La catena di Sant’Antonio numerologica

Circola in questi giorni una curiosa catena di Sant’Antonio a sfondo numerologico.

Il messaggio fa notare che – trovandoci del 2011 – quest’anno ci saranno ben quattro giorni esprimibili usando soltanto la cifra 1 (1/1/’11, 1/11/’11, 11/1/’11 e 11/11/’11). Che questa sequenza stia a indicare l’imminente terza (anzi, III) guerra mondiale? La fine del mondo? Le speculazioni si moltiplicano alla luce degli eventi in Giappone e in Libia e sulla scia di profezie analoghe circolate nei mesi scorsi, da quelle di Baba Vanga a quelle legate al 2012 (o 2013), ai cerchi nel grano e a Internet.

Subito dopo, la catena suggerisce un piccolo gioco di prestigio. Prendi l’anno in cui sei nato, aggiungi gli anni che compirai quest’anno e otterrai 2011. Io sono nato nel 1977, quest’anno compirò 34 anni, e in effetti 1977 + 34 = 2011.

Qualcuno deve aver fatto notare agli autori della catena che, presentato in questo modo, il gioco non desta eccessivo stupore. Si è dunque pensato di sottrarre 1900 da entrambi i lati dell’equazione, e di modificare il gioco come segue.

Prendi le ultime due cifre dell’anno in cui sei nato, aggiungi gli anni che compirai quest’anno e otterrai 2011 – 1900 = 111.

Ovviamente il prossimo anno si otterrà 2012 (o 112, a seconda della versione del gioco), e così via.

Gli appassionati di giochi come questo possono trovarne una lunga serie tra le pagine del mio La magia dei numeri, dove ad esempio – con poche somme e sottrazioni – si può indovinare l’età e il numero di scarpe di chiunque.

La catena prosegue affermando che questo ottobre avrà 5 domeniche, 5 lunedi e 5 sabati, e che questo succede solo una volta ogni 823 anni. Ma è davvero un evento così raro? Niente affatto: nel 2016 succederà la stessa cosa, nel 2022 di nuovo, poi nel 2033, nel 2039, eccetera.

.

.

Non è difficile prevedere quando avverrà, basta sapere che il ciclo ha una periodicità di 5, 6, 11 e 6 anni:

2011 + 5 = 2016
2016 + 6 = 2022
2022 + 11 = 2033
2033 + 6 = 2039
2039 + 5 = 2044
eccetera…

Hai gradito questo post? Aiutaci con una