A settembre il Convegno nazionale del CICAP: non mancate!

Articolo tratto da Query 22.

Non so voi, ma quando mi capita che in un qualsivoglia contesto sociale si accenni al fatto che sono socia CICAP, che cerco di fare un po’ di “attivismo scettico”, e che potrei trasformarmi in fangirl non solo davanti a Benedict Cumberbatch ma anche a Piero Angela, bene che mi va la gente comincia ad uscire lentamente dalla stanza con sorrisoni gentilissimi e camminando all’indietro.

Scherzo. Ma non del tutto, perché è innegabile che il mondo attuale non sia esattamente la patria della scientificità e del razionalismo e ci sono giorni in cui ripetere per la quarantaduesima volta nell’ultima settimana che no, i vaccini non provocano l’autismo e sì, i medium son tutti farlocchi può essere un po’ stancante. E cosa si fa quando si è stanchi e un po’ scoraggiati? Facile, si cerca conforto dagli amici! Quindi si prenota ordinatamente per tempo e si va a passare il weekend dal 25 al 27 settembre a Cesena, città peraltro misconosciuta e bellissima.

È qui infatti che si terrà il XIII Convegno CICAP, dopo due anni di assenza e con tutta l’intenzione di celebrare alla grandissima i venticinque anni di attività del Comitato. Sul serio: voi pensate a un argomento che vi piacerebbe discutere o un personaggio che vi interesserebbe ascoltare e con ogni probabilità lo troverete nel programma.

Per dire, le macrotematiche delle sessioni in cui sono suddivisi gli incontri vanno dalla ricerca storica alle nuove modalità con cui parlare di scienza oggi, dalla medicina alla criminologia passando per la letteratura di genere, dai luoghi comuni scientifici alle indagini “mysteriose”.

Se siete appassionati di illusionismo, il sabato sera si terrà un Gran Galà di Magia cui parteciperà, fra gli altri, Raul Cremona; tornerà anche il Workshop della rivista Magia e tutti i giorni sarà possibile visitare un vero e proprio museo di illusioni ottiche interattive. Venerdì pomeriggio, inoltre, Massimo Polidoro intervisterà Silvan, novello vincitore del “Nobel della magia”, per farsi raccontare un po’ della sua straordinaria carriera (Silvan è un grandioso narratore e uno squisito gentiluomo, un incontro con lui è un piacere che bisognerebbe concedersi almeno una volta nella vita). Se invece voleste partecipare in prima persona, sappiate che fino alla fine di agosto potete inviare una vostra ricerca personale sui temi d’interesse del Comitato e essere selezionati per la sessione speciale conclusiva con il Gruppo Sperimentazioni al gran completo.

Le singole relazioni dureranno una mezz’ora ciascuna, e i relatori sono veramente d’eccezione: ci saranno infatti Paolo Attivissimo e Salvo Di Grazia, i due blogger autori rispettivamente de Il Disinformatico e di Medbunker; Lisa Signorile, zoologa, biologa e curatrice del blog L’orologiaio miope; Beatrice Mautino e Dario Bressanini, per parlare di OGM e comunicazione scientifica. E questo solo per quanto riguarda gli amici storici del Comitato, ma ci saranno anche moltissimi ospiti speciali: Nadia Toffa, l’inviata de Le Iene che ha smascherato in televisione la dottoressa Mereu; Federico Taddia, giornalista co-autore di libri divulgativi per bambini insieme a Margherita Hack; Marco Malvaldi, scrittore della serie di romanzi gialli I Delitti del Bar Lume; Cristina Cattaneo, la più famosa anatomopatologa italiana, e se non avete letto i suoi Morti senza nome e Turno di notte fatelo, perché sono davvero illuminanti sulla realtà di quel mestiere.

Naturalmente, parteciperanno anche le nostre autorità, il presidente Sergio Della Sala e il segretario Massimo Polidoro, che porterà un saluto da parte di James Randi. E poi ci sarà lui, Piero Angela, colui senza il quale nessuno di noi sarebbe qui. E poi ancora tanti bravissimi relatori e tanti argomenti sorprendenti: potete trovare il programma completo da pag. 53.

Insomma, saranno tre giorni di full immersion nel mondo della divulgazione scientifica, dello scetticismo e della ricerca. Nonostante la nomea di gruppo noioso e serioso, il CICAP è invece una fucina di idee e proposte che ha saputo reinventarsi negli anni e rimanere sempre il riferimento ideale per quanti cercano un punto d’osservazione scientifico e imparziale da cui poter guardare e interpretare quanto accade tutt’intorno. E quando parliamo di CICAP non ci riferiamo solo a una sigla astratta, ma a ciascun collaboratore, socio, animatore, simpatizzante o semplice curioso, tutti coloro che, in un modo o nell’altro, contribuiscono a tenere in vita questo progetto. Perciò il Convegno è un’occasione imperdibile: potremo incontrare persone nuove con cui si condivide un punto di vista simile, potremo scambiare opinioni e idee con i massimi esperti italiani dei temi che ci appassionano, potremo per tre giorni concederci, anche noi freddi razionalisti, un po’ di sentimentalismo e sentirci ancora più parte di questa storia bellissima che va avanti da venticinque anni.

Tutte le informazioni per iscriversi al Convegno e agli eventi speciali si trovano, insieme al programma completo e in continuo aggiornamento, sulla pagina web convegno.cicap.org/2015 e alle pag. 53-54 di questa rivista. I soci potranno usufruire di tariffe speciali, gli studenti avranno quote dimezzate, per tutti sono disponibili convenzioni con hotel, ristoranti e visite guidate della città di Cesena. Ci vediamo lì!

Immagine: Teatro Bonci, Wikimedia Commons, licenza CC A-SA 3.0

Hai gradito questo post? Aiutaci con una