I segnalibri 29 – Omeopatia, PNL, rocce marziane e triangoli lunari

La rivista Wired fa il punto sull’omeopatia: cosa sappiamo, cosa abbiamo provato scientificamente, cosa fa e (soprattutto) cosa NON fa.

Sempre Wired ha intervistato il presidente del CICAP Sergio Della Sala in merito alla PNL: un esponente del Movimento 5 Stelle ha infatti accusato i responsabili della comunicazione del M5S di ricorrere alla Programmazione Neurolinguistica per ottenere consensi. Sergio Della Sala ci spiega cosa sia veramente la PNL e tutti i distinguo che devono essere fatti quando se ne parla.

Sotto accusa la NASA: un astrobiologo si scaglia contro le mancate indagini sulla roccia improvvisamente comparsa davanti a Opportunity, il rover che si trova attualmente sul pianeta rosso. Nonostante le numerose possibili spiegazioni dell’evento, Rhawn Joseph sostiene invece che potrebbe essere la prima traccia di vita aliena nell’universo e che la NASA non può liquidarla come niente fosse.  La sua posizione sarebbe forse più autorevole se l’astrobiologo non fosse un sostenitore anche dell’esistenza storica di Atlantide, della morte del darwinismo e della presenza di organismi alieni in orbita intorno alla Terra.

Per rimanere fra le stelle, anche sulla Luna è stato avvistato qualcosa di anomalo, un triangolo che, visto in foto, ha tutte le fattezze di un’astronave. O forse è più semplicemente un effetto ottico dovuto alla risoluzione fotografica, come ci spiega Paolo Attivissimo.

E sempre in cielo un paio di settimane fa è stato avvistato un cerchio luminoso, a Vibo Valentia. Qualcuno ha pensato ad alieni stufi di arare il nostro grano, ma, come sempre, esiste un’altra spiegazione possibile.

12 pensieri riguardo “I segnalibri 29 – Omeopatia, PNL, rocce marziane e triangoli lunari

  • 6 Febbraio 2014 in 20:50
    Permalink

    Tra le tante buone notizie per il CICAP, la migliore è quella pubblicata ieri da Repubblica: “Cina, indovini, maghi e cartomanti, Pechino vieta pure la scaramanzia” (pag 31). Si realizza pertanto il sogno di tutti i membri del CICAP: uno stato Scettico, con la S maiuscola, che vieti ogni forma di Superstizione ed Irrazionalità. Fino a pochi anni fa sembrava un sogno, tanto da essere oggetto di un pesce d’ aprile su Query in cui molti cascarono, compreso il mio amico Luk Blachs. Purtroppo sul Net non sono riuscito a ritrovare quella meravigliosa pagina di Repubblica e sono costretto a linkarVi un articolo meno bello e di un quotidiano più irrazionalista. In futuro comincerete a sognare di emigrare in Cina, non più in Svezia?  http://cina.quotidiano.net/2012/08/21/cina-pechino-proibisce-evitare-numeri-sfortunati-per-nuovi-edifici/

    Risposta
  • 7 Febbraio 2014 in 11:26
    Permalink

    Caro Fanfre,
    non credo che Aldo abbia alcun problema, semplicemente la pensa diversamente dal 99% dei frequentatori di questo sito (compreso il sottoscritto). E personalmente ritengo che la sua presenza sia assolutamente salutare e di stimolo per la discussione.

    Risposta
  • 7 Febbraio 2014 in 13:15
    Permalink

    Caro Raffaele, Ti ringrazio. Anche io penso che il CICAP sia salutare per tutti i Creduloni d’ Italia (oltre che per Ciarlatani e Imbroglioni, anche loro hanno bisogno di mantenersi allenati).

    Risposta
  • 7 Febbraio 2014 in 13:35
    Permalink

    Quoto Raffaele, altrimenti sarebbe solo un parlarsi addosso.
    Con Aldo almeno abbiamo un esponente un pò superiore alla media dell’irrazionalismo neoaristotelico imperante nel mondo. Quelli con cui ho a che fare io normalmente sono di qualità più bassa.

    Risposta
  • 7 Febbraio 2014 in 16:40
    Permalink

    Aldo, me lo ricordavo il pesce d’aprile. per un breve istante mi fece sognare. Ma, come è noto, l’universo è composto per la maggior parte da idrogeno e stupidità, e non si può abolire per legge…l’idrogeno.

    Risposta
  • 8 Febbraio 2014 in 15:26
    Permalink

    Ma scherziamo? Leggo ogni tanto i commenti del forum UAAR, lì c’è uno che la pensa in maniera diversa dagli altri ma presenta interventi logici e di spessore, rispettabili, si firma john, mi sembra. Quelli sono interventi di stimolo. E sì, perché, chi è uno spirito razionale ama il confronto intelligente.
    Ma Aldo Grano rappresenta, da quel che vedo io, l’irrazionalismo più insensato, ottuso e illogico. 
    Se ci dobbiamo accontentare di Aldo Grano, per un confronto, siamo messi male.
    Tra parentesi, ammesso che la frase fosse pronunciata seriamente, uno Stato che vieti la superstizione per il Cicap sarebbe un incubo. Il paradiso sarebbe uno Stato in cui si consenta alla gente di conoscere e comprendere, tramite la scuola e i mass media, il pensiero e il metodo  scientifico.
     

    Risposta
  • 8 Febbraio 2014 in 15:47
    Permalink

    “compreso il mio amico Luk Blacks”Grazie Aldo,anche se faccio parte dell’altro 99%mi piace che query dia voce a tutti ,penso che ognuno garbatamente possa esprimersi liberamente . Buon fine settimana a tutta la redazione di Query.

    Risposta
  • 8 Febbraio 2014 in 16:11
    Permalink

    Come abbiamo scritto anche dopo il pesce d’aprile del 2011:

    “Precisiamo che saremmo del tutto contrari a una legge di questo tipo: Query e il CICAP credono nella libertà di stampa e nel libero confronto delle idee. Non vogliamo che una legge decida ciò che è scientifico o meno, ma che tutti abbiano la possibilità di decidere con la propria testa.”

    Risposta
  • 8 Febbraio 2014 in 17:18
    Permalink

    I sostenitori di credenze irrazionali non si riescono a rassegnare al fatto che, se loro non riescono a convincere gli scettici di ciò in cui essi credono (dalla pranoterapia all’omeopatia, ai cerchi nel grano, alle scie chimiche, agli esorcismi, all’astrologia ecc.), ciò accade perché gli argomenti che essi portano vengono onestamente giudicati come del tutto inadeguati. Punto e basta. 
    Ciò naturalmente nulla toglie alla libertà, che deve essere assolutamente loro garantita, di credere a tutto ciò  a loro sembra opportuno e anche di diffondere le loro credenze. 
    Tra l’altro, il vero razionalista sa di potersi sbagliare. L’ “irrazionalista” non riesce nemmeno a concepire questa possibilità.
    Il razionalista ragiona in termini di probabilità. Per me, per una serie di motivi, è altamente improbabile che gli esorcismi servano a scacciare potenze malefiche. L’ “irrazionalista”, per una sua serie di motivi, è certo che l’esorcismo scacci potenze malefiche.
     
    Il fatto è che il razionalista sa che, per ogni fenomeno, le cause possono essere diverse (e, magari, perfino più di quelle che si riescono a immaginare). L’irrazionalista crea rapporti di causa-effetto preconfezionati. 
    Ciò detto, avere una o più credenze irrazionali non significa essere necessariamente cretini o malati.
    L’irrazionalista si dimostra un emerito cretino, incapace di pensare criticamente, solo se e nel momento in cui non riesce a rispettare la liceità delle posizioni dei razionalisti.

    Risposta

Rispondi a Starcruiser Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *