Non è vero… e non ci credo!

Una giovane donna guida la sua auto, diretta ad un appuntamento, quando a un tratto… una frenata brusca. Per fortuna dietro non c’è nessuno e la donna ha il tempo di riflettere. Non è un gatto nero quello che ha appena attraversato la strada venti metri avanti a lei? Lo è senz’altro e tutti sanno cosa vuol dire. Certo, l’appuntamento è fra un quarto d’ora, ma andarci dopo aver incrociato un gatto nero sarebbe senz’altro peggio che arrivare in ritardo. La donna accosta. Aspetterà ben 35 minuti prima che un’altra macchina, ignara, la raggiunga e la superi, attirando su di sè la sfortuna del gatto…

Questo aneddoto non è inventato; è riflettendo su casi come questo che è nata la Giornata Anti-Superstizione del CICAP, che si è svolta per la prima volta nel 2009 ed è stata riproposta lo scorso venerdì 17 settembre.

«Non è vero… e non ci credo!» è stato il motto della nuova edizione. L’obiettivo è stato quello di far ragionare, in modo anche divertente, sui pericoli di credenze che non hanno ragione d’essere e che possono essere causa di pregiudizi e paure infondate. L’evento del 2010 ha coinvolto 13 città in tutta Italia e in Svizzera.

Qui la presentazione e l’elenco completo delle iniziative mentre qui potete trovare i collegamenti ai resoconti dettagliati, alle fotografie e alla rassegna stampa dell’evento. E’ disponibile un resoconto generale degli eventi organizzati dai gruppi locali.

Francesco Grassi ai microfoni di Caterpillar, fotografia di Ilaria Tarricone

Hai gradito questo post? Aiutaci con una