho litigato con il  congiuntivo 😀

    Quando ho scritto “E’ una cosa che va a vantaggio di tutta l’associazione  e non del gruppo locale che comunque tanto fa per far avere al cicap nuovi soci” intendevo dire non SOLO a vantaggio del gruppo locale. 

    ciao e buona assemblea!

  • 16 Ottobre 2010 in 12:48
    Permalink

    Intanto saluto tutti e mi dispiace non essere li con voi!

    Ho una serie di cose che vorrei proporvi di discutere.

    1)Spostare più a sud gli eventi che sono sempre organizzati al nord. Roma andrebbe benissimo a tutti penso.Tenete presente che diventa molto difficoltoso per chi sta al centro sud o nelle isole spostarsi al nord per partecipare agli eventi.Ritengo se la cosa non dovrebbe essere proprio fattibile che potrebbe essere carino nei confronti di chi viene da lontano, rispetto al luogo inn cui si svolge l’evento, scontare adeguatamente  le quote di partecipazione.

    2) Molti gruppi locali soffrono della possibilità di autofinanziarsi concretamente.Mi spiego meglio.Tempo fa avevo proposto che ai gruppi locali neonati fosse offerto da parte del cicap un pacco di startup (uno scatolone con libri e riviste, non in conto vendita ma proprio regalati come premio per aver formato il gruppo) in modo che il gruppo potesse mettere qualcosa da parte per iniziare. La vendita dei libri infatti aimè non è molto remunerativa in quanto il 60 percento va al cicap e al gruppo che già ha speso anche solo per organizzare l’evento e in esso vendere i libri resta ben poco. Non espongo una situazione esclusivamente personale ma di diversi gruppi con ci sono venuto in contatto. Molti gruppi non hanno relatori ufficiali cicap nelle vicinanze e farli venire costa, idem per l’organizzazione di cene magiche. Un’idea potrebbe essere quella di corrispondere per ogni abbonamento che il gruppo locale procura al cicap una percentuale. Questo permetterebbe agli altri gruppi di avere i fondi per organizzare altre attività che porterebbero nuovi abbonati al Cicap e così via…sarebbe un crescendo mentre in caso contrario il sistema purtroppo si ferma. E’ una cosa che va a vantaggio di tutta l’associazione  e non del gruppo locale che comunque tanto fa per far avere al cicap nuovi soci. 

    3) infine vorrei che si discutesse, se possibile, su come avere uno sponsor (quali sono le modalità) che tipi di sponsor si possono richiedere ecc. Credo possa essere anche questo di vantaggio per tutti.

    Sperando di non essere stato troppo prolisso per un commento e di aver fornito interessanti spunti di discussione vi faccio i miei migliori auguri di buona continuazione!

    Un abbraccio

    Fabio Pulvirenti
    Coordinamento Cicap Sicilia 

  • Pingback:Due eventi nel weekend in diretta qui. Non perdeteli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *