Multati i rivenditori del “Power Balance”

"Power Balance"

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha multato le società che commercializzano il braccialetto dell’equilibrio o “Power Balance” per avere attribuito a questo prodotto “proprietà ed effetti sull’equilibrio, sulla forza e sulla resistenza fisica, non rispondenti al vero”.
Alla luce delle analisi svolte dall’Istituto Superiore di Sanità, l’Antitrust sottolinea che le due società hanno indotto i consumatori a fare acquisti che altrimenti non avrebbero fatto con pubblicità “prive di ogni riscontro scientifico”.

Le multe ammontano a complessivi 350 mila euro, mentre il fatturato complessivo delle due società per il solo anno 2010 ha superato i dieci milioni di euro.

Analoga decisione è stata presa dall’equivalente australiano dell’AGCOM, che ha anche richiesto alle società in esame di rimborsare gli acquirenti che si sentano ingannati.

Qui trovate l’articolo con cui, fin dal 30 luglio scorso, Queryonline aveva messo in evidenza la mancanza di efficacia del “braccialetto dell’equilibrio”.

Qui il comunicato stampa dell’AGCOM.

Hai gradito questo post? Aiutaci con una