I segnalibri 02: Vaccini, Miviludes, E.coli e gli alieni in mezzo a noi

– In Francia, il Comitato interministeriale di vigilanza e lotta contro le derive settarie (MIVILUDES) ha pubblicato il 15 giugno un dossier che fa il punto della situazione sulle derive settarie in campo sanitario e religioso/apocalittico.

[…] la Miviludes ha scelto di consacrare per quest’anno il suo dossier centrale al proliferare delle tesi apocalittiche, al fine di favorire una presa di coscienza collettiva e di mettere in guardia i nostri concittadini contro le probabili conseguenze di tali discorsi ansiogeni. […](ed inoltre al)la necessaria allerta contro le sollecitazioni a carattere settario alle quali possono essere esposte le persone affette da cancro, ed alle difficoltà date dall’introduzione di terapie non convenzionali a scopo terapeutico.

Uno studio ampio e dettagliato che spinge a tenere alta la guardia anche al di qua delle Alpi.

– Il Direttore Scientifico dell’Istituto Clinico Humanitas, Alberto Mantovani, parla in questa intervista dei possibili vaccini del futuro e ribadisce l’assenza di correlazione tra vaccinazioni e autismo: di questo argomento ci eravamo occupati a Febbraio con un articolo sul caso Wakefield.

– Sylvie Coyaud analizza su OggiScienza le bufale che circolano in merito al batterio killer; in particolare quella diffusa dallo statunitense Mike Adams, secondo cui l’O104:H4 potrebbe essere un prodotto dell’ingegneria genetica, dal momento che sarebbe impossibile per un batterio “sviluppatosi nel cibo ” […] “acquisire la resistenza a otto classi di antibiotici i quali non sono utilizzati nelle verdure”.

In realtà tutti i fatti citati da Adams sono sbagliati. Per es. alcuni antibiotici si spruzzano direttamente su frutta e verdura, altri ci arrivano con i concimi. Le verdure, aglio compreso, pullulano di microbi che si scambiano geni  in loco e nell’apparato digerente di chi le mangia e le resistenze multiple insorgono senza violare “le leggi della permutazione genetica e combinazione in natura” stabilite da Adams.

– Sono in mezzo a noi? Alieni tra noi è il titolo dell’edizione di giugno del Carnevale della Biodiversità ospitato questo mese da Erba Volant:

Perché, come si diceva all’inizio, il concetto di alieno in ogni sua declinazione è un figlio dell’uomo più che della natura e dell’evoluzione.

Hai gradito questo post? Aiutaci con una