God’s Particle: la fine dell’universo ha inizio

godsparticle

Rubrica settimanale curata da Silvio Sosio di fantascienza.com. Qui l’articolo originale.

Era il lontano 2012 quando comparve per la prima volta il titolo God’s Particle. Parte di una delle produzioni della superimpegnata Bad Robot di un certo JJ Abrams di cui forse avete sentito parlare, voleva essere uno dei suoi primi progetti di film con microbudget: non più di 5-10 milioni di dollari, attori e registi più o meno esordienti.

Solo in questi giorni però la Paramount ha dato la luce verde alla realizzazione del progetto, con data di uscita fissata per il 2017. Ma di cosa parla God’s Particle?

Nel 2012 Cinema Blend aveva riportato questo plot:

Ambientata su una stazione spaziale americana, la storia parla dell’equipaggio di un’astronave che scopre di essere rimasto solo nell’universo quando l’accensione dell’Acceleratore di Particelle causa la scomparsa della Terra.

(L’idea è basata su una bizzarra teoria discussa qui, NdR).

Nella versione riportata ora da The Hollywood Reporter, la trama diventa:

God’s Particle parla di un team di astronauti americani su una stazione spaziale, i quali fanno un scoperta terrificante in grado di mettere in dubbio tutto ciò che credono di sapere sul tessuto stesso della realtà, anche mentre combattono disperatamente per sopravvivere.

Non sappiamo se il suddetto acceleratore sarà ancora l’ipotetico responsabile degli eventi, ma la sceneggiatura è sempre opera di Oren Uziel, in arrivo dalla (sanguinaria) web-serie dedicata a Mortal Kombat e di recente anche al lavoro su Men in Black 4, e anche il regista è rimasto il nigeriano Julius Onah, che nel curriculum vede molti cortometraggi e il thriller da noi inedito The Girl is in Trouble.

Il casting è al momento in fase di realizzazione, ma la data di uscita confermata è il 24 febbraio 2017, vi terremo informati sull’eventuale sparizione del nostro pianeta.

Leo Lorusso

Hai gradito questo post? Aiutaci con una