Query 03 – PNL: ecco che cosa ne pensa la scienza

La copertina di questo nuovo numero di Query, curata dal professor Sergio Della Sala dell’Università di Edimburgo, è dedicata alla PNL, ovvero la “programmazione neuro linguistica”. Si tratta di un argomento di cui volevamo occuparci da tempo e per diverse ragioni. La prima ha a che fare con alcune delle promesse con cui la PNL viene spesso presentata, per esempio che insegni a ‘leggere’ nel pensiero degli altri o a convincere un interlocutore a fare ciò che desideriamo inserendo nella nostra comunicazione dei messaggi nascosti. Si tratta di temi interessanti per chi, come il CICAP, si occupa di manipolazione e autoinganno e di come questi due processi possano portare le persone a convincersi di aver assistito a un autentico fenomeno paranormale. La seconda ragione è legata al successo commerciale della PNL, in termini di corsi e pubblicazioni. Volevamo capire se questo successo era un indicatore del reale valore della PNL o se, come accade con molti fenomeni ‘di confine’, era piuttosto spiegabile riferendosi al fatto che essa offre una risposta semplice e facilmente fruibile a un bisogno e a un desiderio diffuso. Un’ultima ragione è che in Italia non ci sono pubblicazioni che presentino un’analisi indipendente e critica delle affermazioni della PNL e questo ci sembrava un vuoto importante da colmare.

Come vedrete, una delle ragioni che rende difficile questo lavoro di analisi è che non esiste una sola versione di cosa sia e di come funzioni la PNL. Il proliferare delle scuole e dei libri, decine anche solo in italiano, rende evidente le differenze che esistono in questo ambito. Un’altra difficoltà è che molti dei concetti usati in questo settore sono del tutto sconosciuti per chi si occupa professionalmente di psicologia, nell’ambito della ricerca o della pratica clinica, nel senso che non se ne trova traccia nelle riviste scientifiche o nei manuali universitari di psicologia su cui i professionisti si formano.

A questo punto non resta che guardare a quali sono le prove che gli stessi cultori della PNL portano a sostegno delle loro affermazioni e anche in questo caso, come leggerete, i problemi non mancano.

Hai gradito questo post? Aiutaci con una