Live blogging del terremoto di Roma

È l’11 maggio il giorno del devastante terremoto che dovrebbe distruggere Roma. La redazione di Query, sempre sul pezzo, vi aggiornerà in diretta per tutta la giornata. Seguiteci e se vivete a Roma, mandateci i vostri aggiornamenti.

16.40: non è successo niente. Era una leggenda metropolitana come tante, nata da una trasmissione televisiva e diffusa, modificata, trasmessa fino a oggi (e vedremo in futuro se sopravvive). Qui finisce il nostro live blogging. Grazie per averci seguiti.

16.39: ci siamo…

16.10: In attesa delle 16.40 ecco una lista delle false previsioni di terremoti

– Nel 2010 una sensitiva aveva già annunciato, in base al calendario Maya (così diceva), un forte terremoto ad Albano Laziale, sempre l’11 maggio, ma dello scorso anno. Allarme su Facebook. Finì con una denuncia per procurato allarme.

– Nel pomeriggio di venerdì 4 gennaio 1991 il sistema nervoso di Torino è andato in tilt. La voce che di lì a poco un terribile terremoto si sarebbe verificato ha attraversato tutta la città. La fonte sarebbe stata una profezia di Nostradamus. Si dice che a diramare la notizia sia stata una radio privata. La procura della Repubblica apre un’inchiesta, ma nessun responsabile viene rintracciato.

– L’allarme viene dall’America. Il 5 maggio 2000, a causa dell’allineamento dei pianeti del sistema solare (Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno), vari catastrofisti e profeti di sventura annunciano la fine del mondo. Vecchie paure e nulla di fatto.  (continua su Focus)

16.00: È il caso di dirlo? Intanto ecco un ritratto di quelli che a queste cose ci lavorano sul serio.

15.30: scoperta la fonte della notizia che circola da questa mattina sul presunto orario del terremoto (sarebbe alle 16.40). Alle 14:49:17 UTC (quindi 16:49 ora locale, visto che siamo in ora legale) c’e’ il momento di massimo allineamento fra Giove, Venere e Terra. Qui.

15.10: Su Scientific American se ne parla con un pezzo di scenario o forse di costume.

15.02: Ne parla anche il Guardian.

15.00: BREAKING NEWS – “Qui la tensione è palpabile. I telefoni squillano in continuazione. L’aria è come sospesa in un’atmosfera irreale. E’ in questi momenti che il nostro mestiere di giornalisti si dispiega in tutta la sua umana fragilità, ma è nostro dovere restare calmi: si è rotta la macchinetta del caffè” (Daniela Ranieri su FF)

14.45: Visto che non succede nulla mettiamo un film. L’hanno realizzato i nostri amici di FormicaBlu:

per fare prevenzione. Vogliamo raggiungere i giovani, le loro famiglie  e le comunità locali con un messaggio chiaro e corretto anche dal punto di vista scientifico: ridurre i danni da terremoto è possibile.

14.00: Ancora niente. Sara S, nei commenti, ci fa notare che Giuliani ha un’altra versione ancora, più precisa di quella che abbiamo dato questa mattina. Il luogo non è chiarissimo (potrebbe essere Roma, come la Libia o tutto il Mediterraneo), ma sulla data sembra sicuro: 10 giugno.

12.00: Indovinate? Ancora niente. E noi ci prendiamo una pausa. Ci risentiamo nel pomeriggio.

11.50: Ne parla anche la BBC:

Thousands of people are reported to be staying out of Rome for the next few days, over fears the city will be hit by a huge earthquake.

11.15: I terremoti in tempo reale. A partire dalla mezzanotte ci sono già stati 22 terremoti in Italia.

Qui è possibile accedere in tempo reale ai dati di ISIDE, “l’Italian Seismic Instrumental and parametric Data-basE”. Il Catalogo fornisce i parametri dei terremoti ottenuti integrando i dati provenienti da localizzazioni effettuate in tempo quasi-reale con i dati del Bollettino Sismico Italiano” (ah, a Roma ancora niente).

11.00: Ancora niente.

10.52: Alle 11.00 ci sarà anche lo streaming del “Pernacchia Party” di Paolo Attivissimo da Roma. Nei giorni scorsi Paolo aveva lanciato una sfida, raccolta dall’agenzia di comunicazione romana. Qui su Facebook lo streaming della conferenza.

10.45: Alle 11.00 RadioTre Scienza:

dobbiamo aver paura del terremoto preannunciato per oggi? l’11 alle 11.00 in diretta su radio3 scienza: terremoti, profezie e superstizioni.

10.38: “Attenzione: rilevato l’epicentro del sisma che oggi colpirà Roma. È situato esattamente nella redazione di Voyager”

by Isola Virtuale su FF

10.18: Qual è il parere di Giampaolo Giuliani, noto ai più per le sue previsioni nel periodo del sisma dell’Aquila? Dipende. Qualche mese fa riteneva:

affidabile la teoria e la capacità previsionale di Bendandi, e dunque consiglia di non sottovalutare la previsione relativa all’imminente terremoto in Lazio. Nel libro Giuliani scrive che il limite della teoria di Bendandi era nella mancata determinazione dell’epicentro, con margini di errore anche di svariati chilometri. Ma sul ”quando” Bendandi era di un’incredibile precisione. […] ”Nei prossimi mesi anche noi intensificheremo l’attenzione sul territorio laziale in quanto i nostri rilevatori sono ingrato di monitorare anche a quelle distanze il rilascio di radon per poter avvisare con 6- 12 ore di anticipo sulla possibilità di eventi sismici”.

Ieri la versione di Giuliani è “leggermente” cambiata:

La previsione di Bendandi è falsa, è stata creata ad arte per portare scompiglio. Non è scritta su nessun documento e su nessuna carta del ricercatore.[…] Analizzando i carteggi dello studioso, ho cercato di capire il metodo applicato nel fare i calcoli. In questi carteggi non ci sono date e, cercando di capirne un senso, c’è la probabilità che un evento sismico avvenga in giugno nel bacino del Mediterraneo.

E considerando che gli eventi sismici nel bacino del Mediterraneo avvengono in continuazione possiamo dire che finalmente Giuliani azzeccherà una previsione.

10.00: Chi era Bendandi e in cosa consisteva il suo metodo per la previsione dei terremoti? Ne parliamo qui.

10.00: Ancora niente.

9.39: Su Radio24 Lando Fiorini tranquillizza la popolazione. Roma, nun fa la stupida…

9.24: Perché l’11 maggio? Da dove arriva questa che sembra proprio essere una leggenda? Paolo Toselli, esperto di leggende metropolitane, lo spiega su Focus.

Con qualche ricerca mirata ho scoperto come e perché si è formata la leggenda metropolitana.
Il 28 settembre 2009 su Rai Due va in onda “Voyager”. La puntata dedica un ampio servizio a Bendandi, definito “L’uomo dei terremoti”. Non si fa alcun accenno a previsioni di futuri disastri.
Sul newsgroup “it.discussioni.misteri”, il 30 settembre, due giorni dopo, a commento del tema “Voyager ricorda Bendandi” un utente che si firma “2012” pubblica un messaggio in cui dichiara che secondo una sua personale interpretazione delle Quartine di Nostradamus “l’11 maggio 2011 ci sarà un terremoto devastante a Roma” e altri terribili terremoti “il 5, 6 e 7 aprile 2012 in varie parti della Terra”. In risposta a tale “profezia” un frequentatore del newsgroup faceva notare che lo stesso utente (“2012”) nel 1998 interpretando sempre la Quartina 82 Centuria IX aveva previsto un terremoto nel Sud Italia l’11 maggio 1999, senza azzeccarci.

9.17: In onda anche su Radio24 con Massimo Polidoro.

9.13: Ora in onda un’intervista di Controradio a Stefano Bagnasco.

9.06: Lo sapete quanti sono i terremoti previsti oggi in Italia? Trenta. Ogni giorno, nel nostro Paese, avvengono in media trenta terremoti.

9.00: Ancora niente.

39 pensieri riguardo “Live blogging del terremoto di Roma

  • 11 Maggio 2011 in 09:05
    Permalink

    Magari c’è ma non riuscite a vederlo, come il Gorilla.
    Dai controllate meglio; chiedete a Giacobbo.

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 09:06
    Permalink

    Avete portato panini e bevande? Secondo me sarà lunga ad aspettare! 🙂

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 09:11
    Permalink

    Ciao a tutti, sono ora in diretta su Radio24 per parlarne.

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 09:15
    Permalink

    Ho paura che per tutta la giornata non farete altro che scrivere XX:XX “Ancora niente” 😀

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 09:19
    Permalink

    approfittatene per una visita alla Cappella Sistina e ai musei Vaticani, sai mai che dopo il terremoto diventino inagibili…

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 09:21
    Permalink

    Dai ragazzi a Roma sono abituati a svegliarsi tardi. Il terremoto prima delle 14:00 (le due) non si fa vedere di sicuro 😉

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 09:22
    Permalink

    A chiunque me lo chiedesse, darò il mio IBAN per mettere al sicuro i vostri soldi in caso di terremoto. Accorrete numerosi, accorrete numerosi!!! LOL

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 09:39
    Permalink

    Vantaggi della psicosi collettiva: oggi impiegato 40 minuti per un percorso che di solito mi richiede un’ora.
    Ora verifico se per caso i cornetti del bar hanno subito scosse impercettibili dagli umani.

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 09:47
    Permalink

    Accidenti, qui trema tutto!!!! Dalle risate!! Tra Matrix ieri sera, ed il terremoto oggi…

    Risposta
  • Pingback:Diario dalla tragedia - manteblog

  • Pingback:Il terremoto di Roma in tempo reale

  • 11 Maggio 2011 in 12:02
    Permalink

    su repubblica.it pubblicano questa cosa http://tv.repubblica.it/edizione/roma/i-romani-e-il-terremoto/68116?video=&pagefrom=1&ref=HREC1-7
    magari qualcuno può approfittarne per visitare roma risparmiandosi il traffico…
     

    Risposta
  • Pingback:Trepidante attesa | Daniele Ragni

  • Pingback:Roma città allarmata « Dario Bonacina

  • 11 Maggio 2011 in 14:34
    Permalink

    Allora questo terremoto? Sono le due e mezza, passate.
    Forse è timido, gli facciamo un applauso di incoraggiamento?
    Dai, al 3: 1 2 3!
     

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 14:52
    Permalink

    Allora: qualche giorno fa mi hanno detto che era rinviato a giugno. Arrivo stamani al lavoro e mi danno anche l’ora precisa. ma per oggi: 16,40. Vado a pranzo con 3 colleghi e mi dicono che, secondo altre interpretazioni era stamattina alla 9.00. Ma insomma… un po’ di serietà! Io mica posso stare tutto il giorno appresso al terremoto

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 14:55
    Permalink

    Aspetta, lo sento, forte.
    No falso allarme: bussano alla porta.
     

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 15:02
    Permalink

    @Paola: lo sanno tutti che noi romani non siamo il massimo della puntualità! 😉
     
    Comunque, che noia, i catastrofisti potevano pure inventarsi qualche effetto speciale per movimentarci la giornata, così è troppo facile.

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 15:49
    Permalink

    pensate che succederebbe se arrivasse anche una sola piccola scossa, nemmeno percepibile ma registrata dai sismografi…

    Risposta
  • Pingback:Terremoto a Roma 11 maggio 2011 e Bendandi - Page 4 - Il Forum ufficiale di Multiplayer.it, con discussioni, sondaggi e le ultime informazioni

  • 11 Maggio 2011 in 16:57
    Permalink

    Ma come “finisce qui”?! Ci sono ancora 7 ore in cui potrebbe succedere qualcosa!!!

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 17:52
    Permalink

    io, per me, accetterei anche se il terremoto arriva domani: a tutti può capitare di perdere il treno.
     

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 19:50
    Permalink

    Stamattina sono andato a vedere la mini-conferenza del nostro detective Antibufala Paolo Attivissimo, presso la sede di una web-agency. Era provocatoriamente intitolata “Pernacchia Party”, alla faccia dei catastrofisti e degli pseudoscienziati vari (v. blog Il Disinformatico).
    Finita la conferenza sulle bufale,complotti e catastrofismi vari, l’unica “scossa” è stata causata dall’arrivo di una torta al cioccolato, gentilmente offerta ai partecipanti al party. 😉

    Risposta
  • 11 Maggio 2011 in 22:44
    Permalink

    Quanti chilometri ci sono tra Roma e Lorca?

    Risposta
  • 12 Maggio 2011 in 00:26
    Permalink

    Giornata sismica esattamente uguale a tutte le altre. Fa notizia la Spagna (17:05, magnitudo 4.5; 18:47, magnitudo 5.1), ma non altri terremoti di oggi.
    Il terremoto più forte è avvenuto in nuova Caledonia (una serie di scosse di magnitudine compresa tra 4.9 e 5.7 per tutta la giornata), dove ieri mattina s’è registrato un sisma molto violento (magn. 6.8).
    Alcuni tra gli altri terremoti di oggi:
    22:39, Alaska, magn. 3.4
    21:06, Colorado, magn. 3.9
    20:14, Giappone, est di Honshu, magn. 5.5
    17:59, Tonga, magn. 5.0
    17:21, Nuova Guinea, magn. 5.0
    9:54, Indonesia, HalmaHera, magn. 5.1
    Queste le scosse più violente, altre, di magnitudine superiore a 3, sono avvenute in Bolivia, Nuova Zelanda, Isole Salomone, California, Filippine, Samoa…
    Ma oggi è una giornata normale: il bollettino di ieri è molto simile, così quello del giorno prima e di quello prima ancora.
    (fonte informazioni sismiche: http://www.usgs.gov/)

    Risposta
  • Pingback:L’11 Maggio un terremoto devasterà Roma. Ma anche no. « Oggi Scienza

  • Pingback:Le previsioni sul terremoto dell'11 Maggio erano giuste?

  • 13 Maggio 2011 in 09:08
    Permalink

    Non mi asapettavo alcun terremoto a Roma, ma vorrei testimoniare, avendo vissuto per molti anni a Faenza, che Bendandi non era affatto quella esilerante macchietta che i media ci hanno fatto pensare, nè, nelle sue previsioni aveva mai fatto cenno alla città di Roma, ma al Mediterraneo in generale. Autodidatta, da sempre interessato, a suo modo e con i propri mezzi – anche economici, purtroppo – alla scienza, non ha mai forzato la mano ad alcuno per farsi riconoscere eventuali meriti. Io penso che figure del genere non vadano derise, e neppure accumunate alle “profezie dei Maja”. Non dispensava medicine “miracolose” nè aveva file di ammiratori alla propria porta. Non si atteggiava a santone nè si è arricchito in alcun modo. Sperimentava, studiava, cercava di far conoscere le proprie “scoperte” senza insultare nè recare danno ad alcuno. Se dovessimo trattare al medesimo modo gli scienziati “ufficiali” che da decenni ogni anno ” trovano”, attraverso ricerche da milioni di dollari, la fusione fredda o la cura per il cancro, molte Università sarebbero sparite da tempo. Per non parlare dell’ omeopatia. Rispetto per l’ uomo, dunque, che bene o male alla ricerca – e non ai quattrini – si è dedicato, e tra l’ altro non può neppure più difendersi nè controbattere alle amenità inventate sul suo conto.  Che nella vicina Spagna, proprio l’ 11 si sia avuto un devastante terremoto – cui i media per altro hanno appena accennato – naturalmente, è stato solo un caso.Abbiamo, in Italia e nel mondo, ben altre figure da deridere, che non il povero, onesto, scomparso Bendandi. M.C.M.

    Risposta
  • Pingback:Terremoto a Roma: come interpretare il sisma di Lorca?

Rispondi a Aldo Grano Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *