I Segnalibri 66 – Al centro della Terra, difesa della scienza, api preistoriche, ipnosi dietetica

Nel 1970, una trivella russa cominciò a scavare quello che 24 anni dopo sarebbe stato il buco più profondo della terra: le macchine furono fermate perché la posizione raggiunta era troppo incandescente per procedere oltre. Qui una sintesi degli affascinanti risultati ottenuti.

Anche quest’anno è stato assegnato il John Maddox Prize, istituito da Nature alla Kohn Foundation e all’organizzazione benefica Sense About Science: il premio va a coloro che si sono distinti nella promozione e comunicazione di argomenti scientifici di interesse pubblico, anche a costo di disagi personali. Quest’anno il premio è andato al professore emerito Edzard Ernst, per le sue ricerche sulle medicine alternative esaminate con il metodo scientifico, e a Susan Jebb, per la continua sensibilizzazione in tema di alimentazione.

Alcuni ritrovamenti archeologici sembrano dimostrare, secondo gli studiosi, che l’umanità sia dedita all’apicoltura da almeno 9.000 anni. Seguendone le tracce, si è potuta ricostruire anche la loro diffusione in Asia e in Europa, e farsi un’idea ancora più precisa delle abitudini dei nostri antichissimi progenitori.

Secondo alcuni studi, affrontare una dieta con il supporto dell’ipnosi rende i risultati più efficaci. Ma è davvero così? Questo articolo analizza i punti deboli dell’ipotesi e anche degli studi condotti.

Hai gradito questo post? Aiutaci con una