La teoria del tutto di Keshe

Internet pullula di brillanti inventori, che avrebbero trovato finalmente la soluzione ai nostri problemi energetici. Ultimamente ha avuto un discreto successo mediatico un ingegnere iraniano che vive in Belgio, Mehran Tavakoli Keshe, che avrebbe scoperto la soluzione per tutti i problemi dell’umanità: antigravità, energia gratuita, cura per qualsiasi malattia.

Keshe ricalca esattamente la figura dell’inventore geniale che vediamo nei film. Le sue scoperte rivoluzionarie riguardano qualsiasi ramo dello scibile umano. Partono da una visione completamente alternativa della fisica, che viene vista come totalmente incompatibile con quella accettata dalla scienza ufficiale. Le teorie sono descritte con schemini come quello qui sotto, che hanno lo stesso contenuto informativo del disegno del flusso canalizzatore di Doc Emmet. Niente descrizioni formali, anzi, dichiara che le formule non sono necessarie in una teoria fisica. Niente articoli su riviste scientifiche, solo libri rivolti al grande pubblico. Usa termini che sono presi dal linguaggio scientifico ma che non hanno il significato normalmente utilizzato, anzi non hanno nessun significato. Per esempio sostenere che un neutrone è fatto di materia e antimateria non ha senso, un neutrone è per definizione materia. Un plasma è fatto da particelle cariche e non neutre come appunto un neutrone, quindi la scritta sotto la figura è un controsenso.

Le sue scoperte sono dimostrate da racconti: avrebbe sorvolato gli USA a una velocità tale da non essere rivelato dai radar, o avrebbe guarito persone dalle più svariate malattie, ma nessuno ha mai visto cartelle mediche o il misterioso velivolo. Parla di mirabolanti scoperte nei suoi laboratori segreti, mostrando filmati in cui si vedono aggeggi strani e semplici strumenti di misura, ma nessun dato oggettivo. E brevetti, che letti con attenzione non contengono nessun dettaglio importante. O meglio domande di brevetto, regolarmente rifiutate dall’Ufficio Brevetti Europeo: Keshe attualmente non detiene alcun brevetto. Parla di importanti scienziati che avrebbero verificato le sue teorie: nel suo sito ne cita solo uno, uno scienziato belga di cui pubblica una lettera con le stesse critiche sollevate qui, le “teorie” sono vaghe, senza una descrizione quantitativa, per cui non ha senso chiedersi se siano o meno corrette.

E infine, recentemente, ha consegnato le sue scoperte all’ambasciata italiana a Bruxelles. Cioè ha consegnato una chiavetta USB con il contenuto dei “brevetti” (liberamente scaricabili) e un po’ degli scritti del suo libro. Nella risposta alla prima interrogazione parlamentare dell’on. Fabio Meroni che chiede come il Governo intenda utilizzare le preziose scoperte, l’ambasciata ha precisato che ha accettato il dono per cortesia, ma che non ha preso nessun impegno e ha inviato i file per un eventuale esame a chi di dovere. L’on. Meroni non ha colto quel ”eventuale” e ha formulato una seconda interrogazione, in cui chiede i risultati dell’esame.

Fin qui uno può pensare a uno dei tanti che pensano di aver scoperto la teoria del tutto. Ma poi ci sono tutte le classiche tecniche dei venditori di patacche: citare riconoscimenti che non c’entrano nulla, vantare (ma non mostrare) risultati eclatanti, spacciare per collaborazioni l’aver spedito una copia del libro o una chiavetta USB a enti e istituzioni importanti. Annunciare importanti dichiarazioni a date imminenti, per poi rimandare alla volta prossima. E soprattutto cercare, in modo insistente, soldi. Dal pulsante per le donazioni sul sito, alla vendita di libri, alla ricerca di finanziamenti da parte di investitori. Per finire con il recente giro di conferenze in Italia, con sale piene di spettatori paganti dai 30 ai 50 euro, in cui ha piazzato, a 500 euro l’una, anche numerose prenotazioni del suo generatore a fusione, annunciato per il 31 dicembre e già rimandato ai primi di marzo.

Se posso azzardare una previsione, a marzo un misterioso intoppo ritarderà di alcuni mesi la consegna dei generatori. Tra qualche mese ci saranno nuovi contrattempi, fino a quando chi ha prenotato si rassegnerà alla cosa. Qualcuno invocherà i soliti poteri forti che hanno messo tutto a tacere. Ed esaurito il mercato italiano, tutto riprenderà in un altro paese, con tour, regali di chiavine USB, e  nuove prenotazioni di oggetti miracolosi.

24 pensieri riguardo “La teoria del tutto di Keshe

  • 2 Settembre 2016 in 09:13
    Permalink

    Io ho comprato dakeshe il magrav e funziona possono dire quello che vogliono ma la sua trecnologia e’ reale e funzionante.

  • 2 Marzo 2013 in 18:27
    Permalink

    Eh, Gianni, come puoi vedere, ci sarà comunque un Alessio che ti spiegherà che Galileo i poteri forti vaticani lo hanno fatto abiurare…

  • 27 Febbraio 2013 in 08:33
    Permalink

    Ho vinto la scommessa. Ieri Keshe ha annunciato un altro ritardo nella consegna dei generatori a fusione.
    “Due to delivery from suppliers for some parts of the new [vacuum] seal systems we are behind the testing and releasing the generators. Once we receive the newly manufactured parts in the second week of March from the manufactures: It will take us another 15 to 30 days to test and finally release the generators.”

    Traduzione veloce: “siamo in ritardo di 1-2 mesi”. Accetto scommesse sul prossimo ritardo tra 1-2 mesi.

  • 23 Febbraio 2013 in 17:16
    Permalink

    @Aldo: ah era uno scherzo! Bene allora, peró in simpatia permettimi di darti un consiglio. Se non avessimo chiarito come abbiamo fatto poichè ho replicato, chiunque avesse letto queste pagine avrebbe soltanto aumentato la propria confusione perchè non credo avrebbe preso la tua risposta come uno scherzo. Bastava dopo le battute scherzose iniziali chiarire che era appunto una battuta. Non è questione di vita o di morte s’intende, ma generare confusione non vedo dove possa portare. Viva l’onestà.

  • 23 Febbraio 2013 in 11:03
    Permalink

    Alessio, ma…mi pigli sempre sul serio, anche quando le gazzose sparate sono così palesi? Comunque il crederlo Iraqeno, ammetto che è stato un mio errore autentico. Non dovuto alla faccia, ma ad una scheda trovata su Google, che ora non mi riesce ritrovare. Permettimi, quindi, di sentirmi confuso e di buttarla sullo scherzo.

  • 23 Febbraio 2013 in 02:52
    Permalink

    @Claudio: intendevo dire semplicemente che interrogarsi su questioni poco note anche apparentemente strane o non conformi all’ordine delle cose ritenute normali da noi occidentali non è un male, spesso si viene a capo a delle infondatezze ma puó sempre capitare che emergono verità nascoste o nuovi modi di procedere. Galileo non venne forse inquisito per le sue teorie giudicate eretiche salvo poi aver contribuito alle basi della scienza moderna? Giudicare fuffa porta al non approfondimento ed è una sconfitta in partenza.

  • 23 Febbraio 2013 in 02:43
    Permalink

    @Aldo: non conoscendo di persona keshe non posso che attenermi con il beneficio del dubbio a ció che riportano vari siti di informazione alternativa che non sto qui a menzionare, basta fare una rucerchina su google. Che poi tu dalla faccia riconosca che è iraqeno, bè complimenti, ma resta una tua personale idea che credimi non ha proprio un bel niente di scientifico sopratutto oggi in una realtà multietnica.

  • 22 Febbraio 2013 in 23:20
    Permalink

    @Alessio: suvvia, Wikipedia non è attendibile, può essere vandalizzata da chiunque, per giunta senza nemmeno doversi firmare con nome e cognome. Io ho capito che Keshe è Iraqeno perché ha la faccia da Iraqeno, e non da Iraniano, e questo è un argomento molto più scientifico! O no? Ma non era uno Scienziato anche il Lombroso? Boh. Comunque, se è riuscito a fingere di avere inventato il motore al plasma, può benissimo fingersi Iraniano. All’ estero sono disposti a dar più credito agli Iraniani, che rappresentano un Paese indipendente e antiamericano! O no? Boh?!

  • 22 Febbraio 2013 in 20:03
    Permalink

    @Aldo: il tuo e’ in effetti un buon argomento. Comunque Keshe ha “regalato” la sua tecnologia anche agli USA (sempre consegnando una penna USB). Forse con questo ha evitato un’esecuzione sommaria almeno da parte della CIA 🙂

  • 22 Febbraio 2013 in 19:06
    Permalink

    @Tutti: la Pupparo, quella che sostiene che l’omeopatia andrebbe rimborsata dal servizio sanitario nazionale, è del PD, per esempio, come il citato Brandolini.
    Ma non è per far torto a nessuno, è che ho citato gli esempi di parlamentari di cui mi tornavano a mente i nomi, purtroppo se andate a vedere c’è una ignoranza trasversale a tutti gli schieramenti, con punte di eccellenza in alcuni gruppetti. E pure in quei movimenti che si professano “antipolitici”.
    Ma ve le ricordate le interviste delle Iene fuori dal parlamento? A gente che non sapeva chi era Mandela, dove o cosa fosse il Darfour? Era ignoranza trasversale.
    @Delio. In democrazia sono libero di sentirmi sconfortato da TUTTI i politici e aspiranti tali. Si, mi sono piaciute le risposte di Bersani a Dibattito Scienza, ma non toglie che penso che TUTTI gli schieramenti dovrebbero fare bei repulisti. E che se andrò a votare domenica saprò di votare nonlo schieramento che secondo me è migliore, ma quello “meno peggiore” (e non solo in ambito scientifico), incrociando le dita anche nel caso vincessero.
    Se i partiti “meno peggio” (visto che ci sono gli irrecuperabili) capissero che molta gente va a votare con lo sconforto, aiuterebbe. Beato te che hai certezze.
    @Alessio: in che senso? Se è perché per me scie chimiche e omeopatia sono fuffa: dimostrami il contrario.

  • 22 Febbraio 2013 in 16:47
    Permalink

    @Aldo, prima di criticare gli altri o dare informazioni errate sarebbe bene esserne sicuri. Keshe è Iraniano e ciò è riportato da numerosi siti di informazione alternativa, oltra al MUST di tutti gli internauti, ossia wikipedia: Mehran Tavakoli Keshe is an Iranian-born (in 1958) nuclear engineer and esoteric parascientist.
    @Claudio In più vorrei aggiungere che documentarsi, reperire informazioni e aprire la mente dovrebbe essere prerogativa di ogni scienziato, fisico, razionalista proprio per eventualmente dimostrare inesattezze o inefficacia di tesi. Viaggiare coi paraocchi è un principio sbagliato  priori che tu sia un filosofo, un visionario o una matematico razionalista.

  • 21 Febbraio 2013 in 17:01
    Permalink

    @Claudio: non sono per nulla d’ accordo con Te: Meshe è Iraqeno, non Iraniano.

  • 21 Febbraio 2013 in 16:59
    Permalink

    Pare che la tecnologia del Keshe sia già in posesso di Siria e Iran, il quale ultimo l’ avrebbe utilizzata per catturare un Drone USA ai confini Afghani. Ciò non può che essere falso, perché, se fosse vero, il Mossad avrebbe già eliminato il nostro eroe. Avviso ai naviganti: è una battuta, per quanto credibile.

  • 21 Febbraio 2013 in 12:27
    Permalink

    Giusto per dire, le interrogazioni parlamentari sulle scie chimiche sono state fatte pure da Sandro Brandolini (PD).

  • 21 Febbraio 2013 in 12:14
    Permalink

    non credo di essere un credente, ma sono un matematico e mi sembra di aver chiesto chi c’è di sinistra in *questo* post e nel commento di claudio. risposta: nessuno, per fortuna. non divagare, per favore.
    quelle risposte dei candidati alle primarie ovviamente le avevo lette e mi avevano in qualche caso lasciato molto perplesso, ma che c’entrano i candidati al parlamento? credi davvero che sia possibile filtrare *tutti* i candidati solo sulla base del loro razionalismo? se 950 parlamentari che rappresentano il popolo italiano fossero tutti razionali(sti), allora forse l’italia sarebbe un posto migliore e non ci sarebbe piú bisogno del cicap.
    meroni è un leghista, per fortuna.
    (per inciso, io vivo all’estero e a queste elezioni posso anche dare quattro preferenze; che ho scelto anche in base a criteri di scientismo e razionalità)

  • 21 Febbraio 2013 in 12:13
    Permalink

    Ho riaperto il mio link dopo aver commentato e, essendo passato del tempo, la pagina dei lavori parlamentari sulla Medicina Omeopatica e Complementare risulta aggiornata, per cui alcuni nomi sono scomparsi. Quindi, caro Delio, devi fidarTi di me, se ci riesci. Comunque due istanze sono, nel frattempo, diventate Leggi dello Stato. E con firme bipartisan, anche se la Destra è più colpevole della Sinistra (mi fido di tutti, quando si autodefiniscono di Destra o di Sinistra). Intanto abbiamo questa nuova Legge che ci pone all’ avanguardia in Europa (io sono un Omeofilo Talebano):
    http://macogiu.files.wordpress.com/2013/02/medicine-complementari-documento-conferenza-stato-regioni.pdf

  • 21 Febbraio 2013 in 11:45
    Permalink

    @Claudio
    beh, chi c’è di sinistra? (a meno che tu non conti IDV come sinistra)

  • 21 Febbraio 2013 in 11:43
    Permalink

    Ricapitolando, in Parlamento abbiamo:
    – chi fa interrogazioni sui dischi volanti (Vatinno e Barbato);
    – chi fa interrogazioni sul genio incompreso/pataccaro iraniano (Meroni);
    – chi fa interrogazioni sulle scie chimiche (vari IDV e Lega);
    – chi magnifica l’omeopatia (Pupparo);
    – Gabriella Carlucci che critica la carriera di Luciano Maiani;
    – Scilipoti (e basta la parola).
    Sicuramente dimentico qualcuno, ma vedo una bella lista di cialtroni trasversale da destra a sinistra…
    …che amarezza…
     

  • 21 Febbraio 2013 in 09:47
    Permalink

    in effetti, tra un imbroglione è uno scienziato in buona fede ma incapace è davvero difficile scegliere chi è piú simpatico.

  • 20 Febbraio 2013 in 23:44
    Permalink

    Bella idea. Ora vado da quelli dell’e-cat e gli dico che sono stati superati. Vediamo se questa volta mi rispondono.

  • 20 Febbraio 2013 in 20:48
    Permalink

    Mi sembra di capire che sia una teoria del Keshe. Ma, allora, l’ e-cat è già superato ancor prima di nascere?

  • 20 Febbraio 2013 in 19:14
    Permalink

    Cosa non si farebbe per inventarsi la fantasia, l’ anticonformismo, la passione, il lavoro..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *