Fate il nostro gioco. Gratta e vinci, azzardo e matematica

Fate il nostro gioco
Paolo Canova – Diego Rizzuto
Add editore, 2016
pp. 256
€ 14,00

Raramente mi capita di leggere un saggio con la velocità di un romanzo. Avendo assistito più volte alle brillanti conferenze sulla matematica del gioco d’azzardo tenute dal duo Paolo Canova e Diego Rizzuto, ho intrapreso la lettura del loro primo libro abbastanza sicura che non mi avrebbe deluso. Fate il nostro gioco è un libro brillante, che vi farà entrare nei meccanismi matematici che regolano i vari tipi di gioco d’azzardo: roulette, lotto, SuperEnalotto, Win for Life, Gratta e vinci, blackjack, slot machine. Una semplice – e unica! – formula matematica sarà la chiave per decifrare le vostre probabilità di vincita. Calcolare la probabilità di vincere, però, non è sufficiente: bisogna anche saper interpretare il risultato ottenuto, cosa non banale quando si tratta, per esempio, di numeri come 1/622.614.630. I due autori hanno trovato ottimi escamotage per dare un’idea di cosa significhino frazioni come questa e nel libro, ogni tanto, ci sono simpatici quiz o semplici esperimenti che aiutano il lettore a non perdersi durante il percorso e a “toccare con mano” i numeri con cui ha a che fare.

Ma questo libro non parla solo di statistica. Se dietro il gioco d’azzardo ci fossero esclusivamente semplici calcoli, gli italiani non vi spenderebbero tra gli 85 e i 90 miliardi di euro l’anno, un trend in continuo aumento: basti pensare che 10 anni fa i miliardi spesi erano “appena” 16. Significa che gli italiani, mediamente, neonati e ultracentenari compresi, giocano circa 1400 euro l’anno!

I meccanismi che spingono a giocare, rigiocare, e continuare ancora a giocare nonostante si sia in evidente perdita, sono numerosi. Paolo e Diego spiegano i trucchi utilizzati, per esempio, nei gratta e vinci, per far affezionare i giocatori facendo provare loro l’ebbrezza di piccole vincite ripetute, purtroppo insignificanti, o la frustrazione del near-miss ovvero la sensazione di aver perso per un pelo, la stessa che si prova quando nelle slot machine si hanno due simboli uguali su tre. Non è l’unico modo: uno studio di psicologia dimostra che slot machine con sembianze più “umane” inducono le persone a rimanerci incollati più a lungo e, di conseguenza, a perdere di più. Quelli citati sono solo alcuni dei sistemi che chi progetta tali giochi adopera e che possono far cadere in trappola anche noi, se non li conosciamo.

In questo libro troverete non solo matematica e psicologia, ma anche tante storie. Storie incredibili di chi ha sconfitto il banco con ingegnosi metodi, di chi ha trovato falle nel sistema, di chi è stato protagonista di eventi apparentemente o realmente così improbabili da non crederci.

Quando ho iniziato a leggere Fate il nostro gioco credevo mi sarei trovata di fronte al solito saggio di argomento interessante ma contenuti tutto sommato noti a chi ha già seguito un paio di conferenze sull’argomento e ha studiato statistica in qualche esame universitario. Invece, già dalle prime pagine, Paolo e Diego sono riusciti a tenermi incollata al libro, grazie al loro inconfondibile stile frizzante e alla loro esperienza sul tema, che si arricchisce continuamente di contenuti sempre nuovi.

Hai gradito questo post? Aiutaci con una